Dopo l'1-2 ottenuto al Franchi contro la Fiorentina nella gara valida per gli ottavi di Coppa Italia, valsa alla squadra di Antonio Conte la qualificazione ai quarti dove affronterà il Milan di Stefano Pioli, il tecnico della Beneamata analizza il match a Inter Tv: "Qualificazione meritata che poteva anche arrivare al 90' perché abbiamo comunque avuto occasioni importanti. Però va bene così, i ragazzi sono stati bravi, hanno giocato 120 minuti con buon ritmo, intensità e organizzazione. Sono soddisfatto. Sono contento anche per quei calciatori come Kolarov che ha avuto il Covid e non faceva una partita dall'inizio da tanto o per lo stesso Ranocchia. Hanno risposto bene a testimonianza del fatto che sono ragazzi seri che tengono all'Inter, si allenano bene e sono contento di allenarli".

Aveva preannunciato un turnover, che risposte ha avuto?

Coppa Italia
Le pagelle di Fiorentina-Inter 1-2 dts: Lukaku certezza
13/01/2021 A 17:27

"Sicuramente positive. Come ho detto in conferenza, oggi è scesa in campo la migliore Inter in base a delle scelte che derivavano da infermeria e forze fisiche. De Vrij, Barella, Brozovic venivano da un tour de force importante, Romelu sta cercando di smaltire un problemino, aveva lavorato a parte negli ultimi giorni, Hakimi aveva 38 di febbre... Abbiamo assemblato una formazione importante per passare il turno. Abbiamo avuto una risposta positiva da parte di tutti. Sono contento perché è un gruppo di ragazzi che è coinvolto nella sua totalità con un unico obiettivo che è quello di fare sempre meglio".

120 minuti di gara, dispendio di energie non ideale in vista della Juve?

"C'è un aspetto positivo, il fatto di passare il turno su un campo difficile come quello di Firenze. Quando vinci è energia allo stato pure che ti ricarica. Questi ragazzi nelle ultime undici partite di campionato ne hanno vinte 8, pareggiato in casa della Roma e perso con la Samp. Spesso si rischia di bruciare energie nervose perché tante volte quello che fai non basta mai. Era importante qualificarci e questa è energia allo stato puro. La partita è una partita che dà stimoli, misura le nostre ambizioni e adesso recuperiamo e cerchiamo di prepararla al meglio".

Prandelli: "Arbitri, ci vuole tatto"

"C’è amarezza perché a un minuto dalla fine del secondo tempo supplementare abbiamo lasciato solo un attaccante in area di rigore - ammette Cesare Prandelli in conferenza stampa -. Ma il risultato va accettato, e c’è anche orgoglio per la prestazione. Io non voglio far polemiche e ho rispetto per gli arbitri, ma a trenta secondi dalla fine ci vorrebbe un po' di tatto. Nelle ultime partite le prestazioni sono sempre state buone, magari i risultati arrivano solo in parte ma la consapevolezza è che dobbiamo continuare così, con i giocatori in condizione giusta".

Lukaku: "Juve? Mi aspetto una gara tattica"

"Il derby? Viene in futuro, oggi siamo felici di avere vinto una sfida difficile con un grande allenatore. Siamo felici e vogliamo continuare così. Le difficoltà nella ripresa? Non so perché accade, ci siamo detti già con la Roma che non deve succedere ma è successo anche se stavolta abbiamo vinto. Siamo giovani, dobbiamo apprendere da queste cose ma vogliamo migliorare. Con la Juve mi aspetto una gara tattica tra due squadre che stanno facendo belle cose. La Juve è una big, noi vogliamo prepararci bene per questa partita".

Così i cambi di Conte hanno spento l'Inter a Roma

Coppa Italia
Lukaku al 119°! L'Inter batte 2-1 la Viola e va ai quarti col Milan
13/01/2021 A 16:40
Coppa Italia
Fiorentina-Inter, moviola: VAR promossa sui 2 rigori
13/01/2021 A 15:11