Tre partite e tre vittorie, questa sera nella partita più importante: Thomas Tuchel si conferma la "bestia nera" di Pep Guardiola, che deve dire addio alla Champions League, che rimane un tabù dopo le due conquistate con il Barcellona, l'ultima ormai 10 anni fa. L'1-0 di Oporto firmato da Kai Havertz premia il Chelsea e rimanda un'altra volta il Manchester City. Ecco le impressioni di fine partita.
"Abbiamo vinto questa partita con convinzione, fortuna e il giusto atteggiamento. Abbiamo pressato alto ed è stato difficile giocare contro il City. Sono molto contento, è un sogno che si avvera. Quando ho iniziato ad allenare non pensavo di poter alzare questa coppa. Non vedevo l'ora di questo momento. L'anno scorso è stata una delusione, questa è una rinascita. E' stata la partita piu' importante, una finale eccezionale e l'abbiamo vinta, e' incredibile. Sono molto orgoglioso, ma lo ero già prima, perché ho piena fiducia in questo gruppo. Sapevamo benissimo di non essere i favoriti, ma siamo un gruppo molto, molto forte, siamo tutti uniti e così tutto diventa possibile. Abbiamo battuto per due volte il City, fra campionato e coppa, l'abbiamo fatto una terza volta. Di solito teniamo di più il pallone, ma è stato difficile farlo nei primi minuti della partita. Dopo la fine del primo tempo è andata meglio, abbiamo creato dei contropiede molto pericolosi, ma è stata una battaglia molto dura".

Classifiche e risultati

Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (23/06)
9 ORE FA
Champions League, classifiche e risultati gironi

Tuchel: "Non bevo, ma se batto il Tottenham mi farò un gin tonic"

Calciomercato 2020-2021
Lukaku ribadisce: "City? Io sono felice all'Inter"
12 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Hakimi-PSG, ci siamo! L'Inter incasserà 70 milioni
14 ORE FA