"Il Pallone d'Oro? L'avrei dato a me stesso". Dall'alto dei suoi 55 gol realizzati in 47 partite stagionali con la maglia del Bayern Monaco, Robert Lewandowski si scrolla di dosso ogni tipo di falsa modestia e, in un'intervista a Sportowe Fakty, non nasconde l'amarezza per la decisione di France Football di non assegnare il prestigioso riconoscimento nel 2020 a causa della pandemia di Covid-19 che ha stravolto calendari e format delle competizioni.

Champions League
Bayern, Lewandowski a letto con la Champions League: “Mi sono svegliato così”
24/08/2020 A 16:07

"Ho creduto nel progetto Bayern"

Lewandowski, che quest'anno con il Bayern ha centrato uno storico Triplete vincendo Bundesliga, Coppa di Germania e Champions League, ha le idee molto chiare sul perché il Pallone d'Oro sarebbe dovuto finire nella sua bacheca personale: "Abbiamo vinto tutto quello che c'era da vincere e sono stato capocannoniere in tutte le competizioni". E riguardo al proprio futuro il polacco dice: "Alla fine ho creduto nel progetto Bayern. Voglio giocare ai massimi livelli anche dopo il 2023 (anno di scadenza del suo attuale contratto, ndr). Ora non penso a cosa farò dopo".

Bayern campione, i tifosi inondano le strade di Monaco e partono i caroselli

Champions League
Le 5 verità che ci ha lasciato PSG-Bayern: Icardi sparito, Lewandowski meritava il pallone d'oro
24/08/2020 A 08:00
Champions League
Niente gol per Lewandowski! Cristiano Ronaldo mantiene il record di gol in una singola edizione (17)
23/08/2020 A 21:03