Le pagelle del Napoli

David OSPINA 6,5 - Sempre preciso e attento nelle uscite.
Nikola MASIMOVIĆ 6,5 - Si trova molto bene nella difesa a 3. Non lascia spazio all’affondo di Mané e dà una grossa mano agli altri due centrali.
Champions League
Ancelotti: "Mi aspettavo un Napoli così"; Klopp: "È stato bravo il loro portiere"
03/10/2018 A 22:09
Raúl ALBIOL 6,5 - Assolutamente perfetto nel primo tempo. Un po’ meno stabile nella ripresa, ma se la cava alla grande.
Kalidou KOULIBALY 7,5 - Si becca subito un giallo stupidissimo, ma nonostante il 'rischio rosso' confeziona una partita stupenda. Completamente mangiato Salah, che non riesce ad andargli via neanche in velocità.
José María CALLEJÓN 6,5 - Confinato al ruolo di ala destra non è sempre preciso quando ha la palla in area. Nel finale aumenta la sua pericolosità: Gomez gli dice di no salvando sulla linea, poi serve l’assist per il gol di Insigne.

Callejon - Napoli-Liverpool - Champions League 2018/2019 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Marques ALLAN 7,5 - Uomo ovunque del Napoli. Rincorre tutti gli avversari, lasciando solo le briciole al centrocampo del Liverpool. Per distacco, il migliore del Napoli in questo avvio di stagione.
Marek HAMSIK 7 - Gioca una partita di grande spessore davanti alla difesa. Il modulo lo aiuta a subire meno pressing dagli avversari e lui prova ad ogni occasione a verticalizzare per i due attaccanti. Cala solo nel finale, ma è sicuramente uno dei migliori. (dall’81’ Piotr ZIELINSKI sv - Entra per dare un po’ di respiro ad Hamsik. Poco appariscente nel finale).
Fabián RUIZ 6 - Gioca un po’ fuori dal coro. Il meno positivo, ma giocava in un ruolo non suo e si è sacrificato per il bene della squadra. (dal 68’ Simone VERDI 6 - Prova a creare superiorità numerica sulla fascia. Non sempre preciso, ma fa comunque la sua buona figura).
Mário RUI 6 - Ancelotti gli ritaglia un ruolo meno difensivo e il portoghese è sempre attivo sulla fascia sinistra. Peccato, non sempre i suoi cross sono precisi.
Arkadiusz MILIK 6,5 - Nel primo tempo fa buon gioco in coppia con Insigne, muovendo molto la difesa del Liverpool. Grande chance al 33’, meno pericoloso nella ripresa ma è comunque prezioso in pressing. (dal 68’ Dries MERTENS 6,5 - Aumenta la pericolosità del Napoli nel secondo tempo e centra una clamorosa traversa nel finale).
Lorenzo INSIGNE 8 - Nel primo tempo è imprendibile, senza lasciare punti di riferimento alla difesa avversaria. Nella ripresa cala, ma nel finale ha il guizzo decisivo che fa gioire tutto il San Paolo.
All. Carlo ANCELOTTI 8 - Cambia ancora modulo, con nuovi giocatori. Disegna una nuova squadra, che beffa Klopp che non riesce a studiare le contromosse. Emblematico il cambio di Mário Rui, spostandolo da terzino ad ala, evitando il possibile uno contro uno con Salah. Capolavoro.

L'esultanza di Lorenzo Insigne, Napoli-Liverpool, Getty Image

Credit Foto LaPresse

Le pagelle del Liverpool

Becker ALISSON 6 - Compie diversi interventi decisivi. Forse poteva fare meglio sul gol di Insigne.
Trent ALEXANDER-ARNOLD 5 - Non sfonda mai sulla fascia. Lascia troppo campo a Mario Rui.
Joe GOMEZ 5,5 - Sempre incerto su Milik e Mertens. Salva però sul gol fatto di Caleljon.
Virgil VAN DIJK 6 - Il più positivo in difesa. Non riesce ad essere, però, preciso quando deve far ripartire l’azione.
Andrew ROBERTSON 5 - Fa come il suo collega a destra. Non riesce mai ad essere pericoloso sulla fascia.
James MILNER 5,5 - Prova ad interdire e a costruire, ma fatica in mezzo al centrocampo del Napoli. (dal 76’ Tavares FABINHO sv - Più muscoli a centrocampo e più idee, ma l’ex Monaco non riesce a dare né uno né l’altro nel finale).
Georginio WIJNALDUM 5 - Fatica tantissimo a fare il play basso, contro il pressing del centrocampo del Napoli. Sempre saltato, mai propositivo.
Naby KEÏTA sv - La sua partita dura solo 19 minuti. Non è che avesse fatto bene fin lì, perdendo 2/3 palle molto pericolose. (dal 20’ Jordan HENDERSON 6 - C’è più equilibrio con lui in campo, ma i ritmi sono molto bassi quando il Liverpool prova a costruire).

Insigne - Napoli-Liverpool - Champions League 2018/2019 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Mohamed SALAH 5 - Non si è mai visto. In calo di condizione? Non riesce mai a superare Koulibaly in velocità.
Roberto FIRMINO 5 - Troppo chiuso in avanti, prova a conquistare il pallone a centrocampo ma sbatte contro il muro azzurro.
Sadio MANÉ 5,5 - Il più volenteroso del trio d’attacco, ma non riesce a sfondare dalle parti di Maksimović. (dall’88’ Daniel STURRIDGE sv - Sperava di segnare il gol partita nel finale come contro il Chelsea, ma non è sempre domenica).
All. Jürgen KLOPP 5 - Ancelotti lo sorprende e non riesce a contrastare il Napoli con le giuste contromosse. Si fa male anche Keïta, cambiando i suoi piani. Il suo Liverpool, in realtà, non entra mai in campo, non riuscendo ad essere mai pericoloso. Chi è la vecchia volpe?
Champions League
Dominio totale del Napoli: 1-0 al Liverpool, decide Insigne al 90'
03/10/2018 A 18:09
Coppa d'Africa
Nigeria straripante, Ola Aina flop, Salah indispensabile: il diario
10 ORE FA