Esordio un po' "particolare" per Erling Haaland col Manchester City. Poche ore prima del fischio d'inizio della sfida contro il Liverpool, che mette in palio il Community Shield e apre sostanzialmente la stagione della Premier League 2022-23, il centravanti novergese è stato coinvolto involontariamente in una protesta ambientalista. Nel cielo sopra al King Power Stadium di Leicester - sede dell'incontro al posto del consueto Wembley, impianto che ospiterà invece la finale di Euro 2022 femminile - è infatti apparso uno striscione di protesta contro la situazione rifiuti in Inghilterra.
"Benvenuto Erling - DontTrashOurFuture.co.uk". Un messaggio lanciato da Clean Up Britain, una campagna nazionale contro i rifiuti e, che si concentra sulla ricerca di "soluzioni sostenibili ed efficaci all'epidemia britannica di rifiuti". Il banner-volante, di oltre 50 metri di lunghezza, voleva sensibilizzare la popolazione inglese non soltanto sul problema-rifiuti, bensì anche sulla discarica illegale degli stessi, una vera e propria piaga, sempre più evidente in Inghilterra.
Premier League
In 10 e su rigore al 95' con Haaland: 2-1 al Fulham, il City torna in vetta
05/11/2022 ALLE 14:58
John Read, il fondatore di Clean Up Britain, è un tifoso del Manchester City da oltre cinquantatrè anni e, come ogni Citizens, ha voluto accogliere nel miglior modo possibile Haaland: "Con tutto il mio cuore, do il benvenuto a Erling qui al City. Sono sicuro che lungi dal "cestinare il nostro futuro", lui lo costruirà ancora più fortemente! Tuttavia, come presto riconoscerà, la Gran Bretagna ha un serio problema di rifiuti".

Guardiola: "Haaland? Ragazzo divertente, si è ambientato bene"

Premier League
Guardiola, Ibra e l'ego: "Zlatan ha ragione, sono geloso di Haaland"
05/11/2022 ALLE 08:48
Premier League
Haaland spunta una clausola: 200 milioni ma solo per l'estero
12/10/2022 ALLE 09:38