L'Italia ha battuto il Galles per 1-0 grazie a un gol di Matteo Pessina. La Nazionale del "Mancio" ha chiuso il girone al primo posto, a punteggio pieno e senza subire gol. Agli ottavi - a Wembley sabato 26 giugno alle 21:00 - incontrerà una tra Ucraina e Austria, che si affronteranno questo lunedì pomeriggio per il secondo posto del gruppo C. C'è tanto entusiasmo intorno agli Azzurri, che finora hanno sorpreso tutti quanti. Bel gioco, padronanza del campo e una difesa impenetrabile. Per la seconda volta dopo l'edizione del 1980, gli Azzurri hanno chiuso il proprio girone senza subire reti, e per la prima volta nella storia dei campionati europei moderni, con la formula a gironi pensata nel 1980, sono stati l'unica squadra capace di vincere tutte le tre partite senza concedere neanche un gol.

Mancini: "Sarà una sofferenza scegliere chi non giocherà"

Quarantuno anni fa capitan Zoff fra i pali - insieme ai vari Scirea, Cabrini, Gentile, i due Baresi, Collovati - aveva sbarrato la strada a Spagna, Inghilterra e Belgio. Nel 2021 ci hanno pensato Donnarumma, Chiellini, Bonucci, Acerbi Bastoni, Toloi, Di Lorenzo, Spinazzola ed Emerson Palmieri. Quella Nazionale chiuse la rassegna (a 8 squadre) al quarto posto, dietro a Cecoslovacchia, Belgio e Germania Ovest. Al gruppo del "Mancio" chiediamo solo di farci sognare, come ha scritto lo stesso Pessina su Instagram:"Non svegliateci".
Euro 2020
Italia, Pessina basta e avanza per affondare il Galles!
20/06/2021 A 08:28

Cambiare e non cambiare

"Meglio di così non si poteva. Avremmo potuto fare un gol in più. I ragazzi sono stati bravissimi", ha commentato il CT azzurro Roberto Mancini ai microfoni della Rai. "Anche cambiando non deve cambiare niente - ha aggiunto - i giocatori sanno quello che devono fare, il prodotto non cambia". Ed è proprio da queste parole che può partire la considerazione sul perché questa Italia stia facendo così bene. Soprattutto in fase difensiva, l'ex allenatore dell'Inter ha cambiato tanto senza cambiare niente. Dal quartetto iniziale con Spinazzola-Bonucci-Chiellini-Florenzi, a quello mutato (e mutevole) che abbiamo visto con Svizzera e Galles, gli Azzurri hanno sempre portato a casa il clean sheet. Dall'inserimento di Emerson Palmieri alla precisione di Bastoni (alla sesta presenza con la Nazionale maggiore), dalla sicurezza di Acerbi alla la duttilità di Giovanni Di Lorenzo e Rafa Tolói, nulla è cambiato.
Il vero segreto di Pulcinella di questa nazionale è che tutti i giocatori respirano insieme. Coordinati dalla voce di Gigio Donnarumma, i nazionali sanno perfettamente quello che devono fare, e nell'organigramma democratico del "Mancio", la fase difensiva parte da coloro che solitamente giocano più lontani dalla propria metà campo: gli attaccanti. Con questo sistema che è capace di aggredire e riaggredire, gli Azzurri difendono in avanti e provano a soffocare la manovra degli avversari. Mentre in caso di pressing eluso, si rifugiano in un blocco più basso dove le letture di Jorginho e le abilità dei singoli fanno la differenza. Insomma, una creatura difficile da affrontare.
  • Le migliori Nazionali nella storia dell'Europeo dopo la fase a gironi
NAZIONALI PUNTEGGIO PIENOGOL FATTI/SUBITIRISULTATO FINALE
Italia 20207-0?
Germania 20125-2Semifinale
Croazia 20084-1Quarti di Finale
Spagna 20088-3Vittoria
Olanda 20089-1Quarti di Finale
Repubblica Ceca 20047-4Semifinale
Portogallo 20007-2Semifinale
Italia 20006-2Finale
Olanda 20007-2Semifinale
Francia 19849-2Vittoria
Il dato strabiliante è che nella storia degli Europei nessuno ha fatto meglio di "noi" nella fase a gironi. La Spagna del 2008, per fare un esempio, si è fermata a 8 gol fatti e tre subiti. Nonostante un percorso a punteggio pieno, non è riuscita ad eguagliarci. Lo stesso si può dire della Croazia e dell'Olanda - sempre nel 2008 -, dominanti nella fase a gironi ma bucate rispettivamente da Podoski e da Henry. Quello che ha fatto l'Italia rimarrà nella storia, ed anche a livello di xG, gli azzurri sono stati quasi perfetti. La nazionale ha concesso solo 1 xG in tutte le tre partite (miglior dato dell'Europeo), e alla fase difensiva ha saputo abbinare 7 gol (miglior dato dell'Europeo finora). In più, nessun giocatore appare nella top10 delle principali voci difensive: sinonimo di una compattezza di squadra che fa paura. Ovviamente il cammino è ancora lungo, e l'Europeo è appena iniziato, ma per ora, come dice Pessina, lasciateci sognare.

Mancini: "Notti magiche cantata all'Olimpico? Un piacere sentirla"

Euro 2020
Premio UEFA Kajer e staff Danimarca. Eriksen: "Vi devo la vita"
24/08/2021 A 15:21
Euro 2020
Spinazzola: "Infortunio? Dopo mezz'ora testa già al rientro"
11/08/2021 A 16:32