Mercoledì 12 gennaio. Il day 4 partiva con un Tunisia-Mali che non era neanche la partita di cartello della giornata, anche se è poi diventata la partita più discussa, almeno fino a questo momento, della 33esima edizione della Coppa d'Africa. La Tunisia stava perdendo 1-0 per il rigore messo a segno da Koné, poi è entrato in gioco l'arbitro. Lo zambiano Janny Sikazwe, uno degli arbitri africani più esperti (e più bravi), alla sua 6a Coppa d'Africa, oltre a ricordarcelo in due gare dell'ultimo Mondiale e una finale del Mondiale per club (Real Madrid-Kashima Antlers del 2016). Non che Sikazwe non sia balzato alla cronaca per qualche fattaccio, fu sospeso nel 2018 per presunti casi di corruzione nella Champions League africana, ma nel pomeriggio di Limbe ha dato il meglio di sé. Prima non ha visto il rigore per la Tunisia, a due metri dal tocco di mano, dovendosi far richiamare dal VAR. Poi ha fischiato la fine all'86'. Avete capito bene, all'86'. Espelle uno del Mali e fischia di nuovo la fine all'89'43''. Si è scatenata la bagarre, con tutta la panchina della Tunisia che entra in campo a protestare, tanto che è dovuta intervenire la sicurezza dello stadio per scortare l'arbitro fuori dal campo.

L'allenatore insegue l'arbitro: Sikazwe portato via dalla scorta

Calendario, risultati e highlights | Gli italiani convocati e le partite che salteranno in A | Il montepremi |
Coppa d'Africa
Chi è Janny Sikazwe, l'arbitro dello scandalo di Tunisia-Mali
13/01/2022 A 11:13
La pezza, si dice, a volte può essere peggiore del buco. E, mentre gli allenatori si apprestavano a fare le loro conferenze, la CAF ha avuto la brillante idea di proporre ai giocatori di rientrare in campo per 3 minuti (perché per 3 minuti poi? Cosa sta a significare il numero 3?). Ovviamente senza Sikazwe in campo a fare da arbitro, ma con il quarto uomo a dirigere la contesa. Quarto uomo che si era appena reso protagonista di uno spintone ai danni del team manager della Tunisia che protestava. Roba da altri mondi.

Follia totale dell'arbitro: fischia la fine a 89'43''! Furia Tunisia!

La Tunisia si è però rifiutata di giocare questi fantomatici 3 minuti, l'errore è troppo grosso e ha fatto ricorso direttamente alla CAF per avere la vittoria a tavolino visto l'errore tecnico dell'arbitro. Arbitro che non sarebbe comunque rientrato in campo, come dicevamo, anche perché - secondo l'Equipe - sarebbe stato trasportato in ospedale. Qualcuno l'ha picchiato? No, ma secondo indiscrezioni, il sig. Sikazwe era in uno stato di confusione tale da commettere molti errori, il tutto perché vittima di un'insolazione. Una cosa anche verosimile, visto che a Limbe c'erano ben 34 gradi nel pomeriggio con le due squadre a fare anche i due cooling break per dissetarsi e rifiatare.

Fa troppo caldo a Limbe: 34 gradi e cooling break per Tunisia e Mali

Per il momento la CAF non aveva fatto nessun comunicato ufficiale. Dai suoi social, c'era stata solo la nota nello spiegare che la partita successiva, Mauritania-Gambia, si sarebbe giocata 45 minuti dopo l'orario previsto visto i ritardi causati dalla partita precedente (si giocava nello stesso stadio). In mattinata è arrivato un nuovo comunicato, il primo sulla vicenda Tunisia-Mali. In realtà non viene detto nulla di nuovo, sono state raccolte tutte le dichiarazioni degli ufficiali di gara (dall'arbitro al VAR), i referti di gara e sono stati trasmessi all'organo competente in seno alla CAF. Nei prossimi giorni verrà deciso il da farsi. Dalla convalida del risultato al, più probabile, 2-0 a tavolino per la Tunisia.

Dove vedere la Coppa d'Africa in diretta tv e live-streaming

Tutte le 52 partite di Coppa d'Africa sono trasmesse in diretta e in esclusiva in live-streaming su Discovery+ (SCOPRI L'OFFERTA), il nuovo servizio ott di Discovery con tutto il meglio dell’intrattenimento e della programmazione sportiva di Eurosport. Tutta la Coppa d'Africa sarà visibile anche sulle piattaforme Eurosport Player, TIMVision e Amazon Prime Video Channel. Le gare saranno anche disponibili On Demand su Eurosport Player e Discovery+.

Tunisia-Mali 0-1: gli highlights

Coppa d'Africa
Da Touré a Drogba, passando per Eto'o: la top 11 di sempre
07/01/2022 A 19:30
Coppa d'Africa
Fennec, Leoni Indomabili & gli altri soprannomi in Coppa d'Africa
22/11/2021 A 15:45