"Real Madrid con tante assenze? Non penso che possa piangere sotto questo punto di vista. Loro hanno una rosa completa con tantissimi giocatori bravi. Il fatto che la stampa parli delle assenze mi fa un po' sorridere". Antonio Conte non rinuncia alla sua vis polemica nella conferenza stampa della vigilia di Inter-Real Madrid di mercoledì sera a San Siro, match fondamentale per il cammino di nerazzurri e Blancos in Champions League. "Per noi questa partita rappresenta una finale, anche perché dopo la sconfitta dell'andata e i due pareggi precedenti non abbiamo tante vie di scampo. C'è un risultato importante da raggiungere, ma sappiamo anche che se vogliamo possiamo. Con umiltà e concentrazione dobbiamo cercare di vincere".

Se vogliamo essere competitivi dobbiamo alzare il livello in tutto, dall'attenzione alla cattiveria agonistica. Dobbiamo avere più voglia di tutti
Calciomercato
Eriksen al Real, Isco all'Inter: scambio fattibile?
24/11/2020 A 11:45

Sulle critiche all'Inter

"Che si cerchi di negativizzare il tutto a prescindere è un dato di fatto, ma lo sapevamo e ce ne siamo accorti l'anno scorso. Io da questo punto di vista ero mentalmente molto preparato, magari qualcun altro può non esserlo tra i calciatori, ma quando giochi in squadre importanti e con questo blasone bisogna sapere che o tutto è bello o tutto è brutto, non esiste una via di mezzo. Bisogna capire che l'unico modo per non andare in pasto a speculazioni, critiche, chiacchiere e scemenze, è rispondere sul campo".

Sull'ipotesi tridente

"Potrebbe essere una soluzione più a partita in corso o se giochi con squadre di livello inferiore rispetto all'Inter. Siamo già una squadra abbastanza offensiva, con esterni che in realtà sono ali. Abbiamo centrocampisti con caratteristiche molto più offensive che difensive, tre attaccanti sarebbero molto difficili da sopportare".

Antonio Conte

Credit Foto Getty Images

L'occasione per fare il salto di qualità

"Dobbiamo farlo, anche perché ci si aspetta tantissimo da parte nostra. Le chiacchiere stanno a zero, contano i fatti. Ci dobbiamo assumere tutti le nostre responsabilità: io, il club e i giocatori. Se questo salto ancora non è avvenuto non significa che non avverrà, ma qualcosa dobbiamo rivederla".

Di nuovo sull'atteggiamento

"Spesso e volentieri l'anno scorso partivamo col piglio giusto. Quest'anno tantissime squadre arrivano molto abbottonate, chiuse. Spesso e volentieri diventa più difficile trovare il gol. Ci vuole più pazienza, per questo è aumentato il nostro possesso palla".

Conte: "Vidal può giocare ovunque, anche in porta"

Champions League
Inter e Real pieni di problemi: Conte al primo bivio
23/11/2020 A 19:29
Champions League
Inter-Real Madrid: Benzema fuori da lista convocati
23/11/2020 A 16:00