Singolare disavventura per il guardalinee rumeno Octavian Sovre. Designato dall'UEFA per far parte della squadra arbitrale del match d'andata dei quarti di finale di Champions League tra Manchester City e Borussia Dortmund vinto 2-1 dagli inglesi di Pep Guardiola martedì sera all'Etihad Stadium, l'assistente di linea è stato sospeso dalla sua Federazione per avere chiesto a Erling Haaland, il bomber norvegese del Dortmund, di autografargli i suoi cartellini rossi e gialli.

La versione del guardalinee

A rendere noto l'episodio e il provvedimento della Federazione rumena è stato il quotidiano Gazeta Sporturilor. Sovre si è giustificato dicendo che quella a Haaland non era certo la sua prima richiesta di questo tipo, ma una sorta di abitudine presa nel corso degli ultimi anni durante i quali avrebbe raccolto oltre 250 autografi di calciatori famosi per poi donarli all'asta a favore di un'associazione di beneficenza impegnata sul fronte dell'autismo.
Calciomercato 2020-2021
Il City blinda De Bruyne, il campione sottovalutato
07/04/2021 A 10:57

Guardiola: “L’autografo di Haaland all’arbitro? Magari era un fan”

Champions League
City-Dortmund, pagelle: de Bruyne spaziale, disastro Emre Can
06/04/2021 A 21:51
Champions League
Il City trema ma vince al 90' con Foden: 2-1 al Dortmund
06/04/2021 A 18:34