L'operazione centravanti è cominciata! Alvaro Morata vuole il Barcellona e la Juventus è disposta a lasciarlo andare, ma solo dopo averlo sostituito con un altro 9, perché in rosa non ha altri giocatori con le caratteristiche dello spagnolo. Nelle ultime ore i riflettori puntano dritti su Mauro Icardi, ma l’argentino è davvero il nome giusto per dare nuova linfa all’attacco bianconero? Ecco tre motivi per dire sì.
| Tutte le news di calciomercato | Il tabellone delle ufficialità | Tutte le deadline |
Calciomercato
Quando chiude il mercato? Tutte le deadline
03/01/2022 A 18:36

1) Il fiuto del gol (di nuovo) al centro del progetto

Luca Toni, uno che di gol se ne intende, ai microfoni di TuttoSport, ne ha parlato così. "Icardi può portare alla Juventus quei gol che sono mancati nei primi mesi del post Cristiano Ronaldo. Il fiuto del gol non lo perdi mai finché il fisico ti consente di scendere in campo. Icardi, quando parte un cross, battezza in anticipo dove può finire il pallone. E segna. E poi è bravissimo ad attaccare il primo palo". Gli attaccanti, soprattutto quelli di razza, hanno bisogno di sentirsi protagonisti per rendere al meglio. Icardi in questo momento non lo è, chiuso da Messi e Mbappé, ma in quel di Torino (in una squadra disposta ad affidargli la titolarità) potrebbe tornare a splendere.

2) Oltre 100 gol in Serie A

L'ex capitano dell'Inter ha un feeling speciale con il nostro campionato. In sei delle sette stagioni trascorse in Italia l’argentino è sempre andato in doppia cifra, mancando solo l’annata 2013-2014 (dove tra l’altro timbrò 9 reti in 22 partite con una media di 0.4 a partita). Un attaccante di questo tipo, con uno spiccato killer-instinct negli ultimi 16 metri, potrebbe risolvere tanti dei problemi in casa Juventus. Inoltre, non avrebbe nemmeno bisogno di tanto tempo per adattarsi. Con i cross di Cuadrado, le discese di Chiesa e la genialità di Paulo Dybala, l’ex Sampdoria potrebbe anche "flirtare" con la doppia cifra.

Mauro Icardi mostra la maglia dell'Inter - 2019

Credit Foto Getty Images

3) Il migliore su piazza

Memphis Depay non corrisponde ai canoni del "9 classico" chiesto da Allegri, mentre Edinson Cavani e Pierre-Emerick Aubameyang, oltre ad una carta d’identità che ha smesso di sorridere da un po’, sembrano aver imboccato il viale del tramonto. Arkadiusz Milik non è affidabile dal punto di vista fisico, mentre Gianluca Scamacca e Divock Origi – per motivi diversi – non sembrano adatti al ruolo di prima punta titolare. L’unico nome di primo piano sarebbe Dusan Vlahovic, ma in questo momento storico la Juventus non ha la potenza economica per fiondarsi sul giocatore della Fiorentina. A meno di ribaltoni dell'ultimo istante, tutte le strade portano a Mauro Icardi.

Morata vicino alla firma col Barça: già pronto contro il Real

Calciomercato
Tabellone di mercato: tutti gli acquisti e le cessioni di gennaio
03/01/2022 A 16:23
Calciomercato
Allegri blocca Morata: lo spagnolo resta, no a Icardi
03/01/2022 A 22:35