Il calciomercato non si ferma mai: qual è l’ultimo giocatore messo nel mirino delle big di tutta Europa? Ci sono novità sui rinnovi dei calciatori più importanti? Qualche svincolato di lusso che sta per trovare una sistemazione? Ecco qui riportate e commentate da noi le tre notizie più interessanti sugli ultimi movimenti di mercato raccolte dai quotidiani in edicola stamattina e dai vari siti specializzati, in Serie A e all’estero.
| Serie A 2022-2023, calendario e risultati | Tabellone Calciomercato: acquisti e cessioni I Formazioni tipo Serie A 2022-2023

Inter-Skriniar, è stallo sul rinnovo: addio già a gennaio?

Calciomercato
Milan, Maldini blinda Leao. Inter, assalti per Dumfries e Skriniar
26/09/2022 ALLE 06:40
Secondo la Gazzetta dello Sport, la trattativa per il rinnovo di contratto di Milan Skriniar e l’Inter è bloccata e già a gennaio il PSG è pronto a tornare all’assalto con l’Inter per regalare il difensore desiderato a Galtier con un’offerta molto meno onerosa rispetto a quella presentata nelle ultimissime ore di mercato (55-60 milioni € più bonus). L’entourage dello slovacco, secondo il quotidiano milanese, ha chiesto per rinnovare il proprio accordo un ingaggio da 7,5 milioni di euro più bonus, una cifra che l’Inter – che oltre i 6 milioni di € più bonus non può ergersi – non intende mettere sul piatto. Il PSG sta appostato come l’avvoltoio sulla spalliera a scrutare la situazione e – per anticipare di 6 mesi l’acquisto evitando una difficile trattativa a costo zero – sarebbe intenzionato a proporre all’Inter una proposta da 25-30 milioni di €, circa la metà di quanto proposto in estate.
La nostra opinione: “Skriniar non si tocca”, “Skriniar non si vende”: pochi mesi fa erano questi gli appelli che la frangia più calda del tifo interista lanciava alla proprietà e alla dirigenza. La società ha resistito all’idea di cedere uno dei suoi totem difensivi, in scadenza nel giugno 2023 ma molto probabilmente ha solo prolungato di qualche mese l’inevitabile, ossia che lo stopper slovacco svesta il nerazzurro per trasferirsi al PSG, pronto a garantire a Skriniar un pluriennale con ingaggio monstre (almeno 9 milioni di €), la prospettiva di giocare con Messi-Mbappé-Neymar ed altri fenomeni e un contesto decisamente più competitivo a livello internazionale rispetto a quello che gli può garantire questa Inter. Il problema è che l’Inter non solo è ogni giorno più consapevole di poter perdere Skriniar ma rischia anche di ricavarci molti meno soldi di quanti ne avrebbe potuti raggranellare cedendolo a giugno o luglio. Già perché il PSG – anche se ha un budget faraonico per il mercato – non è in alcun modo fesso e a gennaio, farà un’offerta dimezzata per avere lo slovacco con 6 mesi d’anticipo. E l’Inter così si troverà dinanzi ad un bivio: accettare una proposta al ribasso a metà anno o perdere a parametro zero uno dei propri pilastri? Vicenda ingarbugliata e che abbiamo già visto con altre sfacettature in salsa rossonera nelle stagioni precedenti (dal caso Donnarumma a quello di Kessié solo per fare due rapidi esempi). A posteriori, forse, era giusto che l’Inter accettasse il ricco gruzzolo francese e rimpiazzasse Skriniar in estate alla stessa maniera con cui il Napoli ha fatto con Koulibaly/Kim quest’estate. Però col senno di poi, siamo bravi tutti...

Non solo Chelsea, anche il City in pressing su Leao

Rafa Leao ha sempre più estimatori in Premier League, già perché sulle tracce dell’esterno portoghese non c’è solo il Chelsea, prossimo avversario in Champions League dei rossoneri, ma stando ai media lusitani e al Corriere dello Sport c’è anche il Manchester City di Guardiola. Entrambe le formazioni inglesi non hanno presentato sul tavolo dei direttori dell’area sportiva Paolo Maldini e Ricky Massara, una proposta ufficiale, ma il pericolo è costantemente dietro l’angolo vista la potenza di fuoco che questi club possono proporre.
La nostra opinione: il Milan da oltre un anno sta provando ad allungare il rapporto con Leao, ma non ci è ancora riuscito perché le richieste sono aumentate e soprattutto perché, a causa delle problematiche emerse per il risarcimento di 19 milioni che il giocatore deve garantire allo Sporting per la rescissione nel 2018 ai tempi del suo trasferimento al Lille, questa situazione ha cambiato le carte in tavola, coinvolgendo inevitabilmente anche i rossoneri. Il portoghese è riconoscente nei confronti del Milan e ha ribadito a Maldini e al club la volontà di restare a lunga al Diavolo, che bisognerà vedere se accetterà la richiesta di 7 milioni di € più bonus, decisamente più alta rispetto agli standard attuali degli ingaggi del club di via Aldo Rossi. “Non ci sono giocatori incedibili nel calcio odierno” ha ricordato pochi giorni fa Maldini al Festival dello Sport di Trento... L’impressione è che però solo un’offerta shock da almeno 120-130 milioni di € potrebbe far vacillare il Milan e convincere a malincuore a liberarsi del proprio top player.

Ndicka, è derby Juve-Roma

Secondo il Tutto Sport s’infiamma la corsa per Evan Ndicka, 23enne difensore francese in forza all’Eintracht Francoforte e con contratto in scadenza nel 2023. Il centrale transalpino non ha intenzione di prolungare la sua esperienza in Bundesliga e guarda con favore alla nostra Serie A dove oltre ai bianconeri c’è anche la Roma.
La nostra opinione: Cherubini e Tiago Pinto hanno mostrato anche nell’ultima campagna acquisti di essere molto vigili e scaltri a tesserare giocatori a costo zero. Di sicuro molto dipenderà dalla proposta che le due squadre offriranno all’entourage del ragazzo e anche quali traguardi taglieranno le due squadre che hanno obiettivi comuni ed ambiscono entrambe a qualificarsi fra le prime quattro in campionato. Di certo a entrambe serve un giovane difensore centrale di piede sinistro, giovane e futuribile... Se sarà Ndicka lo scopriremo nelle prossime settimane.

Pioli: "Leao sta giocando ad alto livello, CDK può fare la punta"

Calciomercato
🗞 Inter su Musah, Milan attento ai corteggiatori di Leao
11 ORE FA
Calciomercato
🗞 Il Napoli corteggia Adama Traoré, Juventus su Kiwior
IERI ALLE 07:40