Venti minuti abbondanti nel palcoscenico più scintillante che ci sia, senza macchie a sporcare il suo battesimo di fuoco: c’è un volto nuovo in casa Juventus, è quello del difensore centrale rumeno classe 2002 Radu Dragusin. Lanciato nella mischia da Andrea Pirlo contro la Dinamo Kiev al 69esimo, al posto del “collega” Merih Demiral, Radu ha coronato il sogno di esordire nella prima squadra della Juventus.

Beffati Atletico e PSG

Champions League
Le pagelle di Juventus-Dinamo Kiev 3-0: Chiesa si prende la scena
02/12/2020 A 22:10
Come spesso capita, la corsa ai migliori talenti del panorama europeo è irta di insidie: la task force di mercato bianconera guidata da Fabio Paratici ha difatti dovuto sgomitare parecchio per strappare il gioiello del Regal Bucarest alla concorrenza particolarmente agguerrita di Paris Saint-Germain e Atletico Madrid. Alla fine l’ha spuntata la Vecchia Signora, grazie anche alla ferma volontà del ragazzo e a quel mantra ripetuto senza soluzione di continuità: “Voglio giocare nella Juve”. Dopo la trafila nell’Under 19 e nell’Under 23 sotto l’egida del mister e mentore Lamberto Zauli Radu si è già tolto lo sfizio del debutto al piano più alto in attesa di dimostrare il suo reale valore tra i grandi. Il tempo è un suo alleato considerando la carta d’identità.

Identikit e prospettive

Radu Dragusin è un difensore centrale puro che sta studiando alla prestigiosa scuola di Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini. Il suo idolo conclamato è Virgil van Dijk ma per arrivare a quel livello dovrà ancora mangiarne di pasta, come si suol dire: fisico (1.91 x 83 kg) ed esplosività ci sono, la tecnica è ancora da affinare per sua stessa ammissione. Il contratto con la Juve scadrà il prossimo giugno e in queste ore sono in corso approfondite valutazioni nel quartier generale bianconero: cosa fare con questo scalpitante ragazzo? Il rinnovo pare proprio la soluzione più sensata.

Chiellini, Demiral: infermeria piena

Se Chiellini e Demiral hanno da poco rinfoltito l'infermeria di Vinovo, Leonardo Bonucci e Matthjs de Ligt sono appena usciti ritornando abili e arruolabili per mister Andrea Pirlo. Considerando le porte scorrevoli dell'infermeria bianconera per Radu Dragusin ci sono buone possibilità di ottenere altri gettoni in prima squadra nell'immediato. Sarà aggregato già per il Derby della Mole in programma per sabato 5 dicembre alle 18:00? Lui dopotutto in parte è uomo-derby: lo scorso anno segnò in uno Juventus-Torino del campionato Primavera.

Pirlo: "Vogliamo giocarci il primo posto del girone"

Champions League
La Juventus vince e si diverte con la Dinamo Kiev: 3-0
02/12/2020 A 19:21
Calciomercato
Khedira ai margini della Juventus: "Non è colpa di Pirlo"
29/11/2020 A 12:13