Questa volta dovremmo esserci: il governo ha appena dato alla Federcalcio la sua disponibilità per la presenza di pubblico allo stadio Olimpico per le partite degli Europei di calcio al via l’11 giugno. Il ministro della salute Speranza ha infatti inviato al presidente della FIGC Gravina una lettera con il suo assenso: nella mail si afferma che toccherà ora al Cts “chiarire i protocolli che consentano di svolgere in sicurezza gli eventi”.
Un assenso che la FIGC girerà prontamente alla UEFA, che nei giorni scorsi aveva fatto un po’ di pressioni facendo capire che avrebbe scelto altre destinazioni in caso i Paesi ospitanti di questa edizione itinerante avessero alla fine deciso di giocare a porte chiuse. E allora, dopo qualche settimana di attesa, l’indicazione del governo italiano arriva alla FIGC in una giornata in cui anche all’estero di sta discutendo su questi temi (come in Germania ad esempio, dove nonostante le fatiche a trovare un'intesa si dovrebbe arrivare al via libera anche lì).

Il commento di Gravina, presidente FIGC

Euro 2020
Gravina fiducioso: "Inaugureremo l'Europeo con il pubblico"
26/03/2021 A 13:49
"La disponibilità acquisita dal Governo italiano è un ottimo risultato che fa bene al Paese, non solo al calcio. Ringrazio in particolare il Ministro della Salute Roberto Speranza perché ci ha comunicato di aver dato incarico al CTS di individuare le migliori soluzioni che consentiranno la presenza di pubblico allo stadio Olimpico di Roma in occasione del prossimo campionato Europeo. In un momento tanto complesso è stata comunque manifestata chiaramente la volontà di veder confermata la presenza italiana a questo grande evento, dando fiducia alla FIGC”. Questo il commento del presidente della FIGC, Gabriele Gravina.

Mourinho: "Prendo forza da me stesso e dalle persone che amo"

Euro 2020
Marchisio: "Rigiocare la finale di Wembley? La vinciamo 1000 volte"
IERI A 17:11
Euro 2020
Vialli, visita al Santuario dopo la vittoria: “Tempo di gratitudine”
19/07/2021 A 17:31