Borussia Dortmund-Manchester City ritorno dei quarti di finale di Champions League disputatosi al Signal Iduna Park, si è concluso col punteggio di 1-2 in favore dei Citizens. Gara arbitrata da Carlos del Cerro Grande. Vittoria meritata dalla formazione di Guardiola, che ha capitalizzato sul netto predominio territoriale solo nel secondo tempo. Decisivo il rigore concretizzato da Mahrez (su fallo di mano di Emre Can) e la botta angolata di Foden (su assist di Bernardo Silva). Tra le fila del Borussia Dortmund brilla la giovane stella di Bellingham, che segna di piatto a 15' dall'avvio di gara. Decisamente sottotono Reus e Haaland.
Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match.

Le pagelle del Borussia Dortmund

Calciomercato 2020-2021
Kane non si presenta in ritiro: vuole il City. Roma su Delaney
UN GIORNO FA
Marwin HITZ 5,5: sul rigore di Mahrez intuisce ma non para, sul tiro di Foden gli si piegano le mani. A volte imprudente in fase di rinvio.
Mateu MOREY 5: numerose, imperdonabili distrazioni; Foden gli dà la caccia per tutta la gara e non lo fa respirare; poi perde una palla sanguinosa al limite dell’area di rigore, che si trasforma in una traversa clamorosa di De Bruyne. È un classe 2000, deve ancora maturare. (81' TIGGES sv).
Manuel AKANJI 5,5: partita tranquilla, all'ombra di Hummels. Nel primo tempo sfiora il gol schiacciando di testa da posizione ravvicinata.
Mats HUMMELS 6: da dietro imposta l’azione e cerca di alleggerire la portata del pressing asfissiante inglese. Sa quando far rifiatare la squadra, e quando aumentare i giri.
Raphael GUERREIRO 5,5: su quella fascia sprinta più volte Mahrez, e nel primo tempo legge benissimo i raddoppi e lo imbriglia in più di un’occasione. Poi collassa assieme a tutta la squadra dopo la follia di Emre Can.
Jude BELLINGHAM 7,5: la nota sublime di questa serata; prima piazza un piattone a giro sotto il sette, poi salva poco prima della linea di porta, su conclusione a botta sicura di Mahrez. Non ha paura di affondare i tackle più duri, rispedisce l’accanito pressing al mittente. Ah, e ha solo 17 anni. (81' BRANDT sv).
Emre CAN 4,5 : A tratti spaesato, prova a smuovere la partita con lanci lunghi. Sugli sviluppi di uno di questi, nasce il vantaggio di Bellingham. Poi l'errore cruciale in area di rigore: tocco di braccio, e risultato che si incanala verso la sponda del City.
Mahmoud DAHOUD 5,5: il più propositivo là davanti nei minuti iniziali, poi Terzic gli chiede di rientrare per proteggere il risultato e si inabissa. (76' HAZARD sv).
Ansgar KNAUFF 5: titolare a sorpresa, viene annullato dalla pressione prolungata dei citizens. A questi livelli (e a questa giovane età) servirebbe più personalità. (69' REYNA 5: neanche lui riesce a lasciare un'impronta sul match).
Marco REUS 4,5: impalpabile. Non crea gioco, non cerca le discese di Haaland, è un corpo alieno durante tutti i 90'.
Erling HAALAND 5: il suo scatto in profondità propizia il gol del momentaneo vantaggio giallonero. Poi, con l'avanzata del City, recita la parte del leone in gabbia. Nessun pallone giocabile, deve arretrare e subire l'autorità di Ruben Dias.
All. Edin TERZIC 5: il suo Borussia Dortmund, dopo aver rimediato un insperato vantaggio nei minuti iniziali, si siede sugli allori; impossibile serrare le mura difensive contro il rimto asfissiante degli avversari. Quando Mahrez ribalta il parziale, il Dortmund non reagisce da squadra.

Guardiola, Manchester City

Credit Foto Getty Images

Le pagelle del Manchester City

EDERSON 6: pizzica solamente la conclusione di Bellingham, che termina in rete. Per il resto, l'attacco del Borussia Dortmund lo impegna poco.
Kyle WALKER 6: qualche cross chirurgico a cercare le spizzate di Rodri, poi fa la guardia esperta a un dormiente Reus.
John STONES 6,5: serra la linea difensiva, fa fare il lavoro sporco al collega Dias.
Ruben DIAS 7: si mette nel taschino Haaland dall’inizio della partita, e non lo molla più. Prova magistrale.
Oleksandr ZINCHENKO 6,5: sfiora il vantaggio di testa, si intende perfettamente col compagno di fascia Foden, fa impazzire Morey e Knauff.
Kevin DE BRUYNE 6,5: detta il ritmo di gioco, è il respiro vitale di questo City. La traversa gli nega un'ennesima notte di gloria personale.
RODRI 6,5: partita ordinata e propositiva: cerca più volte l'anticipo su palla ferma, andando ad impensierire i radar tedeschi. Ci mette l'intensità sufficiente ad accedere a una semifinale di Champions.
Ilkay GUNDOGAN 6: qualche intervento in ritardo, qualche parola di troppo al 17enne Bellingham. Cerca incursioni e rimpalli favorevoli lungo tutta la trequarti avversaria.
Riyad MAHREZ 7,5: nel primo tempo viene imbrigliato dalla morsa difensiva giallonera, poi il rigore gli concede la possibilità di redimersi: freddo e a botta sicura, poi non si ferma più; con i tedeschi sbilanciati, trova spazi per fare male. (87' - STERLING sv).
Bernardo SILVA 7: un assist disegnato in allenamento riscatta una prova anonima. Nella posizione di falso nueve, ha faticato non poco tra le torri giallonere.
Phil FODEN 7,5: pressing forsennato sin dai minuti iniziali, intensità e tanta qualità sulla punta dei piedi; il suo siluro piega le mani a Hitz. Foden è sempre di più la stella del City e del calcio inglese.
All. Pep GUARDIOLA 7: la squadra non ha mai creduto all'eliminazione, nemmeno tornando agli spogliatoi sotto di 1-0. Possesso palla e fraseggi deliziosi, serviva solo aver pazienza per mandare in cortocircuito la difesa dei Tedeschi. Il suo City è ancora in corsa per Champions League, Premier League, FA Cup e Carabao Cup. Il sogno "quadruple" continua.
IL REPORT DEL MATCH

Guardiola: “L’autografo di Haaland all’arbitro? Magari era un fan”

Serie A
Troppo Dortmund per il Bologna: Mihajlovic ko 3-0
30/07/2021 A 17:12
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (28/07)
28/07/2021 A 18:46