"Il Belgio nostra prossima avversaria è una squadra forte individualmente e collettivamente. Lukaku è una forza della natura, fa reparto da solo, ma scopro l’acqua calda nel dire che la presenza o meno di De Bruyne ed Hazard venerdì può cambiare gli equilibri".
Questo lo stralcio più significativo dell'intervento di Antonio Conte su La Gazzetta dello Sport, nel quadro di una lunga intervista. L'ex tecnico dell'Inter analizza i principali spunti offerti da Euro 2020 fino a questo momento:
"Stimo molto il c.t. Martinez per il lavoro svolto in questi anni, ma la prestazione contro il Portogallo non mi ha convinto del tutto sia nella fase di aggressione offensiva che nella fase difensiva. Possiamo certamente metterli in difficoltà sugli esterni e a centrocampo saranno fondamentali i tempi di gioco che sa dare Jorginho. Ma Mancini non ha bisogno di consigli, a livello tattico i tecnici italiani sanno preparare la partita come pochi, Roberto metterà in campo una squadra che saprà gestire ogni situazione".
UEFA Nations League
Mancini: “Immobile? Sarebbe rimasto, ma non poteva rischiare”
3 ORE FA

Conte, vincere e dirsi addio: fra ristoranti, carri e sfoghi

UEFA Nations League
Immobile salta Ungheria-Italia e non parte per Budapest. Ma è giallo
10 ORE FA
UEFA Nations League
Italia-Inghilterra 1-0, 5 verità: guai a dare Bonucci per finito
IERI ALLE 07:54