E’ il Real Madrid l’avversario dell’Atalanta agli ottavi di finale di Champions League. Non un gran sorteggio per la Dea che però da seconda qualificata aveva ben poche chance di pescare una squadra “abbordabile”. Certo, il Real di questa stagione è apparso fin qui una squadra tutt’altro che imbattibile. Avversaria dell’Inter nel girone, il Real di Zidane è riuscito a qualificarsi da primo solo con un colpo di coda all’ultima giornata. Nelle 6 uscite di Champions il Madrid ha tutt’altro che impressionato, perdendo due volte con lo Shakhtar e incassando in tutto 9 gol in 6 partite: tanti.

Attenzione però perché la situazione proprio dalla partita decisiva pare essere girata in casa dei Blancos. Il passaggio del turno soffrendo ha ricompattato l’ambiente; e il Real – partito male in campionato – sembra aver girato la situazione anche in Liga. Il 2-0 nel derby sull’Atletico Madrid ha infatti riportato Zidane a -3 dalla vetta. Al di là della rincorsa delle ultime uscite che pare aver messo la ‘Casa Blanca’ sui binari giusti, il Real Madird pare una squadra meno forte rispetto al recente passato. Le fondamenta restano le stesse del Real capace di vincere 3 edizioni consecutive di questa competizione tra il 2016 e il 2018: Ramos e Varane dietro: Modrid-Casemiro-Kroos in mezzo al campo; Benzema davanti. Ma il tempo scorre inesorabile anche per questi grandissimi fuoriclasse e la partenza di Cristiano non è stata del tutto ancora somatizzata al meglio, come dimostrato anche da qualche screzio di spogliatoio con i “sostituti” Vinicius o Rodrygo.

Champions League
Zidane: "Grande rispetto per l'Atalanta, ma ora testa alla Liga"
14/12/2020 A 15:45

La stella: Karim Benzema

La stella di questa squadra resta Karim Benzema. Non si resta per più di 10 anni titolari del Real Madrid se non si ha qualcosa di veramente speciale e Benzema ce l’ha senza dubbio. Dalla partenza di Ronaldo si è ripreso sulle spalle il peso offensivo dell’attacco del Real Madrid e anche in questa stagione è stato lui fin qui a far vedere le cose migliori: 4 gol e 3 assist in Liga; 4 gol in Champions League. Su Benzema ruota dunque tutto il sistema offensivo del Real Madrid che però, come detto, rispetto al passato, pare un avversario più “abbordabile”. Virgolettato d’obbligo.

Karim Benzema, Real Madrid

Credit Foto Getty Images

Date

  • Andata: Atalanta-Real Madrid, mercoledì 24 febbraio
  • Ritorno: Real Madrid-Atalanta, martedì 16 marzo

Formazione tipo

Zidane ha testato qualcosina, ma di fatto poi è ritornato al suo classico 4-3-3 la cui ossatura è la stessa di sempre:

Real Madrid (4-3-3): Courtois; Vazquez, Varane, Ramos, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Rodrygo, Benzema, Vinicius.

Precedenti

Non esistono. D’altra parte la storia europea della Dea, esclusa una breve apparizione, è veramente freschissima. Possiamo dire però che l’Atalanta ha un invidiabile 100% di passaggio del turno negli ottavi di finale di Champions League; ovvero il precedente dell’anno scorso, per altro proprio contro una squadra spagnola: il Valencia.

La nostra opinione

Sarà una sfida complicatissima, ma non totalmente proibitiva. Per esperienza, blasone, qualità, è inutile sottolineare come il Real Madrid sia una squadra enormemente superiore all’Atalanta. Bisognerà capire però più che altro lo stato di forma del Real Madrid tra un paio di mesi: avranno definitivamente risolto i loro problemi, come sembrano aver fatto capire nelle ultime due uscite con ‘Gladbach e Atletico Madrid, o saranno ancora la squadra ballerina e poco coesa di inizio stagione? La chiave è tutta qui. Se il Real ‘fa il Real’, per l’Atalanta le chance saranno tendenzialmente poche. Se il Real però si distrae o penserà di aver vita facile, la squadra di Gasperini a quel punto diventerà un ostacolo tosto. Anche perché nonostante la Dea non abbia dato la sensazione di girare come l’anno scorso, questa squadra è andata a vincere ad Anfield e ad Amsterdam contro Liverpool e Ajax. Non esattamente due compagini ‘a caso’. Insomma, devono incastrarsi un po’ di fattori, ma potrebbe venirne fuori un incrocio interessante. Quel che è certo è che l’Atalanta proverà a giocarsela come sempre con le proprie armi.

Percassi: "Il Real è uno squadrone, speriamo di fare bella figura"

Champions League
Alla scoperta del Bayern, rivale della Lazio agli ottavi
14/12/2020 A 14:42
Champions League
Alla scoperta del Porto, rivale della Juve agli ottavi
14/12/2020 A 12:48