L’Italia esce di scena nel più beffardo dei modi, ai rigori contro la Spagna in semifinale di Confederations Cup. Ecco tutte le dichiarazioni a caldo del match.

Cesare Prandelli (Italia): "Ai rigori tutto può capitare, siamo stati sempre in gara dal primo all'ultimo minuto e abbiamo fatto una partita molto molto buona. La Spagna è ancora davanti a noi perché lavora da anni su certi concetti, ma stiamo migliorando anche noi. Vorrei rigiocare la partita ma non in queste condizioni, i ragazzi sono stati commoventi ad avere ancora energie dopo tutti questi minuti. Dedico la gara a Stefano Borgonovo e alla famiglia, hanno vissuto un dramma con grande serenità".

FIFA Confederations Cup
Le pagelle di Spagna-Italia 7-6 d.c.r.
27/06/2013 A 21:59

Giorgio Chiellini: “Siamo delusi per il risultato, perché eravamo fiduciosi e consapevoli sapevamo che all’Europeo non eravamo noi a causa di un calendario folle. Eravamo consapevoli di fare una grande partita, se c’era una squadra che dovevamo vincere eravamo noi. Il rimpianto è che il primo tempo doveva stare 2-0 per noi. E’ stato un peccato perché dopo  ci si allunga e ai supplementari tutti non vedevamo l’ora che finisse. Leo è stato solo sfortunato, ma solamente chi tira i rigori li sbaglia. non so quante squadre hanno la parità o quasi del possesso palla con la Spagna. Abbiamo fatto la partita giocandola, palla a terra e non capita tutti i giorni... Dovevano uscire loro a testa alta e noi passare il turno. Tra due giorni e mezzo abbiamo una partita folle all'ora di pranzo contro l'Uruguay che solo a pensarci oggi è una tortura con questo caldo e questa umidità a soli due giorni di distanza... Chiederemo ancora di cambiare i calendari ma sembra che non ci vogliano proprio stare a sentire su questo punto. La difesa a tre? Finché ci siamo mossi bene, abbiamo concesso molti pochi spazi e abbiamo impedito a Iniesta e Xavi di puntarci e liberarsi. Nel secondo tempo con Navas ci hanno aperto un po' di più e creato qualcosa in più ma nulla di che".   

Christian Maggio: “E’ un peccato perché per larghi tratti siamo stati superiori noi e avremmo meritato anche di vincere. Peccato anche perché ho avuto un paio di ottime occasioni, ma anche stavolta non è entrata. Non so cosa dire, mi dispiace ed evidentemente non siamo abbastanza fortunati. Adesso però dobbiamo rimboccarci le maniche e dare l’anima contro l’Uruguay”.

Iker Casillas: “E’ stato molto difficile vincere questa partita. L’Italia ha giocato alla grande. Noi abbiamo creato delle occasioni però anche loro ci hanno spaventato. Ai rigori è sempre una lotteria e siamo stati fortunati perché l’abbiamo vinta. Siamo una generazione inossidabile. Adesso andiamo a dare tutto contro il Brasile. Una buona squadra, ricca di giovani di talento. Ma noi siamo convinti di poter regalare un altro sorriso ai nostri tifosi. Siamo molto stanchi, abbiamo bisogno di riposare e dovremo affrontare la Seleçao al Maracanà. Sarà dura, ma ce la metteremo tutta”.

***

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport

Euro 2020
Mancini: "Servono rose più ampie agli Europei"
22/12/2020 A 08:26
Euro 2020
Mancini: "Rinnovo? Non ho una data. Che gol che fa Immobile"
21/12/2020 A 18:34