Roma-Spezia, match di ottavi di finale della Coppa Italia 2020-2021 andato in scena allo stadio Olimpico di Roma, si è concluso col punteggio di 2-4 per i liguri dopo i tempi supplementari: in virtù di questo risultato, gli uomini di Italiano si qualificano ai quarti di finale. A decidere la gara le reti di Verde e Saponara ai supplementari, decisive le espulsioni di Mancini e Pau Lopez. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match.

Le pagelle della Roma

Serie A
Le pagelle di Spezia-Parma 2-2: brillano Karamoh e Gyasi
10 ORE FA

Paul LOPEZ 5 – Non può nulla sui due gol dello Spezia che subisce, nel finale del tempo regolamentare salva su Piccoli. Ma lascia i suoi in nove con l’espulsione in avvio di supplementare.

Gianluca MANCINI 4,5 – Buoni anticipi sulla trequarti, dietro non compie grosse sbavature. Troppo irruento: il suo rosso in avvio di supplementare è una mazzata per i suoi.

Bryan CRISTANTE 5 – Il suo fallo in area regala il rigore allo Spezia, in impostazione è sempre tentennante. (95’ Daniel FUZATO 6 – Si presenta con un ottimo intervento, si fa beffare dal cucchiaio ottimo di Saponara).

Marash KUMBULLA 5,5 – Tende a perdere troppi palloni e da uno di questi nasce il gol del 2-0 dello Spezia. Meglio quando c’è da difendere.

Bruno PERES 5,5 – In avvio di partita compie qualche errore di distrazione, con il passare dei minuti cresce in spinta e crea pericoli.

Lorenzo PELLEGRINI 6,5 – Nel primo tempo è tra i più pericolosi dei suoi, si procura il rigore e lo trasforma. Anche nel finale in salita è l'ultimo a mollare.

Lorenzo Pellegrini, Pedro - Roma-Spezia - Coppa Italia 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Gonzalo VILLAR 6 – Il suo talento non si discute e nemmeno la personalità: nello stretto è imprendibile, ma non riesce a incidere. (Dal 69’ Jordan VERETOUT 6 - Regia essenziale, senza strafare).

Leonardo SPINAZZOLA 6,5 – Primo tempo devastante: i principali pericoli creati dalla Roma passano da lui, salta sempre l’uomo. Nel secondo tempo si spegne. (70’ Rick KARSDORP 5,5 - Entra con il piglio giusto e la voglia di spingere, ma cala).

PEDRO 5 – Oggi male l’ex Barcellona: ci prova, ma non riesce a essere incisivo e compie tanti errori nell’ultimo passaggio. (95’ Roger IBANEZ 6 - Entra con la partita compromessa dopo la doppia espulsione: può fare poco per cambiare le cose).

Henrikh MKHITARYAN 6,5 – Nella prima ora di gioco è un fantasma, si accende improvvisamente e con un delizioso tocco sotto regala il prezioso 2-2 ai suoi.

Borja MAYORAL 4,5 – Sotto porta sbaglia di tutto, compresa una palla nel finale dei tempi regolamentari che avrebbe scritto una storia diversa: serata pessima. (Dal 90’ Edin DZEKO 6 - Difficile poter fare qualcosa in nove contro undici: ci prova, ma ovviamente non basta).

All. Paulo FONSECA 4,5 - La Roma entra in campo malissimo dopo il derby: peggior modo per ripartire. I giallorossi aggiustano il match in corsa, ma la scena del sesto cambio è una brutta figura.

Le pagelle dello Spezia

Titas KRAPIKAS 6,5 – Inizia con qualche tentennamento, con uscite poco lucide e qualche errore in impostazione. Ma risponde presente durante gli assalti giallorossi.

Luca VIGNALI 5,5 – Nel primo tempo soffre tremendamente Spinazzola, nella ripresa prende le misure. Nel finale dei regolamentari rischia di combinare il pasticcio, con un retropassaggio all’indietro che manda in porta Mayoral.

Martin ERLIC 6,5 – Nei primi secondi sbaglia il retropassaggio per Krakipas e manda in porta Mayoral, che non ne approfitta. Con il passare dei minuti si scioglie e diventa un fattore dietro.

Ardian ISMAJLI 6 – Copertura senza fronzoli, ma il fallo da rigore è pesante perché rimette in partita gli avversari nel finale di primo tempo. Bene nel finale.

Juan RAMOS 6 – Alterna qualche imprecisione di troppo davanti a ottime chiusure dietro: la sufficienza c’è. (Dal 68’ Cristian DELL’ORCO 6,5 - Impatto importante sulla fascia: fisico e tecnica al servizio dei suoi).

Alessandro DEIOLA 6 – Non si mette in mostra per particolari giocate, ma è prezioso per gli equilibri e sempre pronto a buttarsi negli spazi. (80’ Gennaro ACAMPORA 6 – Prestazione attenta condita da qualche buono strappo).

Leao SENA 6,5 – Ottima prestazione: è un fattore in interdizione, ma anche con il pallone tra i piedi mette in mostra qualche spunto interessante. (68’ Matteo RICCI 6,5 – Entra alla grande, rendendosi subito pericoloso. La sua intensità è vitale per il centrocampo ligure).

Giulio MAGGIORE 7 – Guadagna il fallo da rigore e intercetta il lancio di Kumbulla da cui nasce il 2-0. Prezioso in interdizione e negli inserimenti.

L'esultanza di Daniele Verde, Roma-Spezia

Credit Foto Getty Images

Kevin AGUDELO 6 – Ci prova e ha voglia di rendersi pericoloso, ma ha poche occasioni per incidere nel match. (Dal 59’ Daniele VERDE 7 – Possibile vittoria a tavolino a parte, il suo gol pesa come un macigno).

Andrej GALABINOV 7 – Inizia alla grande: rigore trasformato e assist per il raddoppio di Saponara. Sul 2-0 il baricentro dello Spezia si abbassa ed è prezioso nel far salire i compagni. (68’ Roberto PICCOLI 6,5 – Si rende pericoloso nel finale dei tempi regolamentari, bravo Pau Lopez.)

Riccardo SAPONARA 7,5 – Inizia mandando Maggiore nello spazio in occasione del rigore, segna il gol del 2-0 e si inventa il cucchiaio che chiude la partita sul 4-2: per lo Spezia può essere un innesto d'oro.

All. Vincenzo ITALIANO 7 – I suoi giocano bene a calcio e non si snaturano, a prescindere da chi hanno davanti. Questi quarti di finale sono il riconoscimento a una realtà del nostro calcio.

Fonseca: "Villar? Mi piace perché gioca con coraggio"

Serie A
La doppietta di Gyasi regala il pari allo Spezia: 2-2 contro il Parma
14 ORE FA
Serie A
Pioli: "Contro la Roma i punti valgono di più"
13 ORE FA