Impossibile non volergli bene. Impossibile non provare simpatia, empatia o ammirazione per quest’uomo impavido che parla col cuore e che nella vita si è sempre dovuto guadagnare ogni cosa partendo dal basso. Dietro al trionfo del Napoli all’Olimpico contro la Juventus in Coppa Italia c’è il faccione esausto ma felice di Rino Gattuso, l’uomo che ha sanato tutte le fratture nello spogliatoio del Napoli ed è riuscito, nella serata più attesa, a dare un dispiacere a Sarri e alla Juventus e una gioia enorme al presidente e a una città in astinenza da trofei da sei lunghi anni.

Il discorso di Rino: "Ho visto carattere, cuore e professionalità"

Coppa Italia
Edicola: disastro Sarri, il tecnico della Juventus sotto accusa dopo il ko col Napoli
18/06/2020 ALLE 07:01
Un successo da dedicare alla sorella Francesca, morta a 37 anni proprio alla vigilia della ripresa del calcio giocato, e suggellato con un discorso da capopopolo: da condottiero al centro del campo, che spiega tanto del perché questo uomo in pochissimi mesi abbia conquistato De Laurentiis, il gruppo e rapito il cuore di una città più viscerali d’Italia: Napoli.
Ho visto cuore, ho visto carattere. Qui c’è gente che ha il contratto a scadenza e andrà via e li vedo piangere… ma ho visto carattere, professionalità, cuore. Avete dimostrato tanto. Voglio vedere il veleno sempre, lo sapete. Ora giochiamocela sempre alla grande. Bravi, sono orgoglioso di voi.
Parole semplici ma dirette di un uomo che dopo aver vinto tutto da calciatore ora ha anche potuto festeggiare il primo trofeo da allenatore. E chissà che non sia il primo di una lunga serie.

Napoli, che festa per la Coppa Italia! Migliaia di tifosi in piazza dopo il successo sulla Juventus

Coppa Italia
Gattuso: "C'è sempre un Dio del calcio se fai le cose bene". De Laurentiis: "Ora sogno la Champions"
17/06/2020 ALLE 22:15
Europa League
Sarri: "Saremo grandi quando giochermo come a Bergamo contro una retrocessa"
26/10/2022 ALLE 15:05