1954, Cesare Maldini. 1985, Paolo Maldini. 2019, Daniel Maldini. 65 anni dopo nonno Cesare e 34 anni dopo papà Paolo, è venuto il momento della terza generazione dei Maldini in rossonero. Daniel ha debuttato in nottata nella partita dell'International Champions Cup giocata dai rossoneri contro il Bayern Monaco a Kansas City, inserito a sorpresa da Giampaolo nel ruolo di trequartista alle spalle di Castillejo e Piatek all'interno del 4-3-1-2 proposto contro la formazione bavarese, poi impostasi per 1-0 grazie al gol realizzato da Goretzka nel recupero del primo tempo. Daniel è rimasto sul terreno di gioco per un'ora, sostituito nella ripresa con Patrick Cutrone: un battesimo positivo, che lo ha anche visto protagonista di un'azione pericolosa con conclusione terminata di poco sopra la traversa della porta di Neuer.

Daniel Maldini of AC Milan reacts during the Serie A Primavera match between FC Internazionale U19 and AC Milan U19 at Stadio Breda on April 6, 2019 in Sesto San Giovanni, Italy.

Credit Foto Getty Images

Nato l'11 ottobre 2001, alto 185 cm, figlio dell'ex-modella sudamericana Adriana Fossa (possiede, per questo, il doppio passaporto italiano e venezuelano), Daniel Maldini assomiglia al papà nelle movenze e nello stile di corsa ma "rompe" con la tradizione di famiglia per il ruolo: dotato di ottima tecnica e ambidestro, è un trequartista che può anche adattarsi a giocare da seconda punta o esterno offensivo. Daniel ha vissuto il suo intero processo di crescita nelle giovanili del Milan, vincendo anche il campionato nazionale under 16: è stato aggregato alla prima squadra per la tournée della International Champions Cup, ma difficilmente rimarrà a disposizione di Giampaolo anche per la stagione in arrivo: molto più probabile una cessione in prestito, con il Crotone già alla porta per ritagliargli un ruolo importante in Serie B.
International Champions Cup
Giampaolo: "C'è da lavorare ma buon Milan". Distorsione alla caviglia per Theo Hernandez
24/07/2019 A 07:02

La scheda di Daniel Madini

  • Data di nascita: 11 ottobre 2001
  • Luogo di nascita: Milano
  • Altezza: 185 cm
  • Ruolo: trequartista, esterno offensivo
  • Piede: destro
  • Passaporto: Italiano e venezuelano

Talento, tecnica e visione di gioco: dicono di lui...

Dice di lui Filippo Galli, ex responsabile del settore giovanile del Milan:
Daniel ha talento, colpi da giocatore vero, vedo bene il gioco e ha ottime letture delle situazioni. Gioca come trequartista, ma può adattarsi e far bene in diversi ruoli. Negli ultimi due-tre anni è migliorato molto a livello mentale: ora è molto più continuo e concentrato negli allenamenti, e il percorso nelle giovanili del Milan gli ha permesso di sviluppare certe doti fondamentali per questo sport a certo livello.
Come lo vede, invece, papà Paolo:
Daniel è il primo fantasista della dinastia Maldini, è l’unico con quelle attitudini, da trequartista, da goleador. È un po’ ambidestro anche lui come me. Nel carattere suo rivedo alcune cose mie e poi nei movimenti c’è genetica perché come la gente rivede me nei miei due figli, la gente rivedeva mio padre in me ai miei esordi…
International Champions Cup
Il Milan di Giampaolo cade col Bayern ma non demerita: decide Goretzka
24/07/2019 A 06:15
Serie A
Verona-Milan 0-2, le pagelle: Krunic come Del Piero. Bene Meitè
9 ORE FA