E’ ufficiale: Mauro Icardi ha trovato una nuova squadra per la stagione appena iniziata. L’argentino, infatti, ha firmato il passaggio in prestito secco al Galatasaray e raggiunge così Dries Mertens, che proprio quest’estate ha deciso di vestire gli stessi colori. Il nome di Maurito è stato al centro delle voci di mercato per mesi. Per qualche attimo è sembrato anche che potesse tornare in Italia, al Monza ma è stato Adriano Galliani a dichiarare impossibile il suo arrivo. Poi c'è stata l’indiscrezione clamorosa del suo possibile trasferimento in un club di quinta divisione. Ed, infine, l’interessamento dei turchi con l’accordo trovato dopo giorni di estenuanti trattative e l’arrivo del giocatore ad Istanbul con il jet privato. La scelta di ripartire dal campionato turco non è una novità. Ci sono infatti dei precedenti. In primis proprio Dries Mertens. Lo stesso percorso lo ha provato Mario Balotelli, che ha giocato con l’Adana Demirspor. Sempre quest’estate è avvenuto anche il passaggio di Dele Alli al Besiktas dopo annate poco convincenti al Tottenham e all’Everton.
Calciomercato
Marcelo all'Olympiacos, tifosi in delirio alla presentazione
05/09/2022 ALLE 19:55

I NUMERI DELL’ESPERIENZA A PARIGI

Mauro Icardi è stato costretto a lasciare il PSG perché Christophe Galtier ha preso una decisione netta ad inizio stagione, ossia di lasciarlo fuori rosa. Il nuovo tecnico dei francesi ha anche motivato in conferenza stampa questa scelta, sottolineando che l’ex Inter avrebbe dovuto cercare una nuova squadra nella quale rimettersi in gioco. Gli anni a Parigi per il centravanti argentino sono stati infatti molto difficili. Dal suo arrivo nell’estate 2019, ha incontrato tre allenatori: Thomas Tüchel, Mauricio Pochettino e Christophe Galtier. I primi due gli hanno dato delle chance ma le risposte sono state mediocri. In parte il livello medio degli attaccanti compagni di squadra era troppo più alto, in parte lui stesso ha perso il feeling con il gol, la fiducia nei propri mezzi, le motivazioni ed è parso molto spesso un pesce fuor d’acqua. Se si guardano i numeri, è stata accettabile soltanto la prima annata, nella quale tra Ligue 1, Coupe de la Ligue e Champions League ha messo a referto 20 reti in 30 presenze. Poi si è perso completamente e i suoi gol sono stati sporadici, così come sporadiche le presenze da titolare. La sensazione finale è che abbia fallito a Parigi. Acquistato per più di 50 milioni, è scomparso nell’ombra dei campioni, dei protagonisti dei transalpini, una cerchia nella quale non è mai riuscito ad entrare pienamente. Ora, a 29 anni, ha una grossa occasione per ritrovare se stesso ed ottenere nuove chance in club europei più importanti.

Icardi e Mbappé-gol: la Coppa di Francia è del PSG, highlights

Calciomercato
Pjanic può lasciare il Barça, l'offerta arriva dagli Emirati
05/09/2022 ALLE 19:23
Calciomercato
Icardi riparte dal Galatasaray. Martedì le visite mediche in Turchia
05/09/2022 ALLE 15:19