In 24 ore è cambiato il calcio. E, comunque vada a finire, non tornerà più come prima. Mentre 12 dei club più potenti del mondo fondavano la Superlega, la UEFA aveva in serbo da tempo la risposta. Oggi è diventata ufficiale. Il comitato esecutivo della UEFA in riunione a Montreux ha votato all’unanimità per la riforma della nuova Champions League. La competizione prenderà il via dall’edizione del 2024 e porterà al suo interno un completo stravolgimento della formula. Andiamo a vedere le novità.

Champions League dal 2024: la nuova formula

Champions League
Allegri: "Non sono arrabbiato, dovevamo giocare meglio la ripresa"
24/11/2021 A 06:17
Due, immediate, le più clamorose: il numero di squadre e la formula. Si passerà dalle 32 squadre della modalità odierna divise in 8 gironi da 4 a un unico gruppone da 36 squadre.
La Champions League dal 2024 diventerà un sistema insomma simile all’Eurolega di basket, anche se qui la differenza è che tutte non sfideranno tutti.
Il numero di partite garantite per ogni squadra partecipante passa infatti dalle 6 dell’attuale fase ai gironi (3 in casa e 3 fuori), contro le 10 della nuova Champions League (5 in casa e 5 fuori).
https://i.eurosport.com/2021/04/19/3117366.jpg
Le partite verranno decise tramite il consueto sorteggio diviso per 4 fasce in base al ranking UEFA. Dopodiché inizia la rivoluzione, ovvero il sistema di qualificazione alla fase a scontro diretto.
Le prime 8 classificate passeranno direttamente alla fase a scontro diretto. Le ultime 12 in classifica saranno invece fuori dai giochi. Le squadre classificate invece tra la 9a e la 24a posizione giocheranno un playoff andata/ritorno per ottenere la qualificazione agli ottavi di finale.
A quel punto le 8 squadre uscite dal playoff si uniranno alle prime 8 della classifica per formare gli effettivi ottavi di finale. Da lì in poi la competizione continuerà come comunemente l’abbiamo conosciuta.

Le altre novità: c'è la norma 'salva big'

Questa rivoluzione della Champions apre così a nuovi ingressi – 4 squadre in più rispetto all’attuale formula – e prevede anche eventuali wild-card per le squadre d’elite che non avranno raggiunto la competizione. E' una sorta di norma "salva big". Ovvero la nuova formula prevede testualmente che 2 posti in Champions League saranno garantiti a quei club con il coefficiente ranking UEFA più alto negli ultimi cinque anni che non si sono qualificati direttamente per la fase a gironi di Champions League, ma si sono qualificati all'Europa League o all'Europa Conference League. Tradotto con un esempio? Alla Juventus quest'anno basterebbe arrivare anche al 7° posto in campionato: avendo il ranking UEFA tra i più alti in Europa, otterrebbe una di queste 2 wild-card per accedere alla Champions nonostante una stagione fallimentare (qui il cominicato della UFEA che lo spiega). Questo, ovviamente, a partire dalla riforma del 2024 (quello su quest'anno era solo un esempio per far intendere meglio il meccanismo).
Evidente poi come la nuova formula preveda più partite e di conseguenza si aspetta di raccogliere più denaro dal punto di vista dei diritti televisivi. La nuova Champions League promette più denari alle squadre partecipanti, ma richiede anche più partite. Con questa rinnovata formula che prenderà il via dal 2024/25 il vincitore della competizione si troverà come minimo ad aver giocato 17 partite per alzare la coppa, 4 in più dell’attuale formula. Nel caso ad alzarla fosse poi una squadra classificata nella fase a gironi tra il 9° e il 24° posto le partite diventerebbero addirittura 19: di fatto come un intero girone di un campionato nazionale a 20 squadre.
Questa è però la risposta della UEFA alla minaccia, rivelatasi poi tale, di alcuni club di fondare una nuova lega d’elite a sé stante. Vedremo cosa succederà in futuro. Nel mentre la UEFA ha sferrato il suo contrattacco.

Novità simili anche per Europa League e Conference League

Cambiamenti di formato simili verranno applicati anche alla UEFA Europa League (8 partite nella fase iniziale) e alla UEFA Europa Conference League (6 partite nella fase iniziale). Queste due competizioni potranno anche essere estese a un totale di 36 squadre ciascuna nella fase iniziale, anche se da questo punto di vista ulteriori decisioni e conferme, comunica la UEFA, saranno prese in futuro.

Ancelotti: "Vorrei portare l'Everton in Champions League"

Champions League
Multa per lo speaker del Porto: insultò CR7 e la Juve
29/07/2021 A 16:08
Champions League
Istanbul riavrà la sua finale: si giocherà nel 2023
16/07/2021 A 20:44