Sarà ancora Milan contro Juventus. Come nel 2016, l'ultima finale raggiunta dal Diavolo. Sotto la pioggia romana, che con il passare dei minuti e poi delle ore si trasforma in neve, la semifinale di ritorno di Coppa Italia ha un che di epico, proprio come lo era stato il trionfale derby della svolta rossonera. Lo 0-0 di San Siro viene replicato all'Olimpico, non si schioda né al 90' né al 120' e porta inevitabilmente ai calci di rigore. Dove è decisivo il sinistro del 5-4 di Alessio Romagnoli, passato nella Roma ma fede dichiaratamente biancoceleste. Durante i tempi regolamentari non erano mancate intensità e grinta e di certo non era mancato l'equilibrio, fattore pressoché dominante per tutto l'incontro. Ma non erano mancati nemmeno gli errori: il più grave, quello di Kalinic al 117', presentatosi a tu per tu con Strakosha e sciagurato nel mancare la porta. Gattuso completa così un altro step del proprio percorso di allenatore del Milan, riassapora il gusto di una finale di Coppa Italia dopo 15 anni (l'ultima volta, nel 2003, batté la Roma) e porta il club a giocarsi il trofeo per la quattordicesima volta nella sua storia. Di fronte, ancora la Juventus. Due anni fa decise Morata. L'auspicio rossonero è che il 9 maggio, sempre all'Olimpico, sia tutta un'altra storia.

La cronaca della partita

Doppia occasione per la Lazio nei primi minuti: Donnarumma è bravo ad alzare in angolo un colpo di testa di Immobile, poi a respingere con un piede un destro da posizione defilata di Milinkovic-Savic. Lo stesso serbo, poco dopo il quarto d'ora, approfitta di un disimpegno maldestro di Rodriguez e calcia da fuori: botta vicinissima al palo. Il Milan risponde con Suso: Strakosha attento, prima che il tap-in di Cutrone venga reso vano da una segnalazione di fuorigioco. Ancora Donnarumma blocca su Caceres, poi rischia la frittata su Immobile: il centravanti recupera dal fondo un pallone lasciato passare dal portiere, ma non trova la porta. Il duello si ripropone a una decina di minuti dall'intervallo: splendido assist di tacco di Luis Alberto, sinistro incrociato dell'ex granata e respinta del portiere rossonero.
Calciomercato
🗞 Inter su Musah, Milan attento ai corteggiatori di Leao
11 ORE FA

Donnarumma in Lazio-Milan

Credit Foto Eurosport

Equilibrio totale anche nella ripresa: Çalhanoglu calcia centralmente per la presa di Strakosha, Parolo ha un paio di palloni invitanti in area ma non li sfrutta, ma la vera palla gol capita sul destro di Calabria, che sfiora il secondo gol in 4 giorni all'Olimpico ma trova i piedi del portiere albanese. Ancora Çalhanoglu, servito in area da Bonaventura: sinistro sparacchiato sul fondo. Inzaghi inserisce Felipe Anderson, Gattuso si affida a Cutrone. Ma i tempi supplementari, man mano che passano i minuti, passano rapidamente da suggestione a realtà sempre più concreta. Al 90', l'infinita doppia semifinale tra Lazio e Milan non ha ancora un vincitore.

Milinkovic-Savic in Lazio-Milan

Credit Foto Eurosport

Fino al 120', a prevalere è la stanchezza. I ritmi si abbassano, il tempo inclemente non aiuta. Ma il Milan ha comunque due occasioni per passare: Strakosha vola su una punizione di Çalhanoglu e Romagnoli, dall'angolo successivo, non approfitta di un'uscita mancata del portiere di casa incornando a lato da pochissimi passi. Il match point capita al 117' sul destro di Kalinic: contropiede micidiale del Milan, Bonucci libera davanti alla porta l'ex viola che, solissimo contro Strakosha, spara incredibilmente alto. Un errore decisivo. Niente gol, si va ai calci di rigore.

Immobile, Bonucci e Kessie in Lazio-Milan

Credit Foto Eurosport

Dal dischetto segna subito Immobile, poi è incredibile sequela di errori: Rodriguez, Milinkovic-Savic, Montolivo e Lucas Leiva si fanno ipnotizzare, uno dopo l'altro, da Strakosha e Donnarumma. Bonaventura spezza l'incantesimo, imitato da Parolo, Borini, Felipe Anderson e Bonucci. Si prosegue a oltranza, con Lulic e Çalhanoglu a segno. Di Luiz Felipe l'errore decisivo: destraccio alle stelle. E così tocca a Romagnoli spiazzare Strakosha e mandare in delirio il Milan, in finale per la seconda volta in tre anni.

La statistica chiave

Tredicesimo risultato utile, tra tutte le competizioni, per il Milan. Il primo, come già ricordato, era arrivato proprio in Coppa Italia: il derby del 27 dicembre vinto ai supplementari contro l'Inter.

Il tweet

Il migliore in campo

Bonucci. Conferma per l'ennesima volta di essere il lontano parente del Bonucci di inizio stagione. Monumentale prestazione dell'ex bianconero, che regala sicurezza alla difesa nonostante debba fronteggiare un cliente pericolosissimo come Immobile e manda pure in porta Kalinic. Un cambiamento impressionante. E non tradisce nemmeno dal dischetto.

Il peggiore in campo

Kalinic. Entra al posto di Cutrone ma è un corpo estraneo per tutto il tempo. E come se non bastasse, al 117' scialacqua il match point rossonero. Per sua fortuna, i compagni rimediano dal dischetto.

La dichiarazione

Gennaro Gattuso:"La Lazio è una squadra che in casa dà quattro gol a tutti. Noi siamo stati bravi a giocare la partita come l'avevamo preparata alla vigilia".

Il tabellino

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Caceres (69' Luiz Felipe), de Vrij, Radu; Marusic (93' Lukaku), Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto (67' Felipe Anderson); Immobile. All. Inzaghi
Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié (96' Montolivo), Biglia, Bonaventura; Suso (108' Borini), Cutrone (70' Kalinic), Calhanoglu. All. Gattuso
Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze
Gol: -
Rigori: Immobile (L) gol, Rodriguez (M) parato, Milinkovic-Savic (L) parato, Montolivo (M) parato, Lucas Leiva (L) parato, Bonaventura (M) gol, Parolo (L) gol, Borini (M) gol, Felipe Anderson (L) gol, Bonucci (M) gol, Luilc (L) gol, Çalhanoglu (M) gol, Luiz Felipe (L) alto, Romagnoli (M) gol
Note: ammoniti Kessié, Romagnoli, Calabria, Marusic, Radu, Milinkovic-Savic
Calciomercato
🗞 La Juve blinda Locatelli fino al 2027 e pensa a Gvardiol e Ndicka
22/11/2022 ALLE 06:38
Mondiali
🗣 Calcio360, speciale Mondiali: ogni giorno su Twitch, parlane con noi!
21/11/2022 ALLE 10:49