La Danimarca prova a concentrarsi sul proprio percorso agli Europei dopo l'episodio del malore di Christian Eriksen. Anche perchè è lo stesso fantasista nerazzurro a volere che sia così. La squadra del c.t. Hjulmand lunedì mattina ha ripreso ad allenarsi e in conferenza stampa sono arrivate le parole di Kasper Schmeichel, Martin Braithwaite e Pierre-Emile Hojbjerg.

Le parole di Kasper Schmeichel

"Sono andato a trovarlo in ospedale. È stato davvero bello vederlo. Parlare con lui e sentire che era lì ed era se stesso. Mi ha aiutato molto. Riprendere a giocare subito? Siamo stati messi in una posizione in cui non credo avremmo dovuto trovarci. Le scelte erano due: giocare o tornare in campo il giorno dopo a mezzogiorno. Era necessario che qualcuno più in alto di noi dicesse che non era il momento di prendere una decisione e forse si sarebbe dovuto aspettare il giorno dopo per decidere".
Euro 2020
Eriksen, parla Schmeichel: "Da Uefa minaccia di ko a tavolino"
14/06/2021 A 11:00

Le parole di Martin Braithwaite

"La cosa più importante è che Christian stia bene. Contro il Belgio giocheremo per lui. Non ho dubbi che vedremo qualcosa di speciale al Parken giovedì. Non solo dai giocatori, ma da tutto il pubblico. È qualcosa che non vedo l’ora. E sono sicuro che lo userò come motivazione per uscire e giocare per Christian".

Le parole di Pierre-Emile Hojbjerg

"Christian ci ha detto di guardare avanti e pensare alla partita di giovedì. Ciò ha significato molto, mi ha dato una sorta di energia. Ti dà la sensazione che sia giusto andare avanti. Il malore? Mi sono girato e ho visto Christian sdraiato. Potevo vedere il bianco dei suoi occhi".

Ct Danimarca: "Eriksen era preoccupato per squadra e compagni"

Euro 2020
Premio UEFA Kajer e staff Danimarca. Eriksen: "Vi devo la vita"
24/08/2021 A 15:21
Euro 2020
Spinazzola: "Infortunio? Dopo mezz'ora testa già al rientro"
11/08/2021 A 16:32