Dove arriverà l'Italia? Marco Verratti è la stella degli Azzurri? Mbappé sarà l'MVP della competizione? Come cambia la Francia con Benzema? I giovani dell'Inghilterra sono già pronti per vincere? Luis Enrique ha fatto bene a non convocare giocatori del Real Madrid? Löw lascerà la panchina tedesca con un trofeo? Alla scoperta di Italia, Francia, Spagna, Inghilterra e Germania in vista dell'Europeo che inizierà l'11 giugno.

Italia (Paolo Pegoraro)

Profilo del manager

Euro 2020
Euro 2020, le rose delle 24 nazionali con tutti i convocati
18/05/2021 A 10:16
Roberto Mancini è perfettamente adatto al ruolo. Ha dato un'aria nuova ed estremamente fresca alla Nazionale, giocando un calcio pulito ed elegante. Adesso l'Italia ha un gruppo di calciatori giovani, talentuosi e affamati. Qualcuno pensava che il "Mancio" avesse perso il suo tocco? Ha riposto questi dubbi con tantissimi risutalti positivi.

Italia a Euro 2020: la storia, le avversarie, le statistiche, la stella

La stella

Marco Verratti (che perderà le prime partite a causa di un infortunio) per via del suo status internazionale, ma non ci sono primedonne nella Nazionale di Mancini. In prima pagina c'è il calcio, non un giocatore in particolare.

Il giovane talento

Federico Chiesa, ala destra (o sinistra) molto abile: veloce, tecnico, affamato. L'MVP della stagione della Juventus, potremmo dire. I bianconeri l'hanno prelevato dalla piccola Fiorentina ma lui non ha sofferto il salto in una grande squadra.

Il giocatore che potresti non conoscere

Manuel Locatelli, playmaker del Sassuolo ed ex fantasista del Milan. La rivelazione della Serie A 2020/2021, pronto ad entrare in una squadra top in Italia.

Assetto tattico

Mancini usa il 4-3-3 alla catalana, una sorta di tiki-taka rivisitato per l'Italia. Calcio di qualità (al suo meglio) con passaggi corti, precisi e particolarmente orientati sul mantenimento del possesso palla.

Previsione

Semifinale, siamo ottimisti. Speriamo che questa squadra ci faccia divertire e possa entrare nella "final four".

Mancini: "Giusto continuare insieme, ci sono obiettivi"

Francia (Maxime Dupuis)

Eventuali aggiunte a sorpresa o nomi mancanti?

La grande aggiunta, ovviamente, è Karim Benzema (uscito anzitempo dalla sfida amichevole contro la Bulgaria ma che non è in dubbio contro la Germania). Richiamato dopo cinque anni e mezzo in disparte, l'attaccante del Real Madrid andrà a comporre un tridente molto forte con Kylian Mbappé e Antoine Griezmann. Funzionerà meglio rispetto a Giroud? Difficile da dire, ma con Karim la Francia cambia il suo DNA. Tra gli esclusi nessun nome di rilievo: con le rose allargate a 26 giocatori c'è posto per tutti. Tranne Eduardo Camavinga.

Francia a Euro 2020: la storia, le avversarie, le statistiche, la stella

Profilo del manager

Didier Deschamps, in Francia, significa vincere. Insieme a Beckenbauer e Zagallo, è l'unico ad aver vinto il Mondiale sia in campo che in panchina. Allenatore della nazionale dal 2012, non vuole fermarsi. È una specie di Joachim Low francese.

La stella

Kylian Mbappé è la stella annunciata di questa squadra: la sua stagione con il PSG ci dice questo. Potrebbe giocare anche sul lato sinistro, dove è completamente devastante. All'età di 22 anni può già caricarsi sulle spalle tutto l'attacco francese.

Il giovane talento

Kylian Mbappé, per gli stessi motivi spiegati sopra.

Il giocatore che potresti non conoscere

I giocatori francesi sono tutti molto famosi. Anche lo stesso Jules Koundé, da poco arrivato in Nazionale, è già sulla bocca di tutti.

Assetto tattico

La Francia ha vinto il mondiale giocando con un 4-2-3-1 asimmetrico dove Matuidi faceva l'esterno a sinistra. Una tattica sicura che ha dato tante garanzie ai Blues. Didier Deschamps ha provato tante cose nuove nel 2020, ma nessuna di queste gli ha dato le giuste garanzie. Tuttavia, con Benzema, è del tutto possibile che il 4-3-3 possa essere il nuovo sistema di gioco.

Previsione

Sulla carta, la squadra francese è la grande favorita del torneo. L'arrivo di Benzema è un plus a livello individuale, ma come sempre sarà il campo a parlare. La Francia è una squadra estremamente efficace in entrambe le aree: questo è il loro DNA. L'obiettivo è arrivare in semifinale.

Mbappé, il pallonetto da 30 metri si spegne sulla traversa!

Spagna (Agustín Galan)

Eventuali aggiunte a sorpresa o nomi mancanti?

La rosa annunciata da Luis Enrique è una delle più sorprendenti degli ultimi tornei. C'è molta incertezza tra i tifosi sulle prestazioni che la Nazionale potrà fornire in questo Europeo. Sono due le assenze che hanno sconvolto tutti: Sergio Ramos e Iago Aspas. Senza la leadership del primo e la qualità del secondo, è più che logico essere leggermente scettici.
Dall'altro lato, però, la Roja avrà tanti volti nuovi. Robert Sánchez, del Brighton, sarà il terzo portiere. Aymeric Laporte, del City, darà una mano alla linea difensiva. Diego Llorente, nonostante gli infortuni, è il volto del Leeds, mentre l'uomo da seguire sarà sicuramente il prodigio del Barcellona: Pedri.

Spagna a Euro 2020: la storia, le avversarie, le statistiche, la stella

Profilo del manager

Luis Enrique non ha paura di prendere dei rischi, e questa convocazione ne è la migliore prova. Da quando ha preso la guida della nazionale spagnola, è stato impossibile individuare 11 titolare permanente, compresa la posizione del portiere. Ha fatto una delle scommesse più avventate della sua carriera, e l'opinione pubblica non avrà pietà se la Spagna verrà eliminata presto, ma è determinato a difendere la sua filosofia qualunque cosa accada.

La stella

Gerard Moreno è il miglior giocatore in questo momento. Ovviamente ci sono alcuni veterani importanti come Jordi Alba o Sergio Busquets, ma l'attaccante del Villarreal sta vivendo un momento magico e le speranze dei tifosi spagnoli sono tutte riposte in lui. È stato il secondo miglior marcatore in campionato (23 gol) ed è stato fondamentale nella vittoria dell'Europa League con la maglia del Villarreal segnando anche in finale.

Il giovane talento

Pedri, senza dubbio. È stato magnifico nel suo primo anno al Barcellona e non ha sentito alcun tipo di pressione in un club che ha schiacciato le illusioni di tanti wonderkids. Le sue capacità e il suo QI calcistico sono fuori dal pianeta, ma dobbiamo aspettare e vedere se Luis Enrique gli darà un ruolo importante nell'11 titolare o preferirà tenerlo come super-sub (nella parte finale della stagione ha accusato la stanchezza).

Il giocatore che potresti non conoscere

Dani Olmo è uno dei migliori giocatori al mondo tra quelli meno conosciuti. Nonostante abbia già giocato alcune partite con la nazionale, il fatto che sia un giocatore del Lipsia lo mantiene come una gemma nascosta non solo in Spagna, ma anche in Europa. La sua versatilità è molto importante per Luis Enrique, e il suo talento gli permette di incidere in qualsiasi posizione offensiva.

Assetto tattico

Luis Enrique è sempre stato coerente al suo 4-3-3, reinventando alcuni giocatori per inserirli nel proprio sistema. Recentemente ha trasformato Marcos Llorente in un terzino per mantenere il suo triangolo creativo a centrocampo. La Spagna giocherà un calcio spiccatamente offensivo e dedito al controllo del pallone, ma rispetto al 2018 potrà aggiungere tante fasi di pressing.

Previsione

Questa squadra sperimentale è aperta a qualsiasi risultato. Polonia, Slovacchia e Svezia non dovrebbero essere un grosso problema per la Spagna, ma recentemente questa squadra non ha gestito bene le fasi finali. I giocatori dovranno dimostrare il loro valore quest'estate, quindi diciamo che la Spagna potrebbe finire tra i primi quattro.

Luis Enrique: "Morata è diverso da quando è alla Juventus"

Inghilterra (Ibrahim Mustapha)

Eventuali aggiunte a sorpresa o nomi mancanti?

Nessuna sorpresa nelle convocazioni (eccezion fatta per l'infortunio di Trent Alexander-Arnold). In attacco, l'Inghilterra sembra una delle migliori di sempre, mentre i tanti giovani sono sicuramente un motivo di eccitazione. Una preoccupazione potrebbe essere in difesa, a seconda della forma fisica di Harry Maguire, e una selezione forse poco convincente dei portieri.

Inghilterra a Euro 2020: la storia, le avversarie, le statistiche, la stella

Profilo del manager

Gareth Southgate non è stata una scelta "sexy" quando ha preso il posto di Sam Allardyce, ma ha conquistato i cuori della nazione con la prestazione della sua squadra ai Mondiali del 2018. Tuttavia, da quel momento il gioco dell'Inghilterra è generalmente peggiorato, e ora il selezionatore è decisamente sotto pressione per questo torneo. La FA e i tifosi si aspettano qualcosa di buono. Se Southgate non raggiungerà l'obiettivo sperato, entro il Mondiale del 2022 potrebbe esserci un cambio di guida tecnica.

La stella

Harry Kane, fresco della scarpa d'oro della Premier League, è la stella indiscussa di questa squadra Nazionale. Se Kane tiene alto il suo livello, l'Inghilterra ha una possibilità di andare lontano in questo torneo. Ci sono pochi attaccanti al mondo migliori di lui.

Il giovane talento

C'è tantissima attenzione intorno a giovani artisti del calibro di Phil Foden, Bukayo Saka, Mason Mount e Jude Belingham, ma Jadon Sancho potrebbe davvero affermarsi come uno dei migliori giovani del mondo. L'attaccante spera di riprendere il ritmo che ha caratterizzato la sua annata al Dortmund in Bundesliga.

Il giocatore che potresti non conoscere

Kalvin Phillips ha appena terminato la sua prima stagione nella massima serie con il Leeds, ed è andato migliorando nel ruolo di centrocampo. Poiché non gioca per uno dei migliori club del campionato, è probabile che sia andato sotto il radar per molti osservatori, ma Southgate sembra essere un fan del giocatore e gli Europei potrebbero vederlo annunciarsi al mondo.

Assetto tattico

Southgate ha riportato l'Inghilterra ai vertici del calcio mondiale usando un 3-4-3/3-4-2-1. Tuttavia, di recente ha utilizzato più di un 4-3-3: un segnale importante dal punto di vista difensivo. Non è chiaro quali siano i suoi piani per il torneo.

Previsione

Dopo tanti anni ad inseguire la vittoria senza raggiungerla, quest'anno potrebbe essere la volta buona! Dopo aver raggiunto le semifinali dell'ultima Coppa del Mondo, e il fatto che potrebbero giocare a Wembley per tutto il torneo, mettono tanta pressione su questo gruppo di giocatori che potrebbe anche raggiungere la finale.

Germania (Katharina Wiedenmann)

Eventuali aggiunte a sorpresa o nomi mancanti?

Onestamente non ci sono state molte sorprese. La convocazione di Thomas Müller e Mats Hummels era scontata, così come l'esclusione di Jérôme Boateng. Il nome Kevin Volland (Monaco) è stato inaspettato: la sua ultima apparizione in nazionale risale al 2016. Manca Marc-André ter Stegen, che probabilmente non avrebbe avuto tanto spazio con Manuel Neuer.

Germania a Euro 2020: la storia, le avversarie, le statistiche, la stella

Profilo del manager

Joachim Löw si avvicina al suo ultimo torneo come allenatore della nazionale. È l'allenatore con più partite allenate (192) e con più vittorie (121). Più di 100 giocatori hanno debuttato sotto la sua guida tecnica. Ha sempre dato spazio ai giovani ed è noto per essere un grande comunicatore. Ha vinto il Mondiale nel 2014 e la Confederations Cup nel 2017. L'Europeo è l'unico titolo che gli manca.

La stella

È piuttosto difficile nominare un giocatore perché "la stella è la squadra". Però, ovviamente, ci sono alcuni leader molto importanti. Joshua Kimmich, per esempio. Non è solo il comandante in casa Bayern, ha giocato un ruolo centrale anche in Nazionale quando Müller, Hummels e Boateng sono stati esclusi nel 2019. Spinge la sua squadra ed è la controparte più difensiva di Toni Kroos e Leon Goretzka.

Il giovane talento

Mi vengono in mente due nomi: Kai Havertz e Jamal Musiala. Quest'ultimo ha avuto una grande prima stagione al Bayern (39 partite). Ha una tecnica meravigliosa ed è un vero artista con la palla. Tuttavia, solo di recente ha avuto la possibilità di debuttare per la Germania, il che potrebbe renderlo principalmente un jolly per Löw. Anche Havertz non ha giocato un ruolo vitale in Nazionale finora. Ha ancora 21 anni, ma dopo aver segnato il gol decisivo nella finale di Champions League dovrebbe essere al top, e quindi potrebbe essere molto importante per Löw.

Il giocatore che potresti non conoscere

Robin Gosens e Kevin Volland, due giocatori ancora sotto il radar. Volland ha avuto una stagione davvero buona a Monaco, e potrebbe essere importante nelle partite più chiuse. Gosens invece ha raggiunto grandi risultati con l'Atalanta, e dopo l'ennesima stagione di alto livello potrebbe anche giocare come titolare.

Assetto tattico

Löw gioca principalmente un 4-3-3 offensivo o un 3-4-2-1. L'attacco è pieno di grandi giocatori: Gnabry, Sané, Musiala, Werner, Havertz, Müller e chi più ne ha più ne metta. A centrocampo abbiamo Kroos, Kimmich, Goretzka che organizzano la partita. Nelle retrovie il ritorno di Hummels potrebbe stabilizzare la difesa, ultimamente traballante. E non dimentichiamo Manuel Neuer, probabilmente il miglior portiere del mondo

Previsione

La fase a gironi è davvero dura con i campioni del mondo della Francia e i campioni d'Europa del Portogallo. Quindi, se riescono a sopravvivere a questo "gruppo della morte", tutto può succedere. Sono stati eliminati dopo la fase a gironi dell'ultimo Mondiale, quindi vorrano conquistare un riscatto. Giocatori come Müller e Hummels riportano nella squadra molta esperienza nei tornei ad eliminazione. Inoltre, è il grande addio per Löw. I giocatori e lo staff faranno di tutto per fargli vincere il titolo

Klopp: "Sarò il prossimo ct della Germania dopo Low? No"

Euro 2020
Ungheria-Francia 1-1, pagelle: Benzema stecca ancora
4 MINUTI FA
Euro 2020
Portogallo-Germania, le ufficiali: ancora fuori Werner e Sané
23 MINUTI FA