"Farò tutto il possibile per trattenere Messi a Barcellona". Joan Laporta ci prova ancora, ricandidandosi alle elezioni per la presidenza del Barcellona. Ma ne vale davvero la pena?
Il Messi visto al Camp Nou contro il PSG è solo il lontano parente del giocatore che abbiamo imparato ad amaro negli anni d'oro del Barça di Guardiola e ancora nelle stagioni successive, segnate dai suoi 50+ gol e magie. La Champions lo esaltava, oggi segna ma lo fa solo su calcio di rigore (tutti e 3 i gol di quest'anno), gioca ma non trascina (forse non lo ha mai fatto sul serio, direte voi, ma quando partiva lui...), si arrabbia ma si abbatte.

Messi-Barcellona: è la fine

Credit Foto Getty Images

Champions League
Messi a segno per il 17° anno di fila: eguagliato Raul
16/02/2021 A 21:28

L'immagine

Al 19' della ripresa Mbappé segna il raddoppio per il PSG: un gol pesante come un macigno che di fatto segna la partita e - già in quel momento - la qualificazione per i quarti di Champions. La reazione di Messi è la sintesi del momento suo e del Barcellona: la Pulce allarga le braccia sconfortato, sbatte i pugni, poi scuote il capo e indirizza qualche parola ai compagni di squadra, gesticolando in maniera molto evidente.

Disinteressato

Forse la parola giusta per definire l'atteggiamento di Messi. Ormai la sua testa non è più sul Barcellona e sulla fascia che porta. Dopotutto provate voi a giocare con la maglia di un club a cui avete chiesto più volte di essere ceduto.
Anche in occasione di QUEL 6-1 si parlava di fine di un'epoca, ma poi ci QUELLA reazione. Ora il Barcellona è diverso, in crisi finanziaria e non allineato sul campo, e anche Messi non è più quello di una volta, svogliato e con la testa da un'altra parte. La sensazione che un ciclo, quello di Messi al Barça, sia terminato e che sia ora ti pensare al futuro, sia per il club che per lui. Per evitare figure come quella contro il PSG.

Futuro: più City che PSG

Lionel Messi difficilmente andrà al PSG nella prossima stagione: il prolungamento di contratto di Mbappé, in scadenza tra un anno e mezzo, renderebbe di fatto impossibile un investimento monstre come quello che sarebbe necessario per arrivare alla Pulce argentina. Che ha 34 anni ma ha ancora uno stipendio impensabile per molti.

Messi vs PSG

Credit Foto Eurosport

Ma non per tutti: ecco quindi che la serata del Camp Nou potrebbe essere una notizia positiva per il Manchester City, promesso sposo di Messi sin dai tempi del rinnovo di contratto di Pep Guardiola, con cui l'argentino potrebbe andare alla ricerca di una "seconda giovinezza" che al momento sembra impensabile su altre latitudini.
Messi ha da sempre fatto sapere di voler giocare ancora con Neymar, ma l'età e la prospettiva di poter lottare ancora per la Champions League dovrebbero convincerlo ad accettare il progetto-Guardiola. Forse allora rivedremo il vero Messi, e non la sua brutta copia.

Pochettino coccola Mbappé: "Mi ha detto: ci penso io..."

Calciomercato 2020-2021
Caso Messi: nervi tesi tra Barcellona e PSG
09/02/2021 A 08:05
Champions League
Multa per lo speaker del Porto: insultò CR7 e la Juve
29/07/2021 A 16:08