Le parole di Ivan Perisic al termine della finale di Coppa Italia hanno scatenato le preoccupazioni dei tifosi dell'Inter. Il 33enne croato è consapevole del suo apporto alla squadra e si aspettava un'attenzione maggiore da parte della società, che ha rinnovato tutti i big (da Lautaro, a Bastoni fino al connazionale Brozovic) ma non lui che in questa stagione è stato spesso il vero uomo in più di Inzaghi. Si tratta di una rottura totale con la dirigenza nerazzura o ci sono ancora i margini per continuare la trattativa di rinnovo?

La migliore stagione interista

Il croato si è dimostrato il giocatore più determinante della stagione interista, insieme al connazionale Brozovic. Un giocatore che 2 anni fa era finito ai margini del progetto ed era stato ceduto in prestito al Bayern Monaco. Poi il rientro alla base nella stagione scorsa, dove si è messo a disposizione di Conte per il ruolo di esterno a tutta fascia. L'attuale allenatore del Tottenham riuscì a ricaricare il giocatore a livello mentale, ritrovando l'uomo affidabile che si era visto all'inizio dell'esperienza italiana. Questa è stata l'annata del salto di qualità, diventando una pedina fondamentale e incisiva della squadra culminata con il premio di MVP ricevuto ieri sera.
Calciomercato
Perisic gela l'Inter: "Con i grandi giocatori non si parla all’ultimo minuto"
11/05/2022 A 21:59
STAGIONE2020/20212021/2022 (in corso)
PRESENZE4247
GOL59
ASSIST58
MINUTI22873748

Darmian-Perisic: così i quinti hanno affossato il Napoli

L'Inter può fare a meno di Perisic?

Trovare un giocatore che possa adattarsi alla perfezione al 3-5-2 interista come Ivan Perisic non è facile. La copertura difensiva alternata allo strapotere fisico e di corsa in fase offensiva sono molto rare. Marotta ha portato alla corte di Inzaghi un giocatore come Gosens a gennaio. L'ex Atalanta si è visto poco per il momento, molto condizionato dal grave infortunio che lo ha tenuto fermo fino a marzo. Se il progetto per la prossima stagione si basa sul tedesco, Inzaghi dovrà lavorare sul piano tattico per inserire al meglio le caratteristiche del nuovo esterno che dovrà sicuramente imparare i movimenti di ripiegamento.

Rinnovo ancora possibile o rottura totale?

Portare il discorso del rinnovo dopo la fine della stagione con un calciatore in scadenza a giugno è abbastanza inusuale. Le trattative in realtà sono già in corso da alcuni mesi: Perisic vorrebbe un rinnovo biennale con opzione per un ulteriore anno a 6 milioni a stagione. L'offerta dell'Inter è al momento più bassa, biennale da 4,5 milioni, comunque superiore ai 4 milioni annui attualmente percepiti. Marotta e Ausilio hanno però posticipato l'incontro finale per la definizione della trattativa dopo l'ultima giornata, fatto che ha innervosito il croato.
Le parole di ieri sono un campanello d'allarme, ma non costituiscono un'interruzione del dialogo tra le parti. Starà ora all'Inter ricucire lo strappo, avvicinando le richieste dell'esterno sinistro che sembrerebbe soprattutto interessare al Newcastle, che sarebbe pronto ad avanzare un'offerta da 6,5 milioni di € a stagione. Staremo a vedere ma questa storia non merita di finire così.

Guardiola: "Haaland al City? Avremo tempo di parlarne"

Serie A
Marotta: "Vogliamo rifirmare Handanovic e Perisic, a Lautaro..."
21/02/2022 A 15:19
Serie A
L'Inter passa 3-1 a Cagliari: lotta Scudetto ancora aperta
14 ORE FA