Il commento della nottata

Gianluca Lapadula sognava una notte del genere. Ma a bassa voce, sai mai che la sfortuna ti si ritorca contro. E i suoi desideri, come per magia, si sono avverati. Proprio il centravanti del Benevento, reduce dalla cocente delusione della retrocessione in Serie B dei sanniti, è il grande protagonista dell'insperato e preziosissimo 2-2 in rimonta che il Perú strappa all'Ecuador a Goiania. Insperato, sì, perché al termine del primo tempo la formazione di Gareca è sotto di due reti e in completa balia degli avversari, a segno grazie a un'autorete di Tapia e a un intervento da due passi di Ayrton Preciado. Sembra tutto finito, ma Lapadula ha voglia e intenzione di entrare definitivamente nei cuori dei peruviani, come se già non l'avesse fatto. E nella ripresa sale in cattedra: prima sfrutta un assist di Cueva fulminando Galindez con un sinistro incrociato, quindi l'assist lo fa lui, ed è un pallone che manda in rete Carrillo. Perú a +3 proprio sull'ultimo posto dell'Ecuador e, in questo momento, ai quarti: si giocherà la qualificazione all'ultimo turno.

Lapadula esulta con Carrillo in Ecuador-Perú, Copa America

Credit Foto Getty Images

Copa America
Cuadrado segna, Lapadula non basta: la Colombia è terza
10/07/2021 A 02:25
Se Lapadula è l'uomo copertina della notte, Casemiro non gli è da meno. Una rete del centrocampista del Real Madrid al minuto 100 (!) consente al Brasile, già qualificato, di rimontare la Colombia dallo 0-1 al 2-1 e mantenere immacolato il proprio percorso di vittorie. Luis Diaz realizza il gol più bello visto in questa edizione della Copa con una stupenda semirovesciata, portando avanti i cafeteros dopo 10 minuti. Il Brasile ci mette ampiamente del suo, faticando a reagire e non riuscendo a creare praticamente nulla di pericoloso fino al 65. Poi si sveglia Neymar, che colpisce un palo con la porta sguarnita dopo aver superato anche Ospina. E a 12 minuti dalla fine, nonostante la Colombia protesti in maniera vibrante in quanto la palla ha sbattuto contro l'arbitro, Firmino trova di testa il gol del pareggio. Che non è definitivo, perché al 100' (maxi recupero concesso proprio per le proteste colombiane), ecco spuntare un'altra testa: quella di Casemiro, che da un corner di Neymar trova il guizzo da 3 punti.

Il tabellino delle partite

Ecuador-Perú 2-2 (primo tempo 2-0)
Ecuador (4-4-1-1): Galindez; An. Preciado, Arboleda, Hincapié, Estupiñan; Franco (82' J. Caicedo), Mendez (81' Noboa), M. Caicedo, Ay. Preciado (92' F. Martinez); Diaz (64' Mena); Campana (64' Estrada). Ct. Alfaro
Perú (4-2-3-1): Gallese; Corzo, Ramos, Callens, Trauco; Tapia, Yotun (93' Iberico); Carrillo, Peña (78' Cartagena), Cueva (86' Araujo); Lapadula (78' Ormeño). Ct. Gareca
Arbitro: Jesus Gil Manzano (Spagna)
Gol: 23' aut. Tapia (E), 45' Ay. Preciado (E), 49' Lapadula (P), 54' Carrillo (P)
Ammoniti: Hincapié, Ramos
Espulsi: -
Brasile-Colombia 2-1 (primo tempo 0-1)
Brasile (4-2-3-1): Weverton; Danilo, Marquinhos, Thiago Silva, Alex Sandro (62' Renan Lodi); Fred (68' Paquetá), Casemiro; Everton Ribeiro (46' Firmino), Neymar, Richarlison (77' Gabigol); Gabriel Jesus (77' Everton). Ct. Tite
Colombia (4-4-2): Ospina; Muñoz, Mina, D. Sanchez, Tesillo; Cuadrado, Barrios, Uribe, L. Diaz (91' Murillo); Borré (64' Cuellar), Zapata (64' Borja). Ct. Rueda
Arbitro: Nestor Pitana (Argentina)
Gol: 10' L. Diaz (C), 78' Firmino (B), 100' Casemiro (B)
Ammoniti: Alex Sandro, Everton Ribeiro, Cuadrado, Ospina, Neymar, Barrios, Cuellar
Espulsi: -

Il giocatore del giorno

Gianluca Lapadula. Ve lo ricordate a terra, stremato dalla fatica, ai 2850 metri di Quito dopo aver sfornato due assist nella vittoria in rimonta in casa dell'Ecuador? Bene: sempre contro la Tri, Lapadula ha deciso di andare oltre. Trovando finalmente il suo primo gol con la sua "nuova" Nazionale, dopo averne realizzati tre in un'amichevole non ufficiale del 2017 contro San Marino, e aggiungendoci un assist al bacio. Protagonista assoluto.

Consigli per gli acquisti

Luis Diaz. Ok, non è esattamente una scoperta. E ok, non è uno che si possa prendere a un costo così accessibile, considerando in particolar modo la capacità del Porto di vendere a caro prezzo i propri gioielli. Però si può considerare lo stesso una bella scoperta. Non tanto del calcio europeo, avendo già giocato e segnato in Champions League, quanto della Copa America, se è vero che prima di stasera aveva combinato qualche disastro, facendosi espellere contro il Venezuela. Con un gol del genere, il suo valore non può che essere aumentato.

Neymar si vaccina: "Spero si torni alla normalità"

Copa America
Di nuovo Paquetá: Brasile-Perú 1-0, Seleção in finale
06/07/2021 A 01:02
Copa America
Messi, che punizione contro l'Ecuador! Guarda il gol
04/07/2021 A 08:44