Nonostante l’idea Superlega sia praticamente naufragata sul nascere – anche se resta da risolvere la grana Juventus, Real Madrid, Barcellona che non hanno ancora preso distanza dal progetto Super League – Alexander Ceferin è pronto ad ingaggiare nuove battaglie per ostracizzare alcune iniziative che tendono a minare gli equilibri del calcio così come lo conosciamo. Nel mirino del numero uno della UEFA c’è in particolare la proposta avanzata dal presidente della FIFA Gianni Infantino, di far giocare ogni due anni la Coppa del Mondo. Un’iniziativa che Ceferin, come spiega in un’intervista al quotidiano portoghese Record - è pronto a combattere anche con decisioni drastiche, come quella ad esempio che le Nazionali sotto l’egida della UEFA possano non prendere parte al nuovo mondiale biennale.
"Giocare il Mondiale ogni 2 anni è un'idea irrazionale. Il prossimo Mondiale, dopo il 2022, è quello previsto nel 2026. Se nel 2028 ci sarà un Mondiale vorrà dire che le Nazionali europee non vi parteciperanno perché il 2028 saranno impegnate nell'Europeo. I sudamericani sarebbero impegnati nella Copa América e non potrebbero giocare il Mondiale. È un'idea incredibilmente irrazionale, non è ciò di cui abbiamo bisogno. Se vuoi fare studi di fattibilità e hai i soldi per sostenerlo, va bene, ma col calendario attuale è impossibile. Già oggi i calciatori sono soggetti a infortuni perché giocano sempre, figuriamoci con una competizione supplementare ogni due anni. E’ una proposta politica ma totalmente fuori dalla realtà”.

Superlega: cronistoria di un progetto naufragato in 48 ore

Mondiali
Mondiali ogni 2 anni? La FIFA ci sta pensando
22/05/2021 A 09:17

"Superlega è stato uno shock, quando i 9 club..."

Ceferin è anche tornato sui concitati giorni dell’annuncio alla Superlega, raccontando lo stato d’animo e soprattutto come si è posto con i 6 club inglesi (Liverpool, Tottenham, Man United, Man City, Chelsea e Arsenal), le due compagini italiane (Milan e Inter) e l’Atletico Madrid quando hanno ammesso l’errore, mollato il progetto ‘scissionista’ e tornata nell’egida UEFA.
Per tutti noi è stato uno shock, sia per i club che per le varie leghe nazionali. Quando nove club hanno ammesso di aver aveva commesso un errore, ho cominciato a trattarli allo stesso modo in cui tratto le squadre che compongono la grande famiglia del calcio europeo.
Ceferin confida anche di non aver più avuto alcun contatto con Andrea Agnelli, Florentino Perez e Joan Laporta dal giorno dell’annuncio della Superlega anche se uno di loro ha provato a contattarlo: “Ho ricevuto un messaggio WhatsApp da uno di loro ma non ho risposto”.

Ceferin: "Perez presidente del nulla, Superlega mai esistita"

Calcio
Superlega, la FIFA sapeva tutto: la rivelazione del NY Times
20/05/2021 A 12:26
Copa America
Perla di Messi, poi Vargas: 1-1 tra Argentina e Cile
UN' ORA FA