Luis Alberto, che era centrale nel progetto di Simone Inzaghi, è diventato quasi stabilmente una riserva con Maurizio Sarri nell’ultimo anno e mezzo. L’eurogol contro l’Inter alla terza giornata di questa Serie A non ha ristabilito le gerarchie del passato, come qualcuno pensava. Lo spagnolo è rimasto così un jolly, da schierare ogni tanto, e spesso a partita in corso. Troppo poco per il Mago, che è ha continuato a dimostrare di saper giocare molto bene a calcio e non può quindi certo accontentarsi di uno scarso impiego. In estate il numero 10 sembrava destinato a cambiare aria (il Siviglia su di lui), poi è rimasto. La situazione però continua ad essere incerta, e il suo nome potrebbe tornare al centro di voci di mercato, già nella finestra invernale.

UNO DEGLI AGENTI DI LUIS ALBERTO: "I CICLI POSSONO FINIRE"

Serie A
Sarri: "3-0? Risultato bugiardo. Il Mondiale non lo guarderò"
13/11/2022 ALLE 22:43
Il calciatore è seguito da un’agenzia spagnola che si chiama You First. Negli scorsi mesi i procuratori di Luis Alberto hanno incontrato Igli Tare, ds della Lazio. E probabilmente in questa pausa ci saranno nuovi contatti. Uno degli agenti del numero 10, Miguel Alfaro, ha rilasciato alcune dichiarazioni al Corriere dello Sport sulla posizione del suo assistito. “La situazione sarà gestita in base alla logica di quanto sta accadendo”, afferma. Alfaro è onesto poi nel comunicare un disagio che sta vivendo il Mago, con un riferimento diretto a Maurizio Sarri: “Tutto è rispettabile e giustamente tocca all’allenatore decidere. Ma è anche rispettabile che un giocatore che fa già parte della storia del club, che ha vinto titoli, che ha dato e sta dando tutto ancora per la Lazio, non si senta a suo agio in una situazione come questa. Per questo sia la società che noi vogliamo trovare un modo per non continuare a convivere con una situazione scomoda visto che Luis vuole confermare di avere ancora tanti anni di calcio davanti”. Alfaro non dichiara la fine della storia tra Luis Alberto e la Lazio, è molto corretto nel presentare la vicenda, e non vuole mettere nei guai nessuno. Tuttavia, non esclude un nuovo capitolo lontano dalla capitale per il centrocampista: “Sicuramente la situazione si risolverà, anche se si dovesse accettare che nel calcio spesso i cicli possono finire”. Dietro a questa frase si nascondono le intenzioni della You First, che pare sempre più decisa nel cercare un accordo con i biancocelesti per permettere a Luis Alberto di esprimersi in un altro contesto. Maurizio Sarri sarebbe favorevole alla sua cessione, la Lazio però non vuole svenderlo e vuole avere la possibilità anche di rimpiazzarlo. Infine, ovviamente, il giocatore che ha solo 30 anni spera di poter giocare ancora ad alti livelli, in campionati importanti, magari in Liga, che è il suo sogno nel cassetto.

Sarri: "Luis Alberto? Speriamo di risolvere tutti i problemi per..."

SARRI-LUIS ALBERTO: UNA RELAZIONE COMPLICATA

Maurizio Sarri e Luis Alberto non si sono mai compresi fino in fondo. Già il primo approccio, al ritiro di Auronzo del 2021, era stato problematico e nel tempo le cose sono peggiorate. Il tecnico non ha mai messo in discussione le doti tecniche dello spagnolo (anche perché sarebbe irragionevole farlo), ma, a giudicare dalle scelte di formazione di questo anno e mezzo, in quel ruolo ricerca altre caratteristiche. Più intensità, più costanza, più partecipazione ad entrambe le fasi. Tant’è vero che Matias Vecino, arrivato in estate, ha superato nelle gerarchie il Mago pur non disponendo dello stesso bagaglio di giocate illuminanti e persino provenendo da anni poco brillanti. Il fatto di non percepire su di sé la fiducia dell’allenatore ha poi inciso negativamente sulle prestazioni del numero 10, il quale comunque ogni tanto ha ancora dei lampi di genio. In questa stagione di Serie A è stato in panchina per l’intera durata del match in due occasioni, e delle altre 13 sfide soltanto 5 le ha giocate dal 1’, e in quei casi è stato sempre sostituito. Un minutaggio troppo esiguo, seppur aggiustato con qualche presenza in Europa League (non nelle partite decisive). Può essere contento almeno di esser stato titolare nel derby, la spiegazione è però da ricercarsi nelle numerose indisponibilità. Nella gara contro la Roma, Sarri lo ha cambiato mentre era fuori dal campo per un problema fisico. Lui voleva rientrare ma il tecnico ha preferito non rimanere altro tempo in inferiorità numerica. Probabilmente è la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Luis è infelice e dopo 6 anni in biancoceleste potrebbe davvero separarsi dal club con il quale ha vinto una Coppa Italia e due volte la Supercoppa Italiana.

Allegri: "Per Sarri la pausa Mondiali è un insulto? Se ci dicono di fermarci ci fermiamo"

Serie A
Juve-Lazio 3-0, le pagelle: Kean letale, Rabiot spettacoloso
13/11/2022 ALLE 22:35
Serie A
Romero, il baby bomber che fa volare la Lazio. A suon di record
11/11/2022 ALLE 10:33