Ci siamo. Ora non si scherza più. Dopo i gironi e la lunga pausa invernale riparte la Champions League. È la fase ad eliminazione diretta, quella in cui ogni minimo errore può costare carissimo. Oltre ai valori tecnici conteranno lo stato di forma e le assenze, fattori che nell’arco di 180 minuti potrebbero fare la differenza in positivo o in negativo. Ecco qui un borsino per riassumere come le 16 protagoniste si presentano agli ottavi di finale.
QUI IL CALENDARIO degli ottavi di finale

Barcellona-PSG: due squadre in forma, pesa l’assenza di Neymar

Champions League
Alla scoperta del Bayern, rivale della Lazio agli ottavi
14/12/2020 A 14:47
QUI BARCELLONA: MESSI CARICO, QUALCHE DUBBIO IN DIFESA
Attenzione ai catalani, che dopo una prima parte di stagione molto incerta, nelle ultime settimane hanno ritrovato fiducia e organizzazione. Sette vittorie nelle ultime otto gare giocate (e un solo ko nel parziale con il Siviglia in Coppa del Re), Lionel Messi a segno in tutte le ultime cinque partite di campionato (otto reti in totale), Griezmann rigenerato e i giovani Puig, Mingueza e Trincao pronti a portare la giusta dose di entusiasmo. I problemi, semmai, per Koeman riguardano la fase difensiva, visti i ko di Piqué e Sergi Roberto. Il partner di Lenglet è stato spesso cambiato nell’ultimo periodo e ad oggi non si sa ancora chi verrà schierato titolare nell’andata contro i parigini.
QUI PSG: SENZA NEYMAR TOCCA AGLI “ITALIANI”
L’infortunio di Neymar a pochi giorni dal match d’andata ha tolto qualche certezza alla squadra di Pochettino. Il PSG sta comunque bene, é salito al secondo posto della Ligue 1 (a un solo punto dal Lille capolista), ha vinto otto delle ultime nove gare giocate e, oltre al solito determinante Mbappé, cercherà i gol da due attaccanti che in Italia conosciamo benissimo: Mauro Icardi e Moise Kean. In mezzo al campo occhio a Leandro Paredes, cresciuto molto di rendimento nelle ultime settimane.

Antoine Griezmann e Lionel Messi

Credit Foto Getty Images

Lipsia-Liverpool: occhio ai tedeschi, Reds vulnerabili

QUI LIPSIA: LA COOPERATIVA DEL GOL NON HA PAURA
Olmo, Nkunku, Forsberg, Poulsen, Haidara, Mukiele, Orban, Sabitzer, Kampl. Nel Lipsia segnano e si divertono tutti. La squadra di Julian Nagelsmann ha vinto tutte le ultime quattro partite disputate, è al secondo posto in Bundesliga dietro al colosso Bayern e, dopo la brillante esperienza europea della scorsa stagione, ha la consapevolezza per ripetersi e giocarsi al meglio le proprie chances di qualificazione ai quarti di finale. La difesa a tre del Lipsia sta trovando i giusti equilibri: i quattro clean sheets nelle ultime sei lo testimoniano.

Klopp quasi in lacrime: "Liverpool non vincerà questa Premier"

QUI LIVERPOOL: TRE KO DI FILA, C’É TENSIONE IN CASA REDS
Ahia Jurgen, che succede? Momento peggiore per affrontare un ottavo di finale di Champions è difficile immaginarlo. Il Liverpool è sprofondato in una crisi di risultati inaspettata: tre sconfitte di fila, cinque ko nelle ultime sette, l’attacco che non gira e concretizza pochissimo rispetto a quanto crea. I Reds sono al quarto posto della Premier League, a 13 punti di distanza dal City, e non riescono a tenere la porta inviolata dal 17 gennaio. Per il modo di giocare del Lipsia, può essere un problema serio. Insomma, tensione e difficoltà, elementi non ideali per preparare una doppia sfida come questa.

FC Liverpool | Jürgen Klopp

Credit Foto Getty Images

Porto-Juventus: i portoghesi ultimamente subiscono troppi gol

QUI PORTO: CONCEIÇÃO NON È CONTENTO
Quattro pareggi di fila, lo Sporting Lisbona che scappa in classifica a +7, cinque gol subiti nelle ultime tre. Sergio Conceição non è soddisfatto del momento di forma del suo Porto. Quella lusitana resta una formazione equilibrata e che venderà cara la pelle (ricordiamo che in casa in questa Champions non ha ancora incassato un gol), ma non arriva all’ottavo di finale al top della forma. Occhio all’iraniano Mehdi Taremi (nove gol e vice-capocannoniere del campionato portoghese) e al centrocampista Sergio Oliveira, veri assi in una squadra che dipende molto dalla condizione di Moussa Marega, potente centravanti che però ha timbrato il cartellino solo una volta nelle ultime otto presenze.

Juve, solo un 2-2 per il Porto col Boavista: gli highlights

QUI JUVENTUS: CUADRADO E ARTHUR, ASSENZE CHE PESANO
Prima del ko inatteso di Napoli, la Juventus sembrava aver trovato la solidità ideale per disputare al meglio un ottavo di finale così importante. La sconfitta in terra campana, invece, unita agli infortuni di Arthur e Cuadrado, ha tolto un po’ di serenità all’ambiente bianconero. In generale la Juve ha subito solo due gol (Lautaro in Coppa Italia, Insigne su rigore) nelle ultime nove partite disputate e cercherà di mantenere la porta inviolata anche nella trasferta portoghese. In attacco abbastanza conclamata la dipendenza da Cristiano Ronaldo, che peró ha segnato tutti gli ultimi sei gol nella fase ad eliminazione diretta della Champions per i bianconeri.

Porto-Moreirense 3-0 - 2021

Credit Foto Imago

Siviglia-Borussia Dortmund: spagnoli in condizioni super

QUI SIVIGLIA: WOW, VOLA LA SQUADRA DI LOPETEGUI
Nove vittorie consecutive, inclusa quella con il Barcellona in semifinale di Coppa del Re. Il Siviglia di Lopetegui, attualmente quarto nella Liga, ha iniziato il 2021 con l’acceleratore pigiato. Squadra solida, che subisce poco, concede poco e si sta godendo l’esplosione di Youssef En-Nesyri, già giunto a 17 marcature stagionali (cinque nelle ultime cinque giocate, quattro nelle sei partite del girone di Champions). L’esperienza di due giocatori come Rakitic e Fernando, in partite del genere, può inoltre fare la differenza.
QUI BORUSSIA DORTMUND: PIOGGIA DI GOL (ANCHE SUBITI)
Chi scommette lo sa bene: over 2,5 in 11 delle ultime 14 gare giocate in tutte le competizioni. Le partite del Borussia Dortmund finiscono sempre con una girandola di gol. Il problema è che oltre ai tanti segnati, la squadra di Terzic, deve registrarne anche troppi al passivo. L’ultimo clean sheets é datato 3 gennaio e in una competizione dove bisogna stare attenti a non concedere troppo, è un fattore che può pesare. Motivi di ottimismo? Haaland e Sancho stanno bene e stanno ritrovando condifenza con la porta avversaria.

Munir Sevilla-Huesca

Credit Foto Getty Images

Le altre: Real con forfait importanti, il Chelsea ha ritrovato solidità

Le altre quattro partite valide per gli ottavi di finale verranno disputate la prossima settimana ed è quindi troppo presto per valutare un borsino dettagliato. In generale il Bayern Monaco, prossimo avversario della Lazio, e il Manchester City, che se la vedrà con il ‘Gladbach, sono due tra le squadre più in forma d’Europa e sembrano arrivare al top a questo appuntamento. Meno bene il Real Madrid di Zidane, falcidiato dalle assenze (Ramos, Hazard, Carvajal e Marcelo salteranno sicuramente l’andata contro l’Atalanta) e troppo distanziato dai cugini dell’Atletico in classifica. A proposito di Colchoneros (occhio a Luis Suarez, “caldissimo” nelle ultime giornate), è sicuramente migliorata la condizione del Chelsea dall’arrivo di Tuchel: tre vittorie consecutive in campionato e zona Champions ora distante un solo punto. Si prevede equilibrio tra il Cholo e i Blues.

Juve, solo un 2-2 per il Porto col Boavista: gli highlights

Champions League
Alla scoperta del Porto, rivale della Juve agli ottavi
14/12/2020 A 12:54
Champions League
Allegri: "Non sono arrabbiato, dovevamo giocare meglio la ripresa"
24/11/2021 A 06:17