Ci risiamo. Lo 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk ha chiuso la stagione europea dell'Inter che non solo non si è qualificata agli ottavi di finale di Champions, ma non verrà nemmeno ripescata in Europa League. Antonio Conte aveva definito il Gruppo B come il più difficile di questa edizione ma, in realtà, Shakhtar Donetsk e Borussia Mönchengladbach sembravano tutto fuorché irresistibili. Ecco che la società farà una riflessione: continuare o no con Conte? Il tecnico salentino doveva far fare il salto di qualità dopo la gestione Spalletti, ma per ora non si vedono grandi risultati, anche se - è doveroso sottolinearlo - la scorsa stagione ha comunque visto l'Inter arrivare 2a in campionato e in finale di Europa League.

Conte: "Cambi? Vi do il fischietto, fate voi gli allenatori"

Champions League
Conte: "Inter non rispettata da arbitri e VAR"
09/12/2020 A 22:40

Classifiche e risultati

Champions League, classifiche e risultati gironi | Europa League, classifiche e risultati gironi

Inter eliminata e scatta il #ConteOut

Ci aspettiamo un verdetto da parte della società, ma non manca quello dei tifosi che hanno mandato in tendenza l'hashtag #ConteOut già qualche secondo prima del fischio finale del Meazza. È un tormentone che abbiamo visto in quasi tutte le giornate di questa fase a gironi di Champions... I tifosi interisti sono arrabbiatissimi con Conte che non è riuscito a dare mentalità alla sua squadra e che ha lasciato in cantina Eriksen nei momenti decisivi della stagione.

L'Europa: tasto dolente per Conte

Per la terza volta in carriera, Antonio Conte è stato eliminato alla fase a gironi di Champions. Se nell'annata 2019-2020 ci poteva stare, avendo contro avversari come Barcellona e Borussia Dortmund, fa malissimo l'eliminazione di questa stagione. Pur considerandole buone squadre, Shakhtar Donetsk e Borussia Mönchengladbach non erano formazioni superiori all'Inter e lo stesso Real Madrid è parso molto lontano dalla squadra che fino a qualche anno fa dominava in Europa. Beh, come detto, è la terza volta che Conte non trova gli ottavi di finale, e questo è un po' la sua nota stonata in carriera. Così come alla Juventus e al Chelsea. E dire che l'ex ct della Nazionale era stato assunto proprio per dare una mentalità più internazionale alla sua squadra, forte del percorso fatto con l'Italia e con il Chelsea. Qualcuno, infatti, dice: per uscire alla fase a gironi c'era già riuscito Spalletti. Bisognava fare meglio e gli strumenti per farlo c'erano...

Eriksen: un acquisto sprecato

A Gennaio dello scorso anno, Conte fece di tutto per chiedere un ritocco della rosa a disposizione. Anzi, l'eliminazione dalla Champions si poteva imputare ad una rosa non molto profonda. Visto che l'Inter cercava di stare al passo della Juventus in campionato, servivano forze fresche per essere competitiva in Italia e in Europa. Marotta, con il benestare economico della società, era riuscito a strappare Eriksen alla concorrenza delle grandi d'Europa, che speravano di ingaggiare il danese gratis. L'Inter ha giocato d'anticipo, pur pagando 27 milioni un giocatore che sarebbe andato in scadenza qualche mese dopo, ed è riuscita a 'regalarsi' il trequartista del Tottenham. Non è stato però amore a prima vista, con un lento inserimento in squadra. Eriksen non è mai diventato un titolare e in questa nuova annata, l'ex Ajax è riuscito ad avere ancora meno minutaggio.

Eriksen e Sensi - Inter - Serie A 2020

Credit Foto Imago

Il perché? Conte, e lo stesso Marotta, ha detto che non è un funzionale al suo modulo. E, quelle volte che è partito titolare, l'aver utilizzato il trequartista ha danneggiato i nerazzurri. Sta di fatto che nell'ultima giornata, decisiva, della fase a gironi, Conte ha preferito giocare con un Barella acciaccato piuttosto che schierare Eriksen, a cui non manca sicuramente l'esperienza in Europa. Un altro fallimento della sua gestione

Così CR7 ha vinto il duello stellare con Messi

Champions League
Inter-Shakhtar 0-0, pagelle: Lukaku tradisce
09/12/2020 A 22:10
Champions League
Delusione Inter: solo 0-0 con lo Shakhtar, Europa addio
09/12/2020 A 21:55