238 partite disputate in Serie A con le maglie di Napoli, Piacenza, Brescia, Lazio, Genoa e Verona, 44 presenze fra Champions League ed Europa League con Shakhtar Donetsk e Lazio, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana vinte con la compagine biancoceleste, due campionati e una Supercoppa ucraina conquistati con lo Shakthar Donetsk. Francelino Matuzalem ha avuto decisamente una carriera lunga e ricca di soddisfazioni ma a 36 anni ha ancora voglia di distribuire palloni a centrocampo, rincorrere avversari e mettere grinta e mestiere al servizio di una squadra. Tornato da una parentesi alquanto anonima negli Stati Uniti alla corte del Miami FC di Paolo Maldini e Alessandro Nesta, il "Professore" meno di 10 giorni fa ha accettato a sorpresa la corte del Monterosi, squadra al confine fra Roma e Viterbo che milita nel girone G di Serie D, si è messo a disposizione del tecnico D’Antoni per ritrovare la forma e provare a dare il proprio contributo per tagliare un traguardo mai raggiunto dalla formazione laziale: la promozione fra i professionisti.

Padre e figlio nella stessa squadra

Calcio
Dalla maglia azzurra al sogno di diventare cantante, la scelta di Marta Mason
30/11/2016 A 14:18
Matuzalem ha confidato di aver scelto di accettare la proposta del patron Luciano Capponi per ragioni soprattutto affettive: il 15enne Francelino Matuzalem junior, infatti, milita nella formazione Allievi del Monterosi ed ha pressato a lungo affinché anche il padre scegliesse di giocare nella stessa società:
Non conoscevo la società venivo solo ad accompagnare mio figlio che me ne parlava con grande entusiasmo. Poi un giorno mi ha chiesto: ‘Papà, perché non vieni qui a giocare?’. Gli ho risposto: ‘Perché no…’. Dopo tanti anni a un certo livello, ho pensato più alla famiglia. Mio figlio è contentissimo, perché è la prima volta che giochiamo con la stessa maglia. Ho ricevuto altre offerte ma ora voglio prima pensare alla famiglia e farmi coinvolgere da un progetto come quello del Monterosi. Sono contento della carriera che ho fatto , prendo questo come un impegno importante
Il centrocampista brasiliano conta di essere al top della forma dopo la pausa natalizia e di poter giocarsi nel girone di ritorno il primato in classifica in un girone che vede le prime cinque squadre raccolte in due punti e il Monterosi secondo in classifica a una lunghezza dalla capolista Rieti.
I 26 ex calciatori di Serie A protagonisti nella Serie D 2016-2017
Maurizio Bedin (37)Centrocampista Vigontina San Paolo (D/C)
Marco Bernacci (33)Attaccante Ribelle (D/D)
Davide Bottone (30)CentrocampistaVarese (D/A)
Filippo Carobbio (37)CentrocampistaCiliverghe Mazzano (D/B)
Riccardo Colombo (34)DifensorePro Patria (D/B)
Ferreira Pinto (37)AttaccantePonte Isola (D/B)
Michele Ferri (35)Difensore Varese (D/A)
Daniele Ficagna (35)Difensore Colligiana (D/D)
Marco Fortin (42)PortiereCalvi Noale (D/C)
Massimo Ganci (35)AttaccanteL'Aquila (D/G)
Andrea Gasbarroni (35)AttaccantePinerolo (D/A)
Giuseppe Greco (33)AttaccanteCastelvetro (D/D)
Capucho Jeda (37)AttaccanteSeregno (D/B)
Joelson (33)AttaccantePonte Isola (D/B)
Francelino Matuzalem (36)Centrocampista Monterosi (D/G)
Francesco Modesto (34)DifensoreRende (D/H)
Michele Pazienza (34)Centrocampista Manfredonia (D/H)
Inacio Pià (34)AttaccanteDarfo Boario (D/B)
Erminio Rullo (33)DifensoreOlympia Agnonese (D/F)
Mario Alberto Santana (35)Centrocampista Pro Patria (D/B)
Matteo Serafini (37)AttaccanteTriestina (D/C)
Davide Sinigaglia (35)AttaccanteGrosseto (D/E)
Andrea Soncin (38)AttaccanteMontebelluna (D/C)
Eugenio Romolo Togni (34) Centrocampista Cuneo (D/A)
Rej Volpato (30)AttaccanteEste (D/C)
Davide Zoboli (35)DifensoreDarfo Boario (D/B)
* Non sono stati presi in considerazione i calciatori con meno di 5 presenze in Serie A

Da Pazienza a Jeda: quanti ex Serie A fra i dilettanti

Con lo sbarco di Matuzalem i giocatori con trascorsi in Serie A ‘riciclatisi’ in D sono saliti a 26. Il girone più rappresentato è certamente il B dove troviamo ben 8 rappresentanti: i brasiliani Jeda (Seregno), Ferreira Pinto (Ponte Isola), Joelson (Ponte Isola), Inacio Pià (Darfo Boario) e Mario Alberto Santana (Pro Patria), i difensori Zoboli e Colombo e il 37enne centrocampista ex Bari e Siena Filippo Carobbio che, scontata la squalifica di 2 anni e due mesi per illecito sportivo e omessa denuncia nell’ambito dell’inchiesta Last Bet sul calcio scommesse della procura di Cremona, dall’estate 2014 milita nel Ciliverghe Mazzano dove in due anni e mezzo ha raccolto 71 presenze e 12 gol. Se Rej Volpato, bomber dell’Este, è il più giovane con i suoi 30 anni, il più longevo è indubbiamente il 42enne portiere del Calvi Noale Marco Fortin, che con il club veneto due anni fa si è tolto la soddisfazione anche di segnare il primo gol della sua carriera a 40 anni in Eccellenza trasformando un penalty dagli undici metri.
VIDEO: Cristiano Ronaldo vince il Pallone d'Oro 2016: il premio per un anno perfetto
Calcio
Ermes Schifano, il benzinaio che segna da centrocampo
16/11/2016 A 13:37
Serie A
Pagellone 2^ giornata: il Napoli vola alto, Inter da 6
28/09/2020 A 14:32