Il calciomercato non si ferma mai, nemmeno durante i campionati: qual è l’ultimo giocatore messo nel mirino delle big di tutta Europa? Ci sono novità sui rinnovi dei calciatori più importanti? Qualche svincolato di lusso che sta per trovare una sistemazione? Ecco qui riportate e commentate da noi le tre notizie più interessanti sugli ultimi movimenti di mercato raccolte dai quotidiani in edicola stamattina e dai vari siti specializzati, in Serie A e all’estero.

Classifiche e risultati

Calciomercato 2020-2021
Fonseca vieta l'allenamento a Dzeko: è fuori rosa
27/01/2021 A 21:20

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata

Dzeko, rottura totale con Fonseca

Il mercato della Roma dipende in questo momento da Edin Dzeko. Il centravanti anche mercoledì si è allenato a parte, dopo che Fonseca ha preferito non consentirgli di lavorare con il resto del gruppo. Prosegue dunque la situazione di stallo tra il centravanti e il tecnico, con la società che sta valutando la possibilità di un addio del primo. Sulle sue tracce ci sono Inter e Juventus ma la situazione è complicata, anche alla luce del poco tempo. Per sbloccare il tutto potrebbero tornare utili delle contropartite gradite. Nel frattempo i giallorossi hanno scartato le piste Ferreyra e Diego Costa, mentre arrivano smentite per Giroud, e continuano a lavorare per il portiere Silvestri, anche per giugno.

La nostra opinione: la Roma e Dzeko, un matrimonio che sembra destinato a finire. Qualora Tiago Pinto non riuscisse a recuperare il rapporto tra Fonseca e il bosniaco, la società penserebbe a "ripararsi" con un nome importante, un giocatore di spessore come Dzeko. Non sarà facile, considerato il poco tempo a disposizione prima della chiusura del calciomercato. Le difficoltà che il mercato pone a chi vuole cedere un calciatore di 34 anni, che guadagna 7,5 milioni e che accetterebbe di andare via solo per approdare a un top club sono oggettive. Dzeko, arrivato a Trigoria nel primo pomeriggio prima dell’allenamento delle 15, ha comunicato allo staff medico di sentirsi pronto per allenarsi in gruppo e provare a forzare un po’. Poco dopo gli è stato comunicato che l’allenatore preferiva farlo allenare ancora a parte. Dzeko ci è rimasto male, ma ha preso atto. Così come ha preso atto del fatto che nessuno, ufficialmente, ha mai comunicato che non è più lui il capitano della Roma. Dopo 114 gol con la maglia giallorossa, terzo miglior marcatore di sempre nella storia del club, al netto del rapporto con Fonseca, pensava di meritare comunque un trattamento diverso. Impressioni? Se Dzeko non chiederà ufficialmente scusa, per il momento il caso difficilmente potrà ricomporsi. Anche perché, fino al primo febbraio - quando il mercato chiuderà - tutto è ancora possibile.

Pirlo: "Dzeko o Scamacca? Siamo alla finestra..."

Mbappé, il piano del Real Madrid

In Spagna sono sicuri: il Real Madrid è pronto a sferrare l'assalto per Kylian Mbappé. Mundo Deportivo e Marca spiegano la strategia del club spagnolo: nell'operazione da 160 milioni potrebbe rientrare il cartellino di Vinicius jr., valutato circa 60. Una contropartita che il Paris Saint-Germain e Leonardo apprezzano molto, visto che il brasiliano è un giocatore già "pronto" e potrebbe far coppia con il connazionale Neymar. I Blancos non sarebbero disposti a formulare un'offerta superiore, perché ritengono quella cifra "equa" per il mercato attuale e la crisi dovuta alla pandemia.

La nostra opinione: il Real Madrid vorrebbe mettere pressione per abbassare il prezzo del trasferimento di Kylian Mbappé e impedire al PSG di essere troppo intransigente sulla somma desiderata. Il Real Madrid da tre anni sta limitando i suoi investimenti nella prospettiva di un attacco XXL per il suo futuro leader d'attacco, il sostituto di Cristiano Ronaldo. Da qui la mossa di esercitare pressione sul francese affinché convinca i parigini a uno sconto.

Torino, è fatta per Sanabria

Il Torino ha acquistato dal Real Betis per 7 milioni (con bonus fino a 3 in più e percentuale del 10 sulla futura rivendita) il 24enne Antonio Sanabria. Una mossa importante nella corsa salvezza per la squadra granata allenata da Nicola, che l’ha fortemente voluto per migliorare l’attacco.

La nostra opinione: prima o seconda punta, ma anche trequartista. Sanabria ha già ricoperto tutti i ruoli nella sua veloce, ma ancora giovane carriera. Adesso toccherà al Toro trasformare un talento, perché Sanabria è sempre stato considerato un talento dotato di velocità, fisico, tecnica, al quale però è finora sempre mancato il salto definitivo. Forse perché a un attaccante si chiedono soprattutto i gol e lui in Liga ne ha fatti 27 in 99 presenze considerando anche la sua breve avventura con lo Sporting Gijon (11). Non un bottino straordinario in un campionato dalle marcature piuttosto larghe. Le qualità le ha fatte vedere un po’ a sprazzi, come nell’ultima stagione al Genoa in cui ha contribuito con 6 gol, tutti realizzati con Nicola in panchina, alla salvezza della squadra. E’ stato proprio il tecnico di Vigone a richiamarlo.

Lautaro verso il rinnovo con l'Inter, Lasagna al Verona

Calciomercato 2020-2021
Scambio Dzeko-Eriksen? La Roma apre, Suning dice no
24/01/2021 A 08:26
Calciomercato 2020-2021
Mbappé fa tremare il PSG: "Il mio futuro? Sto riflettendo"
22/01/2021 A 23:08