Che il Milan dovesse attendersi un'urna insidiosa era ampiamente risaputo. Tornati in Champions League dopo un'assenza di 7 anni, i rossoneri ripartivano dalla quarta fascia e si presentavano a Istanbul come la squadra italiana maggiormente a rischio. Così è stato. Il Diavolo, inserito nel Girone B, se la dovrà vedere con Atletico Madrid, Liverpool e Porto: un gruppo duro, ma al tempo stesso ricco di fascino e tradizione, che esprime la bellezza di 15 Champions/Coppe dei Campioni vinte. La presenza di Atletico e Liverpool, in particolare, ha un significato molto particolare per chi - come il Milan - ha finalmente l'occasione di ripartire.

Atletico, l'ultima tappa prima del buio

Champions League
L'Inter pesca il Real, Juve col Chelsea. Milan, che girone!
26/08/2021 A 17:16
Fu proprio contro l'Atletico Madrid che i rossoneri disputarono infatti la loro ultima partita di Champions League prima di attraversare lunghi anni di assenza dall'Europa che conta davvero. Era l'11 marzo 2014 e il Milan, all'epoca allenato da Clarence Seedorf che aveva preso il posto di Massimiliano Allegri esonerato un paio di mesi prima, perse 4-1 nello storico Vicente Calderon e uscì malamente agli ottavi di finale (gli spagnoli avevano vinto 1-0 anche il match d'andata a San Siro). Curioso che il Milan riprenderà il filo della Champions proprio contro gli spagnoli che, oggi come allora, sono allenati da Diego Simeone.

Raul Garcia esulta dopo il gol - Atletico Madrid-Milan Champions League 2013-14

Credit Foto Imago

Il Liverpool e quel trionfo ad Atene

Evoca ricordi ormai sbiaditi nel tempo anche il Liverpool, avversario per eccellenza del Milan nei primi anni Duemila nell'era targata Carlo Ancelotti. I Reds sono infatti la squadra contro cui i rossoneri hanno vinto la loro ultima Champions League, il 23 maggio 2007. La notte indimenticabile di Atene, della doppietta di Pippo Inzaghi e - soprattutto - della rivincita di quella maledetta finale di due anni prima a Istanbul quando il Liverpool fece versare al Milan lacrime forse mai così amare nella lunga e gloriosa storia europea del club rossonero. Singolare che quelle due finali rimangano tuttora gli unici due confronti tra le due squadre in campo internazionale. Ora è arrivato il momento di rinverdire le statistiche e - per il Milan - di vivere per la prima volta (incredibile ma vero) l'atmosfera unica di Anfield.

Come cambia il Milan con l'acquisto di Florenzi

Serie A
Milan-Cagliari: probabili formazioni e statistiche
26/08/2021 A 14:05
Calciomercato 2020-2021
Pellegri è del Milan: ufficiale il prestito con diritto di riscatto
25/08/2021 A 13:31