Era il 22 maggio del 1996 quando Gianluca Vialli sollevava al cielo la "Coppa dei Campioni" dopo una partita infinita contro l'Ajax, vinta 5-3 ai calci di rigore, dopo i gol di Ravanelli e Litmanen durante i regolamentari. Sono passati quasi 25 anni da quel momento e la Juventus non è più riuscita a ripetersi: sì si può parlare davvero di "maledizione Champions", e anche l'eliminazione contro il Porto ne è una dimostrazione pratica.

1996-97: BORUSSIA DORTMUND-JUVENTUS 3-1 (FINALE)

Champions League
Juve, la corsa è finita: 3-2 al Porto, che vola ai quarti
09/03/2021 A 19:18
MARCATORI: 29' Riedle (B), 34' Riedle (B), 65' Del Piero (J), 71' Ricken (B)
JUVENTUS: Peruzzi; Porrini (46' Del Piero), Ferrara, Montero, Iuliano; Di Livio, Deschamps, Jugovic; Zidane; Vieri (71' Amoruso), Boksic (87' Tacchinardi). In panchina: Rampulla, Pessotto. Allenatore: Lippi.
La Juventus, un anno dopo la vittoria di Roma, manca la doppietta: Zidane, Vieri e Boksic non riescono a replicare l'impresa di Vialli e Ravanelli. Riedle (doppietta) e un giovane Ricken rendono vano il colpo di tacco di Del Piero.

Lars Ricken beffa la Juve

Credit Foto Imago

1997-98: JUVENTUS-REAL MADRID 0-1 (FINALE)

MARCATORE: 67' Mijatovic (R)
JUVENTUS (4-3-1-2): Peruzzi; Torricelli, Iuliano, Montero, Pessotto (70' Fonseca); Di Livio (46' Tacchinardi), Deschamps (77' Conte), Davids; Zidane; Del Piero, Inzaghi. In panchina: Rampulla, Birindelli, Dimas, Amoruso. Allenatore: Lippi
Ad Amsterdam la storia si ripete: Mijatovic beffa la Juventus con un gol nato da una posizione di fuorigioco, i bianconeri non riescono a replicare perdono la seconda finale consecutiva.

Pedja Mijatovic segna il gol partita per il Real

Credit Foto Getty Images

1998-99: JUVENTUS-MANCHESTER UNITED 2-3 (1-1) (SEMIFINALE)

MARCATORI: 6' Inzaghi (I), 11' Inzaghi (I), 24' Keane (M), 34' Yorke (M), 83' Cole (M)
JUVENTUS (4-4-1-1): Peruzzi; Birindelli (46' Amoruso), Ferrara, Iuliano (46' Montero), Pessotto; Conte, Deschamps, Davids, Di Livio (80' Fonseca); Zidane; Inzaghi. In panchina: Rampulla, Tudor, Tacchinardi, Esnaider. Allenatore: Ancelotti
Dopo l'1-1 di Old Trafford, Inzaghi segna subito una doppietta a Torino ma la Juve si fa rimontare: Yorke chiude i conti nel finale e la Juve deve dire addio alla quarta finale di fila.

Yorke festeggia in Juventus v Manchester United

Credit Foto Getty Images

1999-2000: niente Champions

Il 7° posto in campionato non consente alla Juve di partecipare alla Champions: vincerà l'Intertoto ma uscirà agli ottavi di Coppa Uefa.

2000-01: Juve out ai gironi

Amburgo, Deportivo La Coruna e Panathinaikos non sembrano costituire avversarie così impossibili da superare e invece la Juve si complica la vita: la sconfitta per 3-1 contro i greci costa l'eliminazione.

2001-02: fuori nella seconda fase a gironi

Via Zidane e Ancelotti, arrivano Buffon, Thuram, Nedved e Cannavaro: tornerà lo Scudetto ma in Europa ecco un altro ko. Dopo la prima fase a gironi, ecco Arsenal, Deportivo La Coruna e Bayer Leverkusen: Juventus fuori contro la squadra tedesca con una giornata d'anticipo.

2002-03: JUVENTUS-MILAN 2-3 d.c.r., 0-0 d.t.s. (FINALE)

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Thuram, Ferrara, Tudor (42' Birindelli), Montero; Camoranesi (46' Conte), Tacchinardi, Davids (65' Zalayeta), Zambrotta; Trezeguet, Del Piero. In panchina: Chimenti, Iuliano, Pessotto, Di Vaio. Allenatore: Lippi
Ecco una delle sconfitte più cocenti della storia recente dei bianconeri: a Manchester la finale è tutta italiana. Contro il Milan decidono i calci di rigore: Shevchenko e Dida regalano la coppa ai rossoneri.

Alessandro Del Piero 2003 (Juventus - Milan)

Credit Foto Eurosport

2003-04: JUVENTUS-DEPORTIVO LA CORUNA 0-1 (0-1) (OTTAVI)

MARCATORI: 12' Pandiani (D)
JUVENTUS: Buffon; Thuram, Ferrara, Legrottaglie (46' Pessotto) Montero; Camoranesi (80' Chiumiento), Tacchinardi, Appiah; Nedved; Del Piero (5' Miccoli), Di Vaio. In panchina: Chimenti, Maresca, Boudianski, Palladino. Allenatore: Lippi.
Due partite stregate contro il Deportivo La Coruna bloccano la Juventus agli ottavi di finale: 0-1 al Riazor e 0-1 anche a Torino. Altra delusione per i Lippi boys.

2004-05: JUVENTUS-LIVERPOOL 0-0 (1-2) (QUARTI)

JUVENTUS (3-4-1-2): Buffon; Thuram, Montero (82' Pessotto), Cannavaro; Camoranesi (83' Appiah), Emerson, Olivera (46' Zalayeta), Zambrotta; Nedved; Ibrahimovic, Del Piero. In panchina: Chimenti, Birindelli, Masiello, Blasi. Allenatore: Capello
Sulla panchina bianconera c'è Fabio Capello quando, dopo aver eliminato il Real Madrid agli ottavi (Zalayeta), la Juventus perde 2-1 ad Anfield nell'andata dei quarti di finale di Champions e i bianconeri non riescono a rispondere nel match di ritorno.

UEFA Champions League season 2004-2005, quarter-final second leg. Juventus vs Liverpool FC. (R) Zlatan Ibrahimovic (Juventus)

Credit Foto Getty Images

2005-06: JUVENTUS-ARSENAL 0-0 (0-2) (QUARTI)

JUVENTUS (4-4-2): Buffon, Zambrotta, Kovac, Cannavaro, Chiellini (66' Balzaretti), Mutu (61' Zalayeta), Emerson, Giannichedda, Nedved, Ibrahimovic, Trezeguet. In panchina: Abbiati, Pessotto, Blasi, Thuram, Olivera. Allenatore: Capello.
La Champions continua a parlare più inglese che italiano: la Juve elimina il Werder agli ottavi ma si arrende all'Arsenal di Wenger nei quarti di finale. 0-2 a Londra, 0-0 a Torino con tanto di rosso a Nedved.

2006-07: niente Champions

La Juventus riconquista la Serie A e vince la Serie B, ma niente Europa ovviamente.

2007-08: niente Champions

Tornata in A, la Vecchia Signora chiude al terzo posto ma anche questa volta niente Europa.

2008-09 JUVENTUS-CHELSEA 2-2 (0-1)

MARCATORI: 19’ Iaquinta (J), 46’pt Essien (C), 74’ rig. Del Piero (J), 82’ Drogba (C)
JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Grygera, Mellberg, Chiellini, Molinaro; Marchisio, Tiago, Nedved (13' Salihamidzic); Iaquinta (60' Giovinco), Del Piero, Trezeguet (79' Amauri). In panchina: Manninger, Zebina, Ariaudo, Poulsen. Allenatore: Ranieri
La Juve parte in quarta nei preliminari ma la sua corsa si ferma agli ottavi di finale dove incontra il Chelsea: 0-1 all'andata, ma nel ritorno in casa non si va oltre il 2-2 e così i bianconeri di Ranieri salutano la Champions. Di nuovo.

Juventus-Chelsea

Credit Foto Allsport

2008-09: fuori ai gironi

Ciro Ferrara guida una campagna Champions alla vigilia non proibitiva: Bayern Monaco, Bordeaux e Maccabi Haifa nel suo girone. Il ko per 2-0 sul campo dei francesi complica le cose, l'1-4 casalingo con il Bayern costa l'eliminazione.

2010-11: niente Champions

Tempi duri, con il settimo posto della Juve di Ferrara prima e Zaccheroni poi: in Europa League, fuori ai gironi contro Manchester City e Lech Poznan.

2011-12: niente Champions

Altro passaggio a vuoto in Europa: la Juve di Delneri bissa il settimo posto dell'anno precedente, quindi niente coppe. In campionato arriverà il primo scudetto di Conte.

2012-13: JUVENTUS-BAYERN MONACO 0-2 (0-2) (QUARTI)

MARCATORI: 64' Mandzukic, 91' Pizarro
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Bonucci, Barzagli, Chiellini; Padoin (68' Isla), Pogba, Pirlo, Marchisio (79' Giaccherini), Asamoah; Vucinic, Quagliarella (65' Matri) . In panchina: Storari, Caceres, De Ceglie, Peluso. Allenatore: Conte
Dopo due anni a bocca asciutta, la Juventus ritrova la Champions e ritrova il Bayern Monaco: 0-2 in Germania e 0-2 in Italia ai quarti di finale. L'Europa è ancora un obiettivo fuori portata.

2013, Fabio Quagliarella, Juventus-Bayern, AP/LaPresse

Credit Foto LaPresse

2013-14: fuori nella fase a gironi

Alla Juve basterebbe un punto sul campo del Galatasaray di Roberto Mancini per strappare il pass per la fase ad eliminazione diretta, ma la neve blocca tutto: il giorno doopo si rigioca e un gol di Sneijder (ex Inter) estromette i bianconeri di Conte.

2014-15: JUVENTUS-BARCELLONA 1-3 (FINALE)

MARCATORI: 4' Rakitic (B), 10' st Morata (J), 23' st Suarez (B), 52' st Neymar (B)
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra (44' st Coman); Marchisio, Pirlo, Pogba, Vidal (34' st Pereyra); Tevez, Morata (40' st Llorente). In panchina: Storari, Ogbonna, Padoin, Sturaro. Allenatore: Allegri
Buona la "prima" per Max Allegri che porta la Juve in finale per la prima volta dopo 12 anni: purtroppo per lui sulla sua strada c'è il Barcellona di Suarez-Neymar-Messi. Il gol di Morata è solo un'illusione, il 3-1 non lascia spazio per le repliche.

Pogba Messi Juventus-Barcelona Champions League 2014/2015 - LaPresse

Credit Foto Eurosport

2015-16 - BAYERN-MONACO JUVENTUS 4-2 dts (2-2) (OTTAVI)

MARCATORI: 6' Pogba (J), 28' Cuadrado (J), 73' Lewandowski (B), 91' Mueller (B), 108' Thiago Alcantara (B), 110' Coman (B)
JUVENTUS (5-4-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Evra, Alex Sandro; Cuadrado (89' Pereyra), Khedira (68' Sturaro), Hernanes, Pogba; Morata (71' Mandzukic). In panchina: Neto, Rugani, Asamoah, Zaza. Allenatore: Allegri.
Ancora il Bayern Monaco, ancora un'eliminazione: la squadra di Allegri è lanciata ma il 2-2 in casa complica le cose. A Monaco si va ai supplementari grazie a un gol di Muller al 90°. I bavaresi ne hanno di più: Thiago Alcantara e l'ex Coman respingono i bianconeri.

Leonardo Bonucci - Juventus v Bayern - Champions League 2015/2016

Credit Foto LaPresse

2016-17 - JUVENTUS-REAL MADRID 1-4 (FINALE)

MARCATORI: 20' Ronaldo (R), 27' Mandzukic (J), 61' Casemiro (R), 64' Ronaldo (R), 90' Asensio (R)
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Barzagli (67' Cuadrado), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic (71' Marchisio); Dani Alves, Dybala (78' Lemina), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Benatia, Lichtsteiner, Asamoah. Allenatore: Allegri
Ci risiamo: a Cardiff la storia delle finali perse dei bianconeri si ripete, la solita maledizione. Tocca al Real Madrid di Cristiano Ronaldo rifilare una sonora lezione ai bianconeri che avevano trovato il pari grazie a Mandzukic: ci pensano Casemiro, lo stesso Ronaldo e Asensio a firmare il 4-1 finale.

Allegri - Juventus-Real Madrid - Champions League 2016/2017 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

2017-18: Real Madrid-Juventus 1-3 (3-0) (QUARTI)

MARCATORI: 2' e 37' pt Mandzukic; 16' Matuidi, 52' st (rig.) Ronaldo
JUVENTUS (4-3-3): Buffon; De Sciglio (17'pt Lichtsteiner), Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Higuain (51'st Szczesny), Mandzukic. (Cuadrado, Marchisio, Asamoah, Rugani, Sturaro). All. Allegri.
L'eliminazione più drammatica è certamente quella del Bernabeu: la Juventus, battuta nettamente all'andata a Torino (0-3), riesce a rimettere in piedi la partita già nel primo tempo. A tempo ormai scaduto però, un fallo di Benatia su Lucas Vazquez costa carissimo: rigore ed espulsione di Buffon per proteste, Ronaldo batte Szczesny dal dischetto ed elimina la sua prossima squadra.

Khedira - Juventus-Real Madrid - Champions League 2018 - LaPresse

Credit Foto LaPresse

2018-19 - JUVENTUS-AJAX 1-2 (1-1) (QUARTI)

MARCATORI: 28' Ronaldo, 34' Van de Beek, 67' De Ligt
JUVENTUS (4-3-3) Szczesny; De Sciglio (64' Cancelo), Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (80' Bentancur), Dybala (46' Kean), Cristiano Ronaldo. Allenatore: Allegri
Arriva Cristiano Ronaldo ma la musica non cambia: Juve fuori ai quarti di finale contro la vera rivelazione del torneo, l'Ajax di Van de Beek e De Ligt, entrambi in gol a Torino, per il 2-1 che condanna i bianconeri dopo l'1-1 dell'andata.

Ajax - Juventus: de Ligt e Ronaldo

Credit Foto Imago

2019-20 - JUVENTUS-LIONE 2-1 (0-1) (OTTAVI)

MARCATORI: 12' Depay (L) su rigore, 43' Ronaldo (J) su rigore, 60' Ronaldo (J)
JUVENTUS (4-3-3) Szczesny; Cuadrado (69’ Danilo), De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (60’ Ramsey), Rabiot; Bernardeschi (69’ Dybala, 84’ Olivieri), Higuain, Ronaldo. A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Chiellini, Demiral, Rugani, Matuidi, Muratore. Allenatore: Sarri
Ancora una volta Cristiano Ronaldo non basta: eliminazione stranissima questa, con la partita di ritorno degli ottavi di finale che si gioca a distanza di mesi dall'andata, vinta 1-0 dal Lione. Allo Stadium si mette subito male, con il rigore di Depay, poi CR7 segna due volte ma non basta. Juve out, ancora una volta, anche con Sarri.

Cristiano Ronaldo in Juventus-Lione

Credit Foto Getty Images

2020-21 - JUVENTUS-PORTO 3-2 d.t.s. (1-2) (OTTAVI)

MARCATORI: 18 Sergio Oliveira (P) rig., 49' Chiesa (J), 63' Chiesa (J), 115' Sergio Oliveira (P), 117' Rabiot (J)
JUVENTUS: Szczesny; Cuadrado, Bonucci (75' De Ligt), Demiral, Alex Sandro; Ramsey (75' McKennie), Arthur (102' Kulusevski), Rabiot, Chiesa (102' Bernardeschi); Morata, Ronaldo. In panchina: Pinsoglio, Buffon, Chiellini, Di Pardo, Dragusin, Frabotta, Fagioli. Allenatore: Pirlo
Cambia l'allenatore - Pirlo - ma gli errori si ripetono: ko 2-1 in Portogallo, subito un rigore subito al ritorno e gara in salita. Chiesa d'orgoglio rimette in carreggiata i bianconeri, in 11 contro 10 dal 53', ma la beffa arriva nei supplementari con la punizione di Oliveira e il tardivo 3-2 di Rabiot. Juventus fuori, come da tradizione. Anzi da maledizione.
...

Juve, finali perse: la maledizione iniziò con il Ferencvaros

Serie A
Atalanta-Juve, 5 verità: senza Ronaldo cambia tutto
4 ORE FA
Serie A
Pirlo: "Potevamo fare almeno un punto, Atalanta squadra forte"
20 ORE FA