Atalanta-Napoli, match valido per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia 2020/21, si é concluso con il punteggio di 3-1. Dopo lo 0-0 della gara di andata a Napoli, sono risultate decisive la rete Duvan Zapata e la doppietta di Matteo Pessina. Nerazzurri in finale per la quinta volta nella loro storia. Vediamo insieme le 5 veritá che ci ha lasciato la partita del Gewiss Stadium.

1) Gattuso rischia l'esonero? Con la Juve si gioca tutto

Le sconfitte con Verona e Genoa in campionato, l'eliminazione in Coppa Italia. De Laurentiis, nonostante le dichiarazioni di facciata di Giuntoli nel pre semifinale, ha già perso la pazienza e ora Gennaro Gattuso puó rischiare la panchina. Un altro ko nel prossimo turno contro la Juventus potrebbe costargli il posto. Anche perché il Napoli sprofonderebbe a una distanza siderale dalla vetta e a uno svantaggio consistente anche dalla zona Champions. Giorni "caldi" per Rino, la pressione sará sicuramente alta.
Coppa Italia
Atalanta-Napoli 3-1, pagelle: Pessina da urlo, male Insigne
10/02/2021 A 21:58

Gattuso: "Non è il momento più difficile della mia carriera"

Robin Gosens

Credit Foto Getty Images

2) L'Atalanta del Gasp quando gioca concentrata ha pochi rivali

Le serate della Dea. Lo si capisce da subito. Quando l'Atalanta entra in campo con il piede giusto, ci sono veramente poche squadre in grado di tenerle testa. Escludendo 20 minuti nella ripresa in cui il Napoli ha reagito e riaperto la partita, la Dea ha dominato, creato occasioni in serie, impegnato Ospina e messo in mostra le sue classiche triangolazioni ammalianti. Una squadra forte, che nelle gare ad eliminazione diretta se la gioca con chiunque, incluso il prossimo avversario negli ottavi di Champions (Real Madrid).

3) Matteo Pessina, abbiamo chances di vederlo agli Europei

Il talento lo conosciamo giá tutti. Lo ha messo in mostra a Verona con Juric, sta trovando continuitá a Bergamo con Gasperini. Un centrocampista perfetto per come intendono il calcio i due tecnici. Duttile, tecnico, bravo ad inserirsi, che ha tempi e vede la porta. La doppietta al Napoli lo mette in copertina e richiama ovviamente l'attenzione del CT Mancini. Se sará in questo stato a maggio, sará dura lasciarlo fuori dai convocati per l'Europeo.

Matteo Pessina - Atalanta-Napoli Coppa Italia 2020-21

Credit Foto Getty Images

4) Osimhen non si è ancora ripreso: totalmente fuori condizione

Ha avuto la palla del 2-2, ma si é fatto ipnotizzare da Gollini. La corsa non è ancora quella giusta, lo scatto non è fulmineo, l'allungo non strappa nel modo giusto. Victor Osimhen non si è ancora ritrovato. I tre mesi di stop condizionano ovviamente lo stato di forma attuale. Ha bisogno di tempo e lavoro per tornare ai livelli di inizio campionato. Lo sa Gattuso, che ne ha disperato bisogno per ravvivare le ambizioni del suo Napoli.

Victor Osimhen

Credit Foto Getty Images

5) Rrahmani-Maksimovic: difesa azzurra in enorme difficoltà

Qui i problemi non sono tanto fisici, ma tecnici. La differenza abissale con la coppia Koulibaly-Manolas si è vista ancora una volta. Ok che hanno giocato pochissimo insieme, ok che non possono essere rodati, ma la coppia Rrahmani-Maksimovic é uno dei grossi problemi del Napoli attuale. Un punto debole, preda di attaccanti forti e svegli, come ad esempio Zapata. Arginare Ronaldo e Morata, sempre che non rientri dal Covid almeno Koulibaly, sarà impresa tosta.

Gattuso: "Coppa Italia? Ipocrita se dicessi che è priorità Napoli"

Calciomercato 2020-2021
Koulibaly resterà al Napoli; Lewandowski: ipotesi Real
IERI A 18:09
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (10/06)
10/06/2021 A 20:05