PSG-Bayern, match di ritorno dei quarti di finale di Champions League andato in scena al Parco dei Principi di Parigi, si è concluso col punteggio di 1-0 a favore dei bavaresi. Gara arbitrata dall'italiano Daniele Orsato. Con questo risultato il PSG di Mauricio Pochettino vola in semifinale in virtù del 3-2 dell'andata, mentre il Bayern di Hansi Flick viene eliminato. Di seguito le 5 verità che ci ha lasciato lo splendido match di Parigi.

1) PSG, forse è davvero l'anno buono per alzare la coppa

Demolito il Barcellona, eliminato anche il Bayern. Per la terza volta nella propria storia, dopo il 1995 e la passata edizione, il Paris Saint-Germain è in semifinale di Champions League. Vi approda in maniera matura, resistendo agli assalti bavaresi dopo il colpo dell'Allianz Arena. Due pali e più di un'occasione da gol sprecata dicono che la formazione di Pochettino non ha meritato la sconfitta. E dunque, nel complesso, si è guadagnata la qualificazione. Il prossimo avversario? Uno tra Manchester City e Borussia Dortmund. Si può fare. Dopo la grande delusione di Lisbona, forse questo può essere davvero l'anno buono.
Champions League
PSG-Bayern, le pagelle: Neymar stellare ma sfortunato
13/04/2021 A 21:23

2) Neymar e Mbappé sugli scudi: adesso tocca a loro

Se il PSG può concretamente sognare di alzare la prima Champions League della propria storia, lo deve principalmente a quei due là davanti: Neymar e Kylian Mbappé. Già decisivi a Monaco di Baviera, tra gol e assist, al Parco dei Principi i due fenomeni dei parigini non sono riusciti a ripetersi dal punto di vista realizzativo, ma hanno sfornato una prestazione d'alta scuola. Il brasiliano, migliore in campo, ha colpito due pali; il francese è divenuto a tratti imprendibile. Mai come ora toccherà a loro due, così chiacchierati sul mercato e così decisivi in campo, concretizzare nei fatti le altissime ambizioni dei francesi.
  • La partita di Neymar in cifre
Tiri6
Pali o traverse2
Palloni toccati85
Falli subiti7
Palloni recuperati6
% Passaggi riusciti84%

Mbappé brucia in velocità Pavard durante PSG-Bayern Monaco - Champions League 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

3) Il Bayern è fortissimo, ma ha anche tanto cuore

Mancavano Lewandowski in primis, ma anche Süle, Gnabry, Goretzka. La coppia centrale di difesa era formata da Boateng, uno già certo di andarsene tra qualche mese a parametro zero, e dall'adattato Lucas Hernandez. Eppure il Bayern ha tenuto. Salvato nel primo tempo dai legni e poi da Neuer, quindi esaltato da Choupo-Moting. E fino all'ultimo secondo ha seriamente rischiato di portare la bilancia della qualificazione dalla propria parte. I bavaresi vedono sfumare il sogno del bis in Champions League, ma escono a testa altissima. Applausi.

4) Choupo-Moting non è Lewandowski, ma è un ottimo attaccante

Un gol all'andata, uno al ritorno. Potremmo definirla la classica vendetta dell'ex, se non fosse che Eric-Maxim Choupo-Moting ha poco da vendicarsi nei confronti del Paris Saint-Germain. Il suo obiettivo, più che altro, era dimostrare di poter sopperire nel migliore dei modi alla pesantissima assenza dell'infortunato Robert Lewandowski. Bene: c'è riuscito. Confermando di essere un attaccante poco reclamizzato, senza troppo charme, ma assolutamente capace di far gol. Ovvero, in fondo, il principale compito per cui è pagato.

Choupo-Moting esulta in PSG-Bayern

Credit Foto Getty Images

5) Di Maria insegna calcio anche a 33 anni

La copertina se l'è presa Neymar, il migliore in campo. Ma che dire della prestazione di Angel Di Maria? Lussuosa, a tratti superba. Un artista del pallone capace di trovare soluzioni dove, in apparenza, soluzioni non ce ne sono. Dal punto di vista realizzativo, il Fideo sta vivendo la stagione peggiore da quand'è a Parigi: appena 5 reti segnate, delle quali 4 in Ligue 1 e un'altra in Champions League. Ma rimane un elemento di primissimo livello. E il PSG, facendogli firmare a marzo un rinnovo annuale con opzione per un'altra stagione, ne è pienamente consapevole.

Modric chiama Mbappé: "I fuoriclasse sono benvenuti al Real"

Champions League
PSG ko ma in semifinale: lo 0-1 non basta al Bayern
13/04/2021 A 18:30
Ligue 1
Il PSG vince, il Lille no: Pochettino a -1 a 90’ dalla fine
IERI A 18:54