Dopo il burrascoso 1-1 dell'andata a San Siro lo scorso 13 febbraio, con quel rigore assegnato alla Juventus al 91' per un fallo di mano di Calabria che mandò su tutte le furie il Milan, allo Stadium va in scena l'atto secondo della semifinale di Coppa Italia. I bianconeri di Maurizio Sarri sono i favoriti d'obbligo, per almeno tre motivi: hanno una rosa migliore di quella rossonera, sfidano una squadra che dovrà fare a meno di tre giocatori fondamentali come Ibrahimovic, Theo Hernandez e Castillejo, e allo Stadium contro il Milan non hanno mai perso. Anzi, meglio sarebbe dire che hanno quasi sempre vinto: 11 volte su 12 per la precisione.

I precedenti del Milan allo Stadium

Serie A
Giroud ancora dolorante alla schiena: niente Milan-Venezia
3 ORE FA
StagioneCompetizioneRisultato
2011-12Serie AJuventus-Milan 2-0
2011-12Coppa ItaliaJuventus-Milan 2-2 dts
2012-13Serie AJuventus-Milan 1-0
2012-13Coppa ItaliaJuventus-Milan 2-1 dts
2013-14Serie AJuventus-Milan 3-2
2014-15Serie AJuventus-Milan 3-1
2015-16Serie AJuventus-Milan 1-0
2016-17Coppa ItaliaJuventus-Milan 2-1
2016-17Serie AJuventus-Milan 2-1
2017-18Serie AJuventus-Milan 3-1
2018-19Serie AJuventus-Milan 2-1
2019-20Serie AJuventus-Milan 1-0

Da Allegri a Pioli, una lunga storia di sconfitte

Da quando esiste lo Stadium, ovvero dalla stagione 2011-12, il Milan non ha mai vinto in casa della Juventus. Ci hanno provato in successione Allegri, Inzaghi, Mihajlovic, Montella, Gattuso e Pioli: tutti sono tornati a casa con le ossa rotte dalla trasferta contro i bianconeri. Dieci i gol realizzati complessivamente dal Milan nell'arco di 9 anni, 24 quelli segnati dalla Juventus. Il destino di Romagnoli e compagni, quindi, sembra segnato. Eppure è proprio alla statistica che il Milan può aggrapparsi. Sembra un paradosso, ma è così.

Maxi Lopez e Giorgio Chiellini - Juventus-Milan Coppa Italia 2011-12

Credit Foto Getty Images

Quelle 2 sfide in Coppa Italia..

Le uniche due occasioni in cui il Milan è riuscito a rimanere imbattuto nei 90 minuti allo Stadium sono coincise con altrettante sfide di Coppa Italia. Nel 2011-12 i rossoneri, che avevano perso 2-1 all'andata a San Siro, si imposero con lo stesso risultato a Torino con Mesbah e Maxi Lopez a ribaltare l'iniziale vantaggio bianconero firmato da Del Piero. Ai supplementari fu Vucinic a segnare il gol del 2-2 che regalò la qualificazione alla finale alla Juve. Un risultato, quello maturato nei 90 minuti, che mercoledì sera al Milan porterebbe in dote la qualificazione. L'anno dopo copione molto simile, sempre in Coppa Italia ma stavolta ai quarti di finale: 1-1 al 90' con i gol di El Shaarawy e Giovinco, e gol qualificazione dei bianconeri ancora ai supplementari e ancora con Vucinic. Falcidiato dalle assenze in campo e alle prese con una guerra intestina in società, il Milan è chiamato a tirare fuori dal cilindro una prestazione più che perfetta per compiere l'impresa. E anche affidarsi alla cabala, in queste circostanze, può essere d'aiuto.

Pioli: "Calabria? Non era rigore. Sono confuso, non capisco più quando è fallo di mano"

Calciomercato 2020-2021
Irregolarità sul rinnovo di Calabria: 7500€ di multa per il Milan
3 ORE FA
Serie A
Allegri: "Lo sfogo? Sono anche io umano, pretendo serietà da chi entra"
6 ORE FA