Real Madrid-Liverpool, match valido per l'andata dei quarti di finale di Champions League andato in scena allo stadio Alfredo Di Stefano di Valdebebas, si è concluso col punteggio di 3-1. Gara arbitrata dal tedesco Felix Brych. Con questo risultato arrivato grazie alla doppietta di Vinicius e alla rete di Asensio, il Real ha un bel vantaggio in vista del ritorno di Anfield in programma tra 7 giorni. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match.

Classifiche e risultati

Champions League, classifiche e risultati gironi | Europa League, classifiche e risultati gironi
Champions League
Semifinali: date, orari e tutto quello che c'è da sapere
UN' ORA FA

Le pagelle del Real Madrid

Thibaut COURTOIS 6 – Praticamente mai chiamato in causa. Incolpevole sul gol.
Lucas VAZQUEZ 6,5 – Riadattato in piena emergenza in un ruolo non suo, esegue con ordine i compiti.
Eder MILITAO 6,5 – Al centro gioca una partita d’ordine. Nonostante l’emergenza il Real Madrid, con quella diga in mezzo, fa fare un figurone alla coppia di centrali messa su di tutta urgenza.
Nacho FERNANDEZ 6,5 – Come sopra. Senza Ramos e Varane la coppia va ricostruita, ma i meccanismi di squadra valgono più dei singoli e ben protetti sia Militao che Nacho finiscono col giocare una partita attenta.
Ferland MENDY 6,5 – Contiene bene sull’esterno in un ruolo che ormai lo vede per continuità tra i migliori d’Europa.
Toni KROOS 8 – Un genio. Un centrocampista di infinita qualità, meravigliosa intelligenza, straordinaria prestanza, sublimi dote tecniche. La palla con cui mette in porta Vinicius è il calcio.
CASEMIRO 7 – Prezioso lì in mezzo nel costruire la solita diga di contenimento e di pulizia nello smistamento. La fortuna del Real Madrid sono sempre quei 3 in mezzo. Non a caso lo scheletro di una squadra 3 volte consecutivamente campione d’Europa.
Luka MODRIC 7 – Detta i ritmi, legge gli spazi, ne illumina le traiettorie. Stasera, quando serve, ci mette persino il fisico.
Marco ASENSIO 6,5 – Segna un gol ma se ne mangia due altrettanto semplici. La risultante è comunque positiva, ma con un po’ più di cinismo... Dal 70’ Federico VALVERDE 6 – Finale senza particolari squilli né macchie da segnalare.
Karim BENZEMA 7,5 – Anche quando non segna, si vede. Da gustarsi come mette in porta Asensio su un contropiede che lo spagnolo non sfrutta. Un 9 senza eguali per continuità di rendimento nel tempo, per qualità tecniche, per capacità di essere regista offensivo e non solo finalizzatore.
VINICIUS JR. 8 – Per una sera persino freddo sotto porta, si comporta da grande bomber con quel controllo di petto e chiude la partita del Real nella ripresa quando ne ha l’opportunità. Cresciuto. Maturo. E decisivo. Insomma: da Real. Dall’85’ RODRYGO – sv.
All. Zinedine ZIDANE 7 – Il suo Real Madrid è una squadra intelligente, ordinata e che sa affrontare le emergenze. Un undici maturo, che domina in mezzo e che fa vedere bel calcio. Lontanissimo, insomma, dalla confusione di inizio anno.

Le pagelle del Liverpool

ALISSON 5 – Ha colpe sul secondo gol di Vinicius. E anche parecchie.
Trent ALEXANDER-ARNOLD 4 – Irriconoscibili rispetto al giocatore che fu solo fino alla scorsa stagione, anche stasera gioca una brutta partita, fornendo di fatto l’assist al gol di Asensio. Non è un caso che abbia perso anche la nazionale.
Nathaniel PHILLIPS 5 – Anche a Liverpool è emergenza nei centrali dietro. Ma a differenza del Real Madrid, per un tempo, i Reds, appaiono quasi allo sbando. E dietro vengono a galla tutti i limiti di questo giovane ragazzo.
Ozan KABAK 4,5 – Vale il discorso fatto sopra con l’aggravante di due o tre errori tecnici piuttosto palesi. Dall’82’ Roberto FIRMINO – sv.
Andrew ROBERTSON 5 – Soffre anche lui, come tutta la linea del Liverpool. Che però per 45 minuti ha troppa poca protezione.
Naby KEITA 4 – Semplicemente non pervenuto. Dal 42’ Thiago ALCANTARA 5,5 – Non ha ancora trovato la vera posizione in questo Liverpool. E il suo ingresso, pur migliorando un po’ le cose rispetto all’assente Keita, non stravolge comunque il senso.
FABINHO 5,5 – Che fatica lì in mezzo per provare a contenere le geometrie e l’atletismo di un Real Madrid dominante lì in mezzo.
Georginio WIJNALDUM 6 – Riesce in qualche buona geometria nella ripresa, dimostrando di essere giocatore di qualità (e per altro in scadenza). Uno dei pochi a salvarsi di questo Liverpool un po’ troppo sbiadito.
Mohamed SALAH 6 – Si vede giusto per il gol a inizio ripresa che illude il Liverpool. Il resto è poca cosa. Come da qualche settimana a questa parte.
Diogo JOTA 6 – Ci prova. Alla fine è da un suo guizzo che nasce la palla che porta al gol. Probabilmente il migliore del fronte offensivo. Dall’82’ Xherdan SHAQIRI – sv.
Sadio MANE 5 – E’ più spesso a terra alla ricerca della punizione che altro. Brych ne prende “le misure” e si adatta di conseguenza...
All. Jurgen KLOPP 5,5 – Che la magia sia andata svanendo pare piuttosto evidente. Klopp ci mette del suo con un primo tempo davvero troppo rinunciatario e dove manca di qualità in mezzo al campo. Aggiusta un po’ il tiro nell’intervallo, ma è un Liverpool davvero sbiadito rispetto allo squadrone che fu. Certo, le assenze pesano. Ma anche nel Real mancavano uomini importanti...

Zidane: “Un ritorno di CR7? A Madrid lo amano tutti”

Champions League
Liverpool-Real 0-0, pagelle: Salah delude, Nacho super
2 ORE FA
Champions League
Real in semifinale: il Liverpool non sfonda, 0-0 ad Anfield
5 ORE FA