La certezza è che Juventus e Barcellona domani sera allo Stadium si giocheranno il primato nel gruppo G di Champions League, ciò che non sappiamo è se i tifosi e gli appassionati di calcio di tutto il pianeta potranno godersi l’ennesima sfida fra i due più grandi calciatori del mondo dell’era contemporanea: Leo Messi e Cristiano Ronaldo.

Champions League
Juventus-Barça: probabili formazioni, Bonucci titolare
26/10/2020 A 10:22

Già perché se non ci sono dubbi riguardo alla presenza di Leo Messi allo Stadium, molti invece ce ne sono riguardo a quella di Cristiano Ronaldo – isolato da più di 10 giorni nella sua villa di Torino dopo essere risultato positivo al Covid-19. L’asso portoghese quest’oggi, insieme al resto dei giocatori si è sottoposto al tampone, se risulterà negativo potrà essere a disposizione di Andrea Pirlo altrimenti sarà costretto a perdersi la supersfida con l’arcirivale Leo. Inevitabile che la prima domanda in conferenza stampa per il tecnico bianconero sia stata sulle chance di vedere in campo il portoghese ma Pirlo è stato costretto a rimanere vago.

"In serata avremo il responso definitivo sul tampone di Cristiano. Chance di vederlo in campo? Aspettiamo l'esito del tampone, poi se sarà negativo vedremo che fare, ma adesso è ancora tutto in alto mare, quindi quando ci sarà l'esito decideremo. Dopo 15 giorni non sarà facile giocare tutta la partita, ma speriamo di poterlo valutare

"Bonucci da valutare, Chiellini e de Ligt out: McKennie non farà il difensore"

A tormentare la vigilia di Pirlo non è solo il tampone di Cristiano Ronaldo, già perché c’è più di qualche dubbio anche in difesa. Chiellini e de Ligt sono sicuramente out mentre per Bonucci si deciderà domani mattina nella rifinitura.

"Per Bonucci valuteremo domani mattina anche se non è al meglio, Chiellini è sicuramente fuori dai giochi invece non è arrivato l'ok per avere a disposizione De Ligt. McKennie in difesa? E’ rientrato da due giorni ma non credo possa fare il difensore con il Barcellona. Ho sempre giocato con la difesa a 4, andrò avanti con la difesa a 4 perché ho soltanto quattro difensori e quindi è l'unica soluzione che posso avere in questo momento".

Oltre al risultato la Juventus non può essere troppo tranquilla per l'infortunio di Bonucci, Getty Images

Credit Foto Getty Images

"Juve-Barça la partita che tutti vogliono giocare"

"Queste sono le partite che tutti i giocatori vorrebbero giocare. Abbiamo la possibilità di sfidare un grande club con grandissimi giocatori, quindi non vediamo l'ora di scendere in campo per vedere il nostro valore è quello del Barcellona. Non è una partita decisiva, quindi dobbiamo affrontarla con rispetto, ma con grande voglia di dimostrare il nostro valore. Quando si vedrà la vera Juve? Spero di avere tutta la rosa a disposizione perché non dimentichiamoci delle nostre assenze, quando avremo la rosa al completo riusciremo a trovare il giusto assetto, siamo in costruzione però sappiamo che non possiamo perdere punti in giro".

Pirlo: "Le finali perse mi piacerebbe rigiocarle"

"Dybala deve essere libero"

Chi migliora ed è in grande ripresa è Paulo Dybala che domani dovrebbe essere confermato al fianco di Morata in attacco.

"Dybala sta bene, è un po' stanco ma è normale, adesso avrà tempo come gli altri giocatori di recuperare al meglio e di giocare domani sera. Trequartista nel 4-2-3-1? E' un ruolo un po' particolare che ha già ricoperto domenica ed anche in passato poi valuteremo con chi può giocare".

Altra sfida nella sfida quella fra i golden boy del calcio europeo, Dejan Kulusevski e Ansu Fati.

"Sono due giocatori giovani ma diversi, Kulusevski è più da palla nei piedi invece Ansu Fati ama cercare anche la profondità. Sono due giocatori di grande prospettiva hanno la fortuna di giocare insieme ai due giocatori più forti dell'epoca e possono imparare ogni giorno da loro"

Pirlo: "Dybala fondamentale. Lo vedo punta o tra le linee"

"Messi fa parte della storia del calcio"

Tra i problemi della partita di domani ci sarà quello di limitare Leo Messi, per cui Pirlo spende parole importanti

"Messi fa parte della storia del calcio mondiale e moderno, lui e Ronaldo stanno facendo cose straordinarie da 15 anni e sono ancora al top nonostante l'età avanzi per tutti. L'ho affrontato tante volte da giocatore e domani sarà la prima da allenatore e ci sarà grande rispetto perché questi giocatori vanno trattati in maniera diversa sperando che non sia in una delle sue serate migliori. Il Barcellona è forte, composto da grandi campioni e dovremo fare una grande partita anche se non avremo i nostri difensori e cercheremo di mettere al meglio i giocatori che domani dovranno sacrificarsi con giocatori difficili da affrontare".

Pirlo: "Le punizioni? Io e Koeman tiratori diversi"

Serie A
Orsato: "Mancato rosso a Pjanic in Inter-Juve? Fu un errore"
7 ORE FA
SuperLiga
Juve, come sta il Porto? Gli highlights dello 0-0 con lo Sporting
8 ORE FA