Christian Eriksen ha trovato la sua dimensione all'Inter solamente nella seconda parte di stagione, anche grazie ad Antonio Conte ha saputo cucire su di lui un ruolo più adatto alle sue caratteristiche: ora però il tecnico non c'è più e la futura posizione di Eriksen in campo è un dilemma come spiega lui stesso a TV 2 Sport.

Conte via

"È stata una grande sorpresa. È una cosa molto speciale vincere un campionato, è assurdo perché ho letto la notizia come hanno fatto tutti gli altri. Se n'è andato all'improvviso. Siamo sempre stati buoni amici. Lui vedeva il calcio in un modo, io in un altro. Ma personalmente non c'era niente su cui discutere. Si trattava di vincere ed è quello che abbiamo fatto. E dopotutto, posso ringraziarlo per questo, per aver vinto un trofeo. Che se ne sia andato è stata una grande sorpresa. È stato un po' inaspettato, proprio perché è successo dopo che avevamo vinto. Quindi è stata una grande sorpresa. Sapevamo che avrebbe avuto questa conversazione (con Zhang ndr), come era successo anche dopo la fine della scorsa stagione. È stato un vero choc calcistico, perché avevamo la sensazione non volesse andarsene adesso, non so esattamente come sia andata".
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (14/06)
4 ORE FA

Futuro

"Purtroppo non so cosa accadrà e non mi concentro ancora su questo, il focus è sull'Europeo. Dipende da quale allenatore arriverà e cosa accadrà nel club. Davvero non so, ma ovviamente preferirei giocare più avanti piuttosto che stare fermo davanti alla difesa".

Eriksen, dal quasi addio a uomo scudetto Inter

Calciomercato 2020-2021
Ronaldo: "Futuro alla Juve? Quel che verrà sarà il meglio"
10 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
L'Inter su Nandez: ma è l'uomo giusto per rimpiazzare Hakimi?
11 ORE FA