La Juventus ha cominciato l'anno con tre vittorie ed ora c'è il Genoa in Coppa Italia per cominciare al meglio anche questa competizione. Pirlo ammette che ci sarà un po' di turnover, obbligato visto i recenti infortuni e la vicinanza con la gara contro l'Inter, ma non snobba neanche per sogno la Coppa: “A tutti piace poi giocare la finale”. Contro i rossoblu sarà comunque un test per arrivare con la giusta motivazione alla prossima gara di campionato. Occhio ai cali di tensione, ma contro la Fiorentina - assicura il tecnico dei bianconeri - è stato solo un episodio.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Calciomercato 2020-2021
Scamacca "vice-Morata": Juventus in forcing
12/01/2021 A 14:50

"A tutti piace giocare la finale"

Inizia la Coppa Italia che all’inizio sembra una competizione che non interessa a nessuno. Poi quando si va avanti fino ad arrivare alla finale... A tutti piace giocarla. Per arrivare fino in fondo bisogna cominciare a vincere la partita col Genoa

Un Genoa diverso con Ballardini

Abbiamo visto un po’ di partite, il Genoa è cambiato in aggressività e hanno alzato un po’ di più il baricentro. Sembra abbiano molta energia e quindi sarà una partita molto difficile da giocare, molto combattuta. Però è una partita che vogliamo vincere per andare in fondo in Coppa Italia. Più o meno sarà una gara simile dall'ultima che abbiamo giocato con loro. Verranno per difendersi bene con una linea da cinque per poi ripartire in contropiede. L'abbiamo visto nel video in questi giorni e la stiamo preparando al meglio

La formazione?

Stiamo valutando chi sta bene, gli infortunati che purtroppo non saranno della partita. Rientrerà Chiellini che si allena con noi da un po’ di tempo e Buffon partirà dall'inizio e poi gli altri li valuteremo in mattinata

Cosa ha fatto la differenza nella prime tre gare vinte nel 2021?

La forza che abbiamo messo in campo soprattutto mentale, dovevamo ripartire bene dopo la sconfitta con la Fiorentina e quindi abbiamo chiarito bene quali fossero gli obiettivi. Siamo ripartiti con forza cercando di pensare solo a noi stessi e di fare bene le nostre partite. La caratteristica migliore? La determinazione e la voglia di portare a casa il risultato in qualsiasi modo. Ma anche la concentrazione, non avere alti e bassi durante la partita anche se ogni tanto succede. Però poi ci ricompattiamo e sappiamo che dobbiamo raggiungere l'obiettivo finale
A parte quella gara con la Fiorentina, anche le gare prima avevamo fatto un buon gioco con buona intensità. E quindi la gara con la Fiorentina è stato un fulmine a ciel sereno. Però capita con tante partite, ma siamo ripartiti, ci siamo ricompattati e siamo adesso qua

Pirlo: "Sono arrabbiato, abbiamo sbagliato già troppo"

Serie A
Juventus, Dybala salta l'Inter: 15-20 giorni di stop
11/01/2021 A 15:11
Calciomercato 2020-2021
Quagliarella, niente Juventus: giura amore alla Samp
07/01/2021 A 14:25