Inter-Real Madrid è una partita che somiglia molto a una gara da dentro o fuori, che mette in palio punti pesantissimi per il futuro europeo di entrambe le squadre. Handanovic e compagni, in particolare, non possono permettersi un passaggio a vuoto: perdere contro i Blancos anche a San Siro comprometterebbe le loro chance di qualificarsi agli ottavi di finale. Eppure Antonio Conte, nonostante i balbettii di questa prima parte di stagione fatta di risultati altalenanti e di una qualità di gioco deludente, può sorridere: al centro dell'attacco contro le merengues ci sarà Romelu Lukaku, il suo totem, l'uomo dal gol facile e dalle spalle larghe cui aggrapparsi in questo momento della stagione già decisivo. Una presenza di non poco conto, considerato che il belga era stato il grande assente (per infortunio) nel match d'andata perso 3-2 dall'Inter a Valdebebas.

Romelu Lukaku e Antonio Conte

Credit Foto Getty Images

Lukaku, un ritorno che pesa

Champions League
Inter e Real pieni di problemi: Conte al primo bivio
23/11/2020 A 19:29
Sottolineare l'importanza e il peso di Lukaku nell'attacco dell'Inter è persino superfluo: stiamo parlando di un giocatore che vanta uno score impressionante in questa prima parte di stagione con 9 gol (e 2 assist) in 9 partite ufficiali tra campionato e Champions League, e che l'anno scorso ha chiuso la sua prima annata in nerazzurro con un bottino di 34 gol (e 6 assist) in 51 presenze. La sua presenza a San Siro sposta - e di molto - gli equilibri rispetto alla sfida di tre settimane fa in Spagna, nella quale Conte era stato costretto a snaturare Perisic schierandolo nel ruolo di seconda punta a supporto di Lautaro Martinez. Se a questo aggiungiamo che il Real dovrà fare a meno di Sergio Ramos (non proprio l'ultimo arrivato) i motivi per sorridere in casa Inter non mancano.

I numeri di Lukaku all'Inter

CompetizionePresenze + gol
Serie A43 + 30
Champions League7 + 4
Europa League6 + 7
Coppa Italia4 + 2

Alexis Sanchez and Romelu Lukaku

Credit Foto Getty Images

L'opzione tridente

Il ritorno di Lukaku ha grande importanza anche dal punto di vista tattico, anche perché è sotto gli occhi di tutti quanto successo domenica pomeriggio contro il Torino. Nel momento di maggiore difficoltà, quando serviva rimontare lo svantaggio senza fare troppi calcoli, Conte non ha esitato ad andare all'assalto con una squadra iper-sbilanciata e munita del tridente offensivo Lukaku-Lautaro-Sanchez. Il risultato ha premiato la sua scelta e non è escluso che uno scenario simile possa ripetersi anche contro il Real Madrid. Rispetto a Valdebebas, quindi, il tecnico interista ha a disposizione una carta importante da utilizzare a partita in corso. Anche se, naturalmente, tutti i tifosi interisti sperano che non ce ne sia bisogno.

Conte: "La mia Inter ha perso ferocia"

Champions League
Inter-Real Madrid: Benzema fuori da lista convocati
23/11/2020 A 16:00
Serie A
Conte: "L'Inter non è ancora una grande squadra"
22/11/2020 A 16:49