Calcio
Champions League

Verso la nuova Super Champions: Milan e Inter rivedono l'Europa "gratis"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Champions League final 2007, AC Milan celebration (imago not in UK)

Credit Foto Imago

DaMarco Barzizza
09/08/2016 A 11:29 | Aggiornato 09/08/2016 A 11:43
@Barzo85

Con la proposta in atto tra club e Uefa, dal 2018 potrebbe nascere una competizione in stile Eurolega (basket), con tre qualificate sul campo e una per meriti storici. Rossoneri e nerazzurri, in caso di prolungate difficoltà nel qualificarsi, avrebbero una corsia preferenziale per via del palmares

La Champions League assomiglierà all’Eurolega di basket. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport - che anticipa una notizia che potrebbe cambiare la storia della massima competizione europea nei prossimi anni – Uefa e club starebbero progettando una svolta epocale che ridarebbe alla serie A le quattro qualificate: tre per merito sportivo e una per meriti storici.

Sarebbe questa l’idea perfetta per riportare in auge le milanesi, che negli ultimi anni faticano ad ottenere piazzamenti Champions. Nel triennio 2018-21 l’idea dovrebbe diventare realtà con questa struttura: 32 finaliste e 8 gruppi con cambio deciso dei criteri di qualificazione per avvicinare il torneo a quello sognato dai grandi club, la famigerata Superlega europea - per la quale i tempi non sono ancora evidentemente maturi (e forse non lo saranno mai perché si andrebbe a intaccare troppo i singoli campionati nazionali).

Serie A

Milan, Fassone è pronto alla rivoluzione: Pradè nuovo ds, Galliani chiamato dal Genoa

08/08/2016 A 18:58

Roberto Mancini non è più l'allenatore dell'Inter: arriva Frank De Boer

00:00:34

Allora via alla “Super Champions”: basta piccoli club di campionati minori, spazio alle “wild card” dei club con maggior storia. Così i quattro maggiori campionati (Inghilterra, Spagna, Italia e Germania) avrebbero quattro posti sicuri senza bisogno dei playoff, con 16 finaliste che apparterrebbero all’elite europea. Scelta che andrebbe in una direzione molto simile all’Eurolega di basket, regolata con inviti e partecipazione assicurata in base al palmares.

Da definire ci sarebbe il criterio, con l’ipotesi di qualificare le prime tre per diritto sportivo e la quarta per meriti storici. Pensate, vedendo il momento attuale, come gongolerebbe il Milan che da anni la zona Champions la vede col binocolo. Con questa nuova lega il ranking Uefa sarebbe pertanto rielaborato in base ai risultati, con l’obiettivo di garantire alle nobili decadute (Inter, Milan, Liverpool, Man United, Benfica, Chelsea… ) un posto in caso di mancata qualificazione sul campo.

Infine: alle Federazioni “medie” (Francia, Portogallo e Russia) andrebbero due posti sicuri, 4/5 a disposizione dei campioni uscenti delle nazioni che seguono nel ranking (Ucraina, Belgio, Olanda, Turchia e Svizzera) e gli ultimi 5/6 verrebbero decisi dai playoff (ai quali parteciperebbero circa 50 squadre).

UEFA president Michel Platini is "optimistic" that his six-year ban from football will be overturned

Credit Foto PA Sport

La proposta è già stata fatta e sembra ben avviata, la trattativa andrà vagliata dal nuovo presidente Uefa che sarà eletto il 14 settembre e chiuderà il vuoto di potere lasciato negli ultimi mesi dal post Platini. Tutto sembra andare in questa direzione, che regalerebbe a squadre come Milan e Inter l’incredibile possibilità di tornare ad ascoltare la musica della Champions senza dover forzatamente arrivare tra le prime tre della classifica finale. Un metodo poco meritrocratico, ma salvifico.

Serie A

Fonseca: "Non possiamo investire come Juve e Inter, seguiamo il modello Atalanta"

DA 35 MINUTI
Europa League

Conte: "Getafe importante per l'Inter, non per me. Non vogliamo avere rimpianti"

DA 2 ORE
Contenuti correlati
CalcioChampions LeagueMilanInter
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo