Stiamo pregando molto in questi giorni. Dovremmo capire tutti che cos'è il calcio, uno sport nel quale esistono le vittorie e le sconfitte. Non si può arrivare a certi estremi" [Il padre di William Tesillo]

Francesco De Gregori nella celebre ‘La leva calcistica del 68’ sosteneva che un calciatore non si potesse giudicare da un errore dal dischetto, purtroppo però un rigore sbagliato può segnare una carriera e fare anche paura come sta saggiando sulla propria pelle William Tesillo, 29enne difensore colombiano del Santa Fè. Il centrale dei Cafeteros, ha avuto la colpa di aver fallito il rigore decisivo nel quarto di finale di Copa America contro il Cile, che ha portato all’eliminazione della Colombia dalla competizione.

Copa America
Cile, il sogno del tris è più vivo che mai: Colombia eliminata ai calci di rigore
29/06/2019 A 01:50

Nelle ore immediatamente successive all’uscita della Colombia dalla Copa America, Tesillo ha cominciato a ricevere pesanti minacce di morte che sonoarrivate non solo a lui ma anche a tutti i suoi familiari. Segnali che rimandano alla mente la terribile vicenda di Andres Escobar, che dopo un autogol contro gli Stati Uniti a Usa ’94, che costò l’eliminazione al primo turno dalla Coppa del Mondo, andò incontro alla morte al ritorno in patria, ucciso con alcuni colpi di pistola inferti da un’ex guardia del corpo all’uscita del ristorante dove aveva appena cenato con la moglie. Una morte che a 25 anni di distanza resta una pagina nera nella storia colombiana e sul quale non si è fatta piena luce fino in fondo. L’escuzione di Escobar, infatti, fu voluta da un clan di scommettitori che avevano investito grosse cifre sulla qualificazione della Colombia agli ottavi del Mondiale americano. Un precedente macabro che, al netto, di queste minacce ora non può lasciare troppo tranquilla i famigliari e lo stesso William Tesillo.

Copa America
La Conmebol squalifica Messi per tre mesi: fermato dopo aver definito corrotta la Copa America
03/08/2019 A 07:38
Copa America
Da 0 a 10, il Pagellone della Copa America: maledizione Messi, James incanta
08/07/2019 A 19:50