Juventus-Manchester United sarà la partita di Paul Pogba: il francese torna per la prima volta da avversario allo Stadium, il palcoscenico che l'ha lanciato nel grande calcio e che gli ha consentito di farsi conoscere a livello internazionale. Tornerà per 90 minuti, ma la speranza (concreta) dei tifosi juventini è quella di rivederlo in pianta stabile in maglia bianconera. Magari già a gennaio.

Pogba a Manchester: 2 anni complicati e il problema Mourinho

Calciomercato
Pogba, nostalgia Juventus: "Torino casa mia, era come una famiglia"
01/11/2018 A 18:37
Non è un segreto che l'avventura di Pogba al Manchester United abbia riservato finora più delusioni che gioie. La conquista dell'Europa League 2017, senza dubbio il punto più alto a livello sportivo, è stata una delle poche soddisfazioni per il francese che per il resto ha dovuto fare i conti con un feeling mai nato con l'ambiente e in particolare con José Mourinho. Approdato a Old Trafford nell'estate 2016 con l'ingombrante etichetta di giocatore più pagato della storia, Pogba non ha mai convinto del tutto a livello di personalità e di leadership. Gli spifferi sempre più insistenti raccontano quasi quotidianamente di un grande gelo con i Red Devils che potrebbe sfociare in un nuovo, clamoroso trasferimento a ritroso. Una parabola che presenta parecchie analogie con quella di Bonucci al Milan, tanto che in Inghilterra sono convinti che Pogba avrebbe voluto lasciare Manchester già in estate.

Massimiliano Allegri e Paul Pogba

Credit Foto Getty Images

Il ritorno alla Juventus: perché sì

Senza dubbio il Pogba-bis alla Juventus rappresenterebbe un surplus non indifferente a livello tecnico per Massimiliano Allegri, che aggiungerebbe classe e fosforo al centrocampo e tatticamente avrebbe a disposizione un’ulteriore variante. Il francese, dal canto suo, approderebbe in una squadra che gira a mille e non avrebbe nessun problema a inserirsi in un ambiente che conosce alla perfezione e dove tutti (a partire dai tifosi) gli vogliono bene. E il regolamento Uefa dà una grossa mano alla Juventus: i giocatori che cambiano maglia durante la finestra invernale di mercato, infatti, da quest’anno possono giocare la fase a eliminazione diretta della Champions.

I numeri di Pogba in bianconero

StagionePresenzeGolAssist
2012-133750
2013-1451916
2014-15411011
2015-16491016

Il ritorno alla Juventus: perché no

Dopo l’acquisto di Cristiano Ronaldo, definito l’affare del secolo, l’approdo di un’altra stella del calibro di Pogba (il cui ingaggio non è trascurabile) rischierebbe di modificare gli equilibri e gli umori all’interno dello spogliatoio. L’arrivo del francese, inoltre, sarebbe quasi certamente il preludio all’addio di un big (Pjanic il maggiore indiziato).

Paul Pogba

Credit Foto Getty Images

Il precedente di CR7: lo Stadium prepara un’accoglienza speciale

Ma sognare non costa nulla e i tifosi juventini preparano per Pogba un’accoglienza speciale. Anche perché l’esperienza recente fa ben sperare: la standing ovation tributata dallo Stadium a Ronaldo lo scorso 3 aprile dopo la sua fantastica rovesciata nell’andata dei quarti di Champions ebbe un peso non indifferente, a detta dello stesso CR7, nella sua decisione di lasciare il Real Madrid. Vedremo se mercoledì sera il cuore di Pogba verrà scaldato allo stesso modo.
Champions League
Ronaldo, Pogba, dopo Tevez e Ibra: quanti incroci e quanti ex tra United e Juventus
23/10/2018 A 12:41
Premier League
Mourinho: "Pogba? Nessun giocatore è più grande del Manchester United"
28/09/2018 A 15:00