Dopo il caos durato poco più di 48 ore che ha portato alla nascita e al naufragio del progetto Superlega da parte di 12 top club dell’elite calcistica italiana, spagnola ed inglese: il calcio europeo riparte con nuovi referenti nelle stanze dei bottoni. Tra i ruoli vacanti, dopo l’addio di Andrea Agnelli di domenica scorsa, c’era quello di presidente dell’ECA e lo scranno lo ha ereditato Nasser Al Khelaifi, presidente del PSG e neomembro del Comitato Esecutivo della UEFA. Queste le dichiarazioni del neo numero 1 dell’Associazione dei Club Europei.
"Sono onorato di essere stato nominato presidente dai miei colleghi membri del Comitato esecutivo. La leadership, l'integrità e l'unione della nostra organizzazione non sono mai state così richieste come in questo momento cruciale del calcio europeo. Fornirò il mio impegno incondizionato all'intera comunità calcistica: ciò significa a tutti i club membri dell'ECA di ogni nazione europea, ai tifosi e alle comunità che rappresentano. Insieme a tutti i miei colleghi membri del consiglio di amministrazione e club dell'ECA, sto cercando di rafforzare l'ECA nel suo ruolo di voce legittima e unica dei club europei. Il nostro gioco, adorato da generazioni di tifosi, prospererà solo se unito, ed è nostro dovere come custodi del calcio adempiere a questo obbligo".
Serie A
Paratici: "Stop Superlega: abbiamo perso occasione unica"
21/04/2021 A 18:57

Superlega: cronistoria di un progetto naufragato in 48 ore

Calcio
Chi è Alessandro Nasi, candidato erede di Andrea Agnelli
21/04/2021 A 12:37
Serie A
Agnelli e la figuraccia Superlega: lascerà anche la Juve?
21/04/2021 A 12:08