La finale di Champions League tutta inglese tra Manchester City e Chelsea in programma sabato 29 maggio allo stadio Ataturk di Istanbul potrebbe spostarsi a Wembley. Lo rende noto il Guardian, secondo cui una decisione in tal senso da parte dell'UEFA è attesa nelle prossime 48 ore. Al momento sono in corso colloqui con il governo britannico per valutare l'eventuale cambio di programma.

Turchia nella lista rossa inglese

L'idea di trasferire la finale di Champions League da Istanbul a Wembley nasce a seguito della decisione del governo britannico di inserire la Turchia tra i cosiddetti Paesi che compongono la lista rossa, ovvero quelli ad alto rischio contagio da Covid-19. Un provvedimento che, di fatto, comporta l'impossibilità per i sostenitori delle due squadre di viaggiare in direzione Istanbul dove, in occasione della finale, lo stadio sarà aperto a 25mila spettatori. Da qui la proposta della Football Association alla Uefa di prendere in considerazione il cambio di sede. "Sarebbe fantastico ospitare una finale tutta inglese - le parole del primo ministro britannico Boris Johnson riportate dal Guardian -. Sarebbe un peccato se i tifosi non potessero assistere alla partita".
Premier League
Il Chelsea rinvia la festa del City: Alonso gela l'Etihad
08/05/2021 A 16:21

Spunta anche l'ipotesi Lisbona

Secondo ESPN l'alternativa è Lisbona, già sede della finale 2020 tra PSG e Bayern Monaco. L'UEFA sarebbe infatti orientata a riassegnare la finale a Wembley, ma attende segnali di apertura da parte del governo britannico in merito a un allentamento delle restrizioni sugli ingressi dei visitatori nel Paese. In caso contrario la capitale portoghese diventerebbe la città ideale per fare da cornice a Manchester City-Chelsea.

Guardiola: "Questa finale è il premio per 4 anni incredibili"

Champions League
City-Chelsea: data, ora e statistiche (pazze) della finale
05/05/2021 A 21:35
Champions League
Zidane: "Il Chelsea ha meritato di vincere, ha giocato meglio"
05/05/2021 A 21:35