Salisburgo-Milan, match valido per la prima giornata del Gruppo E di Champions League, è terminato sul punteggio di 1-1, frutto delle reti di Noah Okafor e Alexis Saelemaekers. La gara è stata arbitrata da Srđan Jovanović. Con questo risultato i rossoneri aprono la loro campagna europea con un punto prezioso, perché conquistato su un campo in cui, l'anno scorso, avevano trovato il k.o. squadre come Siviglia e Wolfsburg.
Qui di seguito i voti ai protagonisti della partita per capire l'andamento della gara.
Champions League
Pioli: "Con il Chelsea non è decisiva. Vogliamo fare la partita"
4 ORE FA
Champions League 2022-2023, le classifiche aggiornate dei gironi | Champions League 2022-2023, calendario e risultati | Champions League 2022-2023, la classifica marcatori aggiornata

Le pagelle del Salisburgo

Philipp KÖHN 5.5 - Incolpevole sul gol, ma in uscita fa sospirare qualsiasi suo tifoso: sempre fuori tempo sulle uscite alte, mai capace di dare sicurezza al suo reparto difensivo e, per sua fortuna c'è Pavlovic. Azzecca però l'uscita bassa che salva il risultato, murando Diaz.
Amar DEDIC 6 - Leão è un pericolo pubblico numero uno e obbliga anche Capaldo a stare molto basso, ma il "terzino di riserva" Dedic non gli concede granché e ne limita, come può, lo strapotere fisico palla al piede.
Oumar SOLET 6 - Nel riscaldamento si ferma Maximilian Wöber e il suo compagno di reparto deve abdicare dal match a fine 1° tempo: non spicca come Pavlovic, ma non sbaglia granché. (Dal 42' BERNARDO 5.5 - Entra nel momento in cui il Milan sembra poter cambiare marcia, ma non ha grandi pressioni da affrontare. La sua deviazione sul destro di Leão rischia però di vanificare una più che buona prova del Salisburgo).
Strahinja PAVLOVIC 7 - Titolare proprio all'ultimo minuto, gioca una grande partita. Di testa le prende davvero tutte e rende così ininfluenti le uscite a vuoto di Köhn, palla a terra è sempre prezioso in chiusura.
Andreas ULMER 6 - Da buon capitano dà l'esempio nel momento in cui le energie del Salisburgo si esauriscono. Pericoloso con alcuni calci piazzati, sempre presente in interdizione. Esperienza e carisma al servizio di una squadra di "baby-fenomeni".

L'esultanza dei giocatori del Salisburgo dopo il gol dell'1-0 durante Salisburgo-Milan - Champions League 2022-23

Credit Foto Getty Images

Nicolás CAPALDO 6 - Partita di sacrificio per aiutare Dedic nel contenere Leão, ma non per questo rinuncia a qualche sortita difensiva con qualità. Spende tantissime energie, eppure nel finale resta sempre lucido.
Nicolas SEIWALD 6.5 - Agisce bene da regista e argina, come può, De Ketelaere, impedendo al talento belga di accendersi con continuità.
Maurits KJAERGAARD 5.5 - Altro talento di cui si sentirà parlare molto. Vale un po' lo stesso discorso fatto nella pagella di De Ketelaere: si accende a intermittenza ma, quando lo fa, mostra una classe cristallina.
Dijon KAMERI 6 - Alla prima presenza europea mostra sprazzi di talento da non sottovalutare, riuscendo anche a mettere un po' in ombra un certo Tomori. A soli 18 anni d'età è un esordio da sogno. (Dal 66' Lucas GOURNA-DOUATH - ).
Noah OKAFOR 7.5 - MVP indiscusso. Palla al piede è imprendibile e fa letteralmente ammattire la difesa rossonera con accelerazioni improvvise. Il gol è un'autentica perla, da incastonare nel libro dei ricordi personali. Abbacinante. (Dal 90' Junior ADAMU S.V.).
FERNANDO 5.5 - Avrà anche i colpi, ma l'errore sotto porta al 54' è da matita rossa in pagella. Per il resto, non crea mai pericoli effettivi e a volte risulta troppo egoista su azioni importanti del Salisburgo. (Dal 65' Benjamin ŠEŠKO 6 - Il nuovo-Haaland ha un solo pallone veramente giocabile e, per poco, non fulmina Maignan con una grande sinistro a giro dal limite. Si parla un gran bene di lui, per stasera lascia però spazio e scena ad altri).
All. Matthias JAISSLE 6.5 - Non rifiuta il confronto aperto con una squadra più blasonata e attrezzata. Valorizza i giovani (quelli veri) ed esce da questa sfida con un punto meritatissimo. Altro esempio di come le idee e la fiducia possano sopperire totalmente all'inesperienza di tanti giocatori.

Le pagelle del Milan

Mike MAIGNAN 6 - Si fa infilare tra le gambe dal sinistro di Okafor, ma poi è la solita, sicura, saracinesca. Il Salisburgo non lo impensierisce quasi mai per la verità, ma lui garantisce una sicurezza assoluta a prescindere.
Davide CALABRIA 5.5 - Soffre molto Okafor e non riesce quasi mai a contenerlo, oltre a prendersi un'ammonizione evitabile. Infuriato per il cambio, ma c'erano alternative? (Dal 57' Sergino DEST 6 - Entra quando Okafor pare aver esaurito la benzina e non deve poi fare granché per evitare che l'MVP di questo match faccia ulteriori danni. Atteso a prove di diversa difficoltà).
Pierre KALULU 5.5 - La figura che fa sul gol dell'1-0 è davvero brutta, specie considerando le sue qualità.
Fikayo TOMORI 5.5 - Insolitamente impreciso, anche se alcuni anticipi ci ricordano perché sia sempre imprescindibile per questo Milan. Resta comunque una prova da rimandato, in una serata in cui soffre anche il compagno di reparto.
Theo HERNANDEZ 6.5 - Propositivo come al solito, perfetto nelle diagonali. Non è il solito "treno" sulla sinistra e rischia di macchiare una buona prova con un passaggio in orizzontale che libera il sinistro di Šeško: per sua fortuna, il nuovo-Haaland calcia a lato di pochissimo.
Ismaël BENNACER 5.5 - Si addormenta dopo aver recuperato palla al limite e dal suo errore nasce l'1-0 del Salisburgo. Sbaglia tanto, anche in termini di idee e in fase di interdizione. (Dal 57' Tommaso POBEGA 6 - Entra col piglio giusto, ci prova più volte dalla distanza pur non inquadrando la porta. Deve crescere).

L'esultanza dei giocatori del Milan dopo il gol di Alexis Saelamaekers durante Salisburgo-Milan - Champions League 2022-23

Credit Foto Getty Images

Sandro TONALI 6 - Non garantisce le solite geometrie al centrocampo rossonero, ma non per questo perde il duello a centrocampo.
Alexis SAELEMAEKERS 7.5 - Nel 1° tempo è il rossonero più propositivo e il gol è soltanto la ciliegina sulla torta alla sua prestazione. Spesso imprendibile nello stretto, freddo e lucido col mancino che supera Köhn. Decisivo. (Dall'80' Junior MESSIAS S.V.).
Charles DE KETELAERE 5.5 - Per 40' cerca la posizione, ma ogni volta che tocca palla fa capire di possedere qualità differenti dalla media. Avvia la ripartenza dell'1-1 con un tocco delizioso, ma non incide come ci si sarebbe aspettati. (Dal 70' Brahim DIAZ 6 - Avrebbe sui piedi la palla del vantaggio, ma l'uscita del portiere avversario è provvidenziale. Per il resto, senza lode e senza infamia nei 25' giocati).
Rafael LEÃO 6.5 - Un altro assist, l'ennesimo in questo 2022 da top-rifinitore a livevllo europeo. Prova a sgasare come suo solito sulla sinistra, ma stavolta la catena del Salisburgo lo limita con inattesa efficacia, vanificandone buona parte della sua pericolosità. Va comunque vicino all'1-2, complice la deviazione di un avversario.
Olivier GIROUD 5 - Non ne azzecca una e sbaglia tanto anche in appoggio. Serata di pausa, mettiamola così. (Dal 57' Divock ORIGI 6 - Non entra nel migliore dei modi ma cresce alla distanza e crea buone occasioni, per sé e i compagni. Gli manca il guizzo decisivo, ma può tornare utilissimo nel corso della stagione).
All. Stefano PIOLI 6 - Un Milan che non stecca all'esordio europeo e, dopo 10', accetta ritmi alti e gioco palla a terra, saltando spesso l'asfissiante pressione dei padroni di casa. Manca un po' di fosforo negli ultimi trenta metri, ma era consapevole che questa sarebbe stata una sfida pericolosa.

Il tributo di Ancelotti a Sacchi: "Sei stato un maestro fantastico"

Champions League
Potter: "Leao top player, è pronto per la Premier. Giroud mi impressiona"
7 ORE FA
Champions League
Tomori: "Chelsea forte, ma anche noi lo siamo: possiamo vincere"
10 ORE FA